Blog scacchi Regina Cattolica

Scacchi, partite commentate, lezioni e problemi di scacchi, arte e storia degli scacchi

  • Meta

  • dicembre: 2009
    L M M G V S D
    « Nov   Gen »
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
  • Commenti recenti

    Marco Puleo su Kramnik – Anand, novità…
    Davide Aramis su Caruana Fabiano pareggia con M…
    aaa su Sacrificio di sgombero
  • Articoli precedenti

Rombaldoni Denis – Godena Michele : GM a confronto

Posted by Arcobaleno su dicembre 6, 2009

 

Michele Godena

Michele Godena

 

La partita che ho l’onore di analizzare oggi è stata giocata in occasione del ultimo turno, ai recenti Campionati Italiani di scacchi disputati a Sarre (Val D’Aosta).

Bianco: Rombaldoni Denis.

Nero: Godena Michele.

Non mi è possibile entrare nella testa di questi due Grandi Maestri, Godena aveva bisogno di centrare la vittoria per diventare Campione Italiano di scacchi 2009, mentre Denis ha dimostrato grande solidità in tutte le partite disputate in questo torneo, il risultato finale era quindi tutt’altro che scontato!

1.e4 e5 2.Cf3 Cc6 3.d4 exd4 4.Cxd4 Ab4+ siamo in una rara variante della Partita Scozzese 5.c3 Ae7 in genere l’alfiere viene sviluppato in c5 alla quarta mossa e poi il bianco replica con c3, l’aver concesso gratis la spinta di pedone lascia intendere che il nero abbia altre idee su dove sviluppare l’alfiere di casa nera! 6.Cf5 incomincia la caccia all’alfiere! Af6 7.Ce3 g6 8.Cd5 Ag7 9.Ca3 una mossa astuta che minaccia Cb5, con doppio imparabile in c7 a6 10.Cc4 Rombaldoni non vuole noie, volendo complicare il gioco era interessante giocare subito Ag5 d6 11.Ag5 f6 12.Ah4 non è semplice valutare questa posizione, non riscontro punti deboli in ambo gli schieramenti, il bianco sembra avere un leggero vantaggio poiché i pezzi del nero sono tutto fuorché attivi e quando si sposteranno lasceranno indifese case dietro di loro Ch6 13.Ae2 0–0 14.0–0 Ae6 questa è una posizione base, a me piace l’idea basata su a4-a5 per bloccare il pedone b7 con l’idea di attaccarlo per mezzo di Db3 e spostare la torre in d1, ma il nero potrebbe replicare con Ce7 cercando di cambiare quanti più pezzi possibili, che in posizione ristretta è una buona idea! Quindi priorità del bianco dovrebbe essere quella di riposizionare i propri pezzi nelle case migliori e sembra buona l’idea 15. Cce3 Ce7 16. Ac4 con l’idea di poter riprendere in d5 con un pezzo e tenere sotto controllo la casa f5 15.Dd2 g5 16.Ag3 f5 17.exf5 questa è la via più semplice per mantenere l’equilibrio, con strutture di pedoni analoghe in genere il bianco predilige opporsi alla spinta in f5 del nero con la propria spinta di pedone in f4, ciò avrebbe aperto il gioco e verosimilmente scatenato un po’ di bagarre Cxf5 18.Tae1  una via accademica per continuare a tenere la posizione in equilibrio, la torre meno attiva si posiziona su colonna aperta, era interessante provare a complicare il gioco per mezzo di Ag4, inchiodando il cavallo in f5, al tempo stesso l’alfiere in g4 sarebbe stato un pezzo sospeso e tale mossa non soddisfa i principi di solidità cari al più grande dei fratelli Rombaldoni
Ccd4 una delle classiche mosse di Godena capace di mettere un po’ di pepe in posizioni all’apparenza piatte 19.Cde3 la prima linea che mi è venuta in mente è stata 19.Cxc7 Dxc7 20.cxd4 Axc4 21.Tc1 b5 22.b3 Cxg3 23.hxg3 d5 24.Af3 anche in questo caso la posizione si sarebbe aperta e probabilmente il vantaggio del bianco non sarebbe sufficiente per vincere 19…Cxe2+ 20.Txe2 Cxg3 21.hxg3 Dd7 22.Cd5 applicando i più classici principi ipermoderni cari a Nimzowitsch , Rombaldoni controlla il centro con i pezzi bloccando le spinte di reazione del nero Df7 Godena al contrario cerca di aumentare il dinamismo dei pezzi pesanti per valorizzare la coppia degli alfieri 23.Txe6! Per diventare GM occorre riuscire a calcolare gli sviluppi di mosse come questa Dxe6 24.Te1 Dg4 in pratica ciò che segue è tutto verosimilmente forzato per cercare la ripetizione di mosse 25.Te7 Dxc4 26.Dxg5 Tf7 27.b3 Dd3 28.Cf6+ Rf8 29.Cd7+ Rg8 30.Cf6+ Rf8 31.Cd7+ Rg8 32.Cf6+ ½–½

Un risultato che va bene a Rombaldoni per guadagnare punti ELO, che non consente a Godena di laurearsi Campione Italiano, ma non si può pretendere di vincere una partita di nero rimanendo indietro con lo sviluppo, se a gestire i pezzi bianchi vi è un giocatore di grande talento che sceglie di non sbilanciarsi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: