Blog scacchi Regina Cattolica

Scacchi, partite commentate, lezioni e problemi di scacchi, arte e storia degli scacchi

  • Meta

  • agosto: 2017
    L M M G V S D
    « Apr    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
  • Commenti recenti

    boedus su Nuovo indirizzo Circolo Scacch…
    Stelio Pazzaglia su Nuovo indirizzo Circolo Scacch…
    Marco Puleo su Kramnik – Anand, novità…
  • Articoli precedenti

Archive for the ‘curiosità’ Category

Daniele Andruccioli buon compleanno!

Posted by Arcobaleno su giugno 7, 2010

Nel giorno in cui Daniele Andruccioli entra negli ‘enta’ mi sembra il caso di chiudere questo blog.

Buonanotte e buonafortuna!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , | 2 Comments »

Hello Kitty e gli scacchi

Posted by Arcobaleno su aprile 30, 2010

Hello Kitty scacchi

Qualcuno ha pensato bene di produrre gli scacchi a tema di Hello Kitty! Quelli raffigurati nella foto sono la versione giapponese, oramai introvabili, veri oggetti di culto.

A mio avviso sono un set di scacchi ideali per i genitori che vogliono condividere del tempo con le proprie figlie. La casa produttrice indica che sono un set adatto ad una fascia compresa tra gli 8 e gli 11 anni. Personalmente, con i tempi che corrono, sposterei il range indietro di un paio di anni.

Su amazon si trovano alla modica cifra di 70$ i collezzionisti possono trovare il singolo set a 50%, purtroppo le spese postali non sono incluse.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli scacchi sono un gioco che fomentano il razzismo?!

Posted by Arcobaleno su aprile 28, 2010

Il libro di Simon Garrow intitolato Le sorprendenti avventure di Dan il Pedone, ha come obiettivo quello di insegnare le mosse degli scacchi ai ragazzi. A tal fine l’autore intesse una storia su una breve partita che come sempre è vinta dal bianco. L’editore della rivista ufficiale dell’unione insegnanti (National Union of Teachers) ha scritto:

– “Sarebbe stato più simbolicamente commovente se avessero permesso al nero di vincere. Stereotipi razzisti e pregiudizi permeano la nostra cultura in molti modi subdoli”.

Quando si dice che si fa più peccato a pensare male del male stesso, o come affermava Nimzowitsch:

– “La minaccia è più forte della sua esecuzione”.

Posted in curiosità, scacchi | Leave a Comment »

I giocatori di scacchi

Posted by Arcobaleno su aprile 19, 2010

i giocatori di scacchi

“I giocatori di scacchi” è un dipinto ad olio su tavola di legno dell’americano Thomas Eakins.
Vi è raffigurato il padre Benjamin mentre osserva i giocatori di scacchi Bertrand Gardel (a sinistra), un anziano professore francese, ed il più giovane George Holmes, un pittore.

Sullo sfondo di un salone vittoriano i due scacchisti giocano una partita di scacchi la cui luce lascia intendere che si svolga nel tardo pomeriggio.

Holmes ha catturato la regina dell’avversario e sembra in posizione vincente in quanto la propria regina troneggia in mezzo alla scacchiera, ma non è dato sapere a chi spetta la mossa!

Eakins ha dedicato il dipinto al padre firmando l’opera in latino:

– “BENJAMINI. EAKINS. FILIUS. PINXIT. ’76” – in caratteri minuscoli sul cassetto del tavolo vi è la seguente scritta:
– “Questo è stato dipinto dal figlio di Benjamin Eakins”.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Ercole Del Rio e gli scacchi

Posted by Arcobaleno su aprile 9, 2010

Ercole Del Rio

Ercole Del Rio è stato un teorico di scacchi nato a Guiglia nel 1723 e morto a Modena il 23 Maggio 1802.

Ercole Del Rio

muove il bianco

Al pari di Paul Morphy scelse l’avvocatura quale professione, ma se dell’americano rimane solo il fulgido ricordo tramandatoci dalle sue immortali partite in cui il concetto di rapido sviluppo era la massima espressione del concetto romantico ottocentesco, del modenese rimane il suo rarissimo volume “Sopra il gioco degli scacchi. Osservazioni pratiche d’Anonimo autore modenese”.

Nello studio del diagramma Del Rio ci mostra come coordinare cavallo e regina nell’attacco all’arrocco.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Il castigo di Dio

Posted by Arcobaleno su marzo 22, 2010

Re Canuto d'Inghilterra 

Vi erano re che consideravano la sconfitta a scacchi come un castigo di Dio.

Re Canuto, il primo re d’Inghilterra (quello che ordino alla marea di fermarsi), stava giocando col conte Ulf di Danimarca, quando goffamente sbagliò a muovere un cavallo. Arrogantemente, cercò di ritirare la mossa, ma Ulf non glielo concesse. Dopo una concitata discussione, il conte, seccato di vedersi portar via una vittoria meritata, buttò all’aria la scacchiera. Questo è un esempio di “errore fatale” nel gioco degli scacchi: Canuto lo fece trucidare per aver osato discutere.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Sacrificio di Pedone – Tobey Maguire interpreta Bobby Fischer

Posted by Arcobaleno su marzo 16, 2010

Sacrificio di Pedone (Pawn Sacrifice) è il nuovo film diretto da David Fincher che metterà in luce la straordinaria vita di Bobby Fischer.

Il film è incentrato sul match che in piena guerra fredda fu disputato a Rejkiavick nel 1972.

L’epico Campionato del Mondo di scacchi, che ha fatto avvicinare al nobil giuoco milioni di appassionati in tutto il mondo, fu vinto da Bobby, sconfiggendo il GM della scuola sovietica Boris Spassky.

Sono curioso di vedere come sarà dipinta la figura del Campione in carica, sull’antagonista russo sono state fatte illazioni in merito ad un accomodamento del match  dovuta alla simpatia nei confronti del mito americano.

Intanto è noto chi sarà l’attore ad interpretare Fischer, si tratta dell’uomo ragno Tobey Maguire.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Gran Brocco – George Hatfeild Dingley Gossip

Posted by Arcobaleno su marzo 12, 2010

George Hatfeild Dingley Gossip

Di tutti i giocatori che sono entrati nella storia degli scacchi, forse il più meritevole al titolo di Gran Brocco è Geroge Hatfeild Dingley Gossip (1841-1907). George realizzò i peggiori risultati nei tornei più importanti, rispetto a chiunque altro nella storia (ultimo a Breslau 1889, Londra 1889, Manchester 1890, Londra 1892 e New York 1893: un totale di sole 4 vittorie, 52 sconfitte e 21 partite patte).

Tutto ciò non lo scoraggiò dal considerarsi un grande giocatore, né lo fermò dallo scrivere una serie di manuali sul gioco; questi libri contenevano un certo numero di vittorie-lampo (assolutamente fittizie), che pretendeva di aver riportato con dei giocatori famosi. Alcuni autori della sua biografia scherzano sul fatto che in uno di quei manuali pubblicò orgogliosamente il miglior piazzamento ottenuto: terzo posto al Torneo ad handicap del Club scacchistico di Melbourne nel 1885. 

Per molti anni i tornei ad handicap riscossero un grande successo, essi erano riservati ai reduci di guerra, l’handicap era dato sia dal tempo a disposizione di ogni singolo partecipante, sia dal sistema knockout dove i giocatori più deboli avevano un maggior numero di “vite” all’inizio di ogni turno, che veniva passato da chi faceva perdere tutti i punti all’avversario. 

Vi erano altre forme comuni di torneo ad handicap, il vantaggio materiale concesso dal giocatore più esperto, che in alcuni casi era accompagnato anche dal concedere all’avversario due tratti alla prima mossa.

Il primo ufficiale campione del mondo di scacchi Wilhelm Steinitz,  che era amico di George Hatfeild Dingley Gossip, affermò negli ultimi anni della sua vita che avrebbe vinto il match con Dio, concedendogli tratto e pedone di vantaggio!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

William Henry Russ

Posted by Arcobaleno su marzo 7, 2010

William Henry Russ (1833-66) fu un pioniere americano, archivista e problemista di scacchi. Aveva adottato una ragazza dell’età di 11 undici anni, che in seguito rifiuto di sposarlo, adirato le sparò quattro colpi alla testa buttandosi dal ponte più vicino che trovò, non accorgendosi che il fiume era in secca.

Determinato a porre fine alla propria vita, dopo essersi arrampicato per tirarsi  fuori dall’argine si tirò due colpi in testa. Sbagliò nuovamente, fu arrestato e portato all’ospedale. Con il cuore spezzato per la perdita della sua bella amata, non avendo più voglia di vivere morì 10 giorni più tardi.

E’ evidente che la sua non fosse una gran mira: la fidanzata sopravvisse.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Scacco al re”

Posted by Arcobaleno su febbraio 16, 2010

 

scacco al re

E’ amore. E’ amore per il gioco. A lei non interessa la sua abilità, la vittoria consiste nella partita, nel sentire il movimento, nell’afferrarlo, nel stringerlo a se.

Si è liberata del superfluo sin dalle prime mosse, concentrato nella ricerca di stile non si è accorto di esser già in ginocchio. Danza sul trono come un equilibrista, afferra il pezzo atto a respingere la regina.

Nel chiaro scuro risuona l’armonia dei dettagli, l’occhio indiscreto dell’osservatore fotografa lo scacco al re.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le donne battono gli uomini nel gioco

Posted by Arcobaleno su febbraio 14, 2010

gioco delle donne

Vi era un tempo in cui il reale gioco degli scacchi era un affare cortese. Gli scacchi erano una rara possibilità di contatto tra uomini e donne non sposate, un eufemistica idea romantica del gioco. Una versione idealizzata ritrae la donna come una giocatrice superiore. Prima sconfigge l’uomo in un incontro sulla scacchiera. Poi lo consola concedendogli le proprie grazie. Secoli dopo questa idea è stata ripresa anche nel film “L’affare Thomas Crown”. Dopo che Steve McQueen è stato mattato da Fay Dunaway, lei gli dona un lunghissimo bacio. Tartakower concepì una nuova idea di apertura su una nave. Ubriaco e nudo entrò nella cabina della campionessa di scacchi olandese esclamando: “A te muovere!”. Soffici mani lo rimesero al proprio posto.
Non sono disponibili rilevanti informazioni concernenti partite di scacchi tra nobili donne e cortigiani. Il pensiero non è galante, ma saranno state giocate delle partite blitz.

Quando gli scacchi diventarono popolari nei caffè e nei circoli, le giocatrici scomparvero letteralmente dalla scacchiera. Spesso le donne non potevano nemmeno essere presenti alle partite. Era prassi che fossero escluse dai match e dai tornei del diciannovesimo secolo. Unanimante riconosciuta come eccellente giocatrice di scacchi fu Amalie Paulsen, la sorella di Luigi e Wilfried, anche se non giocò mai partite ufficiali.

Un torneo tra donne si svolse in occasione del torneo di Hastings nel 1895. Fulmineamente piovvero critiche di bassa lega.
Vera Menchik vince facilmente il primo campionato del mondo femminile a Londra nel 1927. Ciò le valse l’invito al torneo di Karlsbad del 1929. Hans Kmoch annunciò che si sarebbe dato alla professione di ballerina nel caso la Menchik avesse ottenuto più di tre punti. Kmoch si salvò da quel triste destino poiché la campionessa perse da giocatori integerrimi, concludendo ultima con 3 punti su 21. Avesse partecipato al campionato maschile britannico avrebbe avuto eccellenti chance di vittoria.

Donner nel 1968 scrisse riguardo alla mancanza di intuito nelle giocatrici di scacchi. A quanto pare gli è sfuggito il quinto posto ottenuto dalla campionessa del mondo Gaprindashvili al torneo di Hastings nel 1964-65. Nona divenne la prima GM femminile nel 1978. La sua successitrice Chiburdanidze e la svedese Cramling divennero temute killer dai loro colleghi.

Le sorelle Polgár hanno avviato una nuova era riguardo alle donne negli scacchi. In giovane età sconfissero tanti giocatori di acclamata esperienza. La stella più luminosa è Judit, diventata la più giovane GM nel 1991. Per la prima volta nella storia una giocatrice riesce a competere con gli scacchisti inseriti nella classifica top ten stilata dalla FIDE.

Yoshitoshi

l'uomo visto da Yoshitoshi

 

Le scacchiste sono una piccola minoranza nel mondo degli scacchi. Tuttavia, la partecipazione di giovani talentuoe sta diventando consuetudine. Essere battuti da una donna è una esperienza terribile, ancora peggio che essere sbattuti da un belga. Gli uomini preferiscono il punto di vista di Yoshitoshi. Lentamente la lotta contro una donna diventa familiare, ma quando ha perso la piccola Judit ha spesso sperimentato lo sguardo superiore dei maschi.

Riuscirà una donna a conquistare la leadership? Le donne giocano così male, perché versano sangue alla fine del gioco? Un lungo elenco di opinioni sulle donne e gli scacchi possono essere trovati in “Queen’s move” di Henriette Reerink. Solo il punto di vista di Maja Chiburdanidze è utile e imparziale, fa riferimento alla breve storia degli scacchi femminili e alla minore resistenza fisica nel corso di una lunga sessione di gioco.
Da Amalie Paulsen a Judit Polgar le donne hanno schiacciato gli uomini in trenta partite .
Questa è la prima pubblicazione sessista* che piacerà alle donne!

* rinominare il file .pdf in .pgn

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Scacco matto al bianco in dodici mosse dalla posizione iniziale

Posted by Arcobaleno su febbraio 9, 2010

Alekhine, ormai vicino alla fine, solo e ammalato, ma sempre col titolo di campione mondiale, raccontò alcuni fatti sorprendenti ad un amico. Fatti che sarebbero occorsi al gran torneo di San Pietroburgo nel 1914. Una notte, a metà torneo, qualcuno bussa alla porta della camera d’albergo di Alekhine. Un vecchio contadino russo tutto stracciato chiede di poter entrare, dicendo di aver trovato un segreto degli scacchi di enorme importanza. Impaziente, Alekhine lo fa entrare.

“So come dare scacco matto al Bianco in dodici mosse dalla posizione iniziale”, sostiene il vecchietto. Alekhine cerca di buttarlo fuori, ma il contadino insiste. Per porre fine alla questione, tira fuori la scacchiera. Dodici mosse più tardi, il futuro campione del mondo di scacchi, con la faccia smunta, capovolge il proprio re.

“Rifallo”, gli dice. Il vecchio lo ripete. E così, ancora e ancora. Stupefatto, Alekhine spinge il contadino lungo il corridoio, verso la porta del suo grande collega Capablanca; la stessa sequela di eventi si ripete. Capablanca dapprima pensa ad un brutto scherzo: quello finisce sempre col batterlo in dodici mosse, partita dopo partita, indipendentemente dalla difesa che attua.

Quando Alekhine conclude il suo sensazionale racconto, l’amico si protende verso di lui, ansioso, e chiede quello che vi state domandando anche voi: 

– “Cosa successe poi?”.

La risposta di Alekhine fu devastante:

– “Lo abbiamo ucciso naturalmente”.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Perle di saggezza scacchistica

Posted by Arcobaleno su gennaio 29, 2010

Giocatori di varie categorie mi chiedono di continuo cosa devono fare per migliorare il loro livello di gioco. Alla ricerca di una cura universale, si aspettano che dalle mie labbra distilli gocce di conoscenza che semplifichino la loro vita e rendano più corposo il loro punteggio elo.
Ogni giocatore esperto “che si rispetti” ha le sue frasi ad effetto e le sue perle di saggezza, pronto a offrirle come oro colato con la solennità del caso.

Perla di saggezza n. 1:
le cose buone accadono solo a chi lavora sodo.

La reazione più comune a questa affermazione è il disappunto. Esiste qualcuno al mondo che dopo aver lavorato dalle nove di mattina alle cinque di sera, tornato a casa abbia voglia di prendere la scacchiera solo per scoprire che il lavoro davvero duro deve ancora cominciare.

Perla di saggezza n. 2:
Per prima cosa è importante studiare i finali. Il medio gioco è le aperture le affronterai in una fase successiva del tuo sviluppo scacchistico.

Aria fritta all’ennesima potenza. Dopo un lungo studio ti siederai alla scacchiera consapevole di possedere ormai una profonda conoscenza del vero significato delle case corrispondenti, dell’opposizione e della triangolazione nei finali di Re e pedoni, per poi malauguratamente cadere in una ben nota trappola d’apertura e la partita finirà prima della 15ª mossa.

Perla di saggezza n. 3:
Mandami un assegno e vediamo cosa si può fare.

Tantissimi anni fa John Grefe, poco dopo aver vinto il campionato statunitense, per rispondere ad una domanda postagli da Jeremy Silman che naturalmente riguardava gli scacchi, offrì una versione ridotta di questa Perla, tipo “E i soldi dove sono?”. Anche più di recente un noto GM ha indicato questa stessa soluzione ad uno zelante e giovane appassionato. Inutile dire che non ho mai visto nessuno migliorare grazie a questa risposta.

Perla di saggezza n. 4:
Non sono importanti le mosse d’apertura in sé, ma le idee che stanno alla loro base.

Dato che la maggior parte dei libri sulle aperture contiene infinite pagine di varianti e si soffermano poco sulle idee che sono alla base dell’apertura, se vuole ottenere una vera risposta alle sue domande il povero studente è costretto a ripiegare sulla Perla di saggezza n. 3

Perla di saggezza n. 5:
Non è importante vincere. La vera ricompensa è il piacere di giocare.

Si certo, come no. Se ti sei bevuto una frottola, aspetta di vedere come il guru scacchistico che te l’ha sciorinata perderà la sua prossima partita. Agiterà le braccia come un ossesso e con la faccia paonazza si metterà a farfugliare una sfilza di giustificazioni.
Queste Perle di saggezza non si sono rivelate molto utili, dico bene? La verità è che l’unico consiglio valido che io abbia mai ricevuto può essere riassunto in una maniera soltanto:

Esamina decine e decine di partite commentate dei grandi maestri!

Semplice e insieme remunerativo. Ti troverai a rigiocare aperture annotate dagli stessi GM, medio giochi discussi e analizzati in grande dettaglio e finali resi vivi e avvincenti dal campione del mondo che preferisci perché più vicino ai tuoi gusti. In altre parole, un viaggio tutto compreso!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Questionario: quale scacchista farà meglio in Marzo?!

Posted by Arcobaleno su gennaio 24, 2010

 

Vassily Ivanchuk

 

Divertitevi a rispondere al questionario in cui potete scegliere quale scacchista otterrà i migliori risultati nel mese di Marzo!

Ho scelto Vassily Ivanchuk!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Filosoficamente scacchi! Teoria della semplicità.

Posted by Arcobaleno su gennaio 22, 2010

“Scacco matto!” Disse il vecchio Evaristo con la mano tremante.
“Al diavolo… ma, alla fine, stavo meglio io…” Rispose acido l’altro signore anziano, Ernesto.
Evaristo e Ernesto erano amici da lunga data e amavano disquisire sulle varie posizioni. Se uno dei
due vinceva, l’altro aveva da ridire sul motivo della vittoria. Da circa cinquant’anni andava avanti
così. Quel giorno invece…
“Finiamola una volta per sempre. Cerchiamo una conclusione sul come valutare una posizione. In
modo oggettivo e inequivocabile. Definitivo.” Disse Evaristo secco.
“Bene. Proponi!” Disse in tono di sfida Ernesto.
“Ci serve un parametro universale per giudicare una posizione. Qualcosa di semplice e sempre
presente per stabilire con certezza chi sta meglio o peggio.”
“Quale sarebbe questo parametro? Gli scacchi si giudicano da posizione a posizione. Essi amano la
relatività.” Sentenziò Ernesto. “Inoltre, c’è la relatività del giocatore che concepisce valutazioni
diverse da un altro.”
“Questo relativismo mi pare troppo estremo. Se così fosse, non potremmo dire che esistono delle
situazioni vinte matematicamente. Queste posizioni esistono. Cerchiamone le caratteristiche ed
estendiamone il parametro a tutte le altre.”
“Proviamo, proviamo.”
“In una situazione forzata noi operiamo dei calcoli. Questi non sono soggettivi, nel senso che o sono
giusti o sono sbagliati. Ciò si può verificare. Delle due l’una. Quindi il calcolo è oggettivo. Mi pare
un buon punto di partenza.”
“E’ vero, ma l’operazione è sempre relativa alla posizione.”
“Però i calcoli sono sempre gli stessi, a prescindere dalla posizione particolare: conto dei pezzi,
spostamento di questi nell’immaginazione, somme di pezzi che controllano gli stessi punti… Ciò si
fa sempre, non è relativo perché i principi fondamentali che si applicano sono gli stessi e validi per
tutti.”
“Siamo sempre allo stesso punto. E’ la situazione specifica a determinare il calcolo. Dunque, il
calcolo è relativo.”
“Va bene… Abbiamo capito. Siamo d’accordo almeno sul fatto che i calcoli, indipendentemente
dalla posizione, sono determinati dalle medesime regole?”
“Si.”
“Allora dobbiamo trovare un’unità semplice che ci consenta di valutare la posizione in modo
oggettivo. Dobbiamo, cioè, trovare un punto concreto, oltre alle regole astratte. Così aggiriamo il
problema della soggettività che tu stesso hai posto.”
“Sono proprio curioso. Stiamo a vedere! Eh, eh eh!” Ridacchio Ernesto, scettico.
“Ecco, dobbiamo cercare qualcosa di semplicissimo, talmente semplice che non si può
ulteriormente dividere, scomporre. Questo dato deve consentirci di dare una valutazione esaustiva
della posizione.”
“Ah! La complessità degli scacchi è proverbiale e evidente. Non lo sai che è una delle poche attività
che attiva simultaneamente tutte le aree del cervello? E tu vorresti trovarci qualcosa di semplice?
Sei il solito vecchio scemo!”
“Su, aiutami. Cosa c’è di più semplice negli scacchi, secondo te?”
“Mah, il pedone. Il pezzo più elementare. Oppure penso ai finali di re e donna.”
“Però l’uno non può spiegare l’altro. Il fatto è che tu stai pensando a qualcosa di concretamente
semplice, che risolvi in fretta o sai usare. Ma il semplice come lo intendo io, non è questo. Ciò che
prima impari non è, per forza, il punto più semplice.”
“Bene, vecchio pazzo. Più semplice del pedone e dei finali di re e donna non trovo nulla. Ti sfido io
a trovare la pietra filosofale.”
“Allora, ci ho pensato a lungo. Secondo me la cosa più semplice è la casella. Il singolo semplice
stupido quadratino. In fin dei conti, possiamo descrivere tutto con le caselle e somme algebriche di
caselle. Se ci pensi bene, un pezzo non è altro che una serie di case controllate. Potremmo giocare a
scacchi senza pezzi tenendo presente, però, le case che essi controllano e non. Non possiamo
giocare a scacchi senza case, né si possono distruggere né mangiare. La mia idea: per valutare una
posizione non dobbiamo far altro che contare le case che controllano il bianco e il nero. Chi ne
controlla di più sta meglio e chi meno, peggio. Tenendo presente che le case vicino al re, sono più
importanti delle altre.” Concluse Evaristo seriamente.
“Possiamo provare. La tua teoria è affascinante!” Disse colpito Ernesto.
“Potenza del ragionamento scientifico!”

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli scacchi Alice

Posted by Arcobaleno su gennaio 21, 2010

Scacchi Alice

Furono inventati nel 1954 da un inglese di nome V.R.Parton, che diede loro il nome dell’omonima eroina di Lewis Carroll. Ci vogliono due scacchiere e un set di pezzi. Il gioco inizia con tutti i pezzi su una sola scacchiera. Quando si muove un pezzo si deve trasportarlo, grazie al “viaggio Attraverso lo Specchio”, sull’altra scacchiera. Le regole degli scacchi sono da seguire solo sulla scacchiera dove si inizia la mossa. I pezzi sulla seconda scacchiera non possono essere mangiati. Per esempio:

1. e4 d5 2. Ae2 dxe4 3. Ab5 scacco matto. L’alfiere è riapparso sulla prima scacchiera. Il Re Nero non può muoversi e ogni pezzo che cerca di interporsi sparisce subito sulla seconda scacchiera.

Un gioco lievemente confuso.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Bella Topalov!

Posted by Arcobaleno su gennaio 10, 2010

TopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalov

Questo blog sostiene il GM Bulgaro ex Campione del Mondo di scacchi!

Forza Topalov osserviamo estasiati l’estro sinuoso dei tuoi movimenti,

i tuoi sacrifici infervorano la scacchiera, prendiamo fuoco insieme ad essa.

Or Veselin, impugna lo scettro, avanza di passi due il pedone del re, 

che la tua azione Volga sul lato di donna, noi arroccheremo insieme a te!

TopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalovTopalov

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | 1 Comment »

Lista Elo Fide all’1/1/2010 scacchisti residenti in Emilia-Romagna

Posted by Arcobaleno su gennaio 7, 2010

Sono 217 i giocatori dell’Emilia-Romagna tesserati FSI 2009 con Elo Fide all’1 gennaio 2010.
Rispetto all’aggiornamento all’1 novembre 2009, si segnalano con piacere nuovi ingressi di under 16.
Come al solito, invitiamo a segnalare al Comitato eventuali errori od omissioni.

1 RONCHETTI Niccolo’ RA IM 2423
2 SCALCIONE Michelangelo BO FM 2372
3 VEZZOSI Paolo PR IM 2370
4 ZIMINA Olga MO WG 2319
5 COSTANTINI Roberto RN FM 2311
6 TIRABASSI Maurizio MO FM 2306
7 NEGRINI Claudio BO FM 2305
8 MASCELLANI Marco BO FM 2303
9 IOTTI Pierluigi RE FM 2293
10 MALFAGIA Andrea BO FM 2286
11 BRANCALEONI Maurizio RN FM 2275
12 VANCINI Edoardo BO FM 2273
13 TOMBA Ivan BO FM 2271
14 CALAVALLE Giulio BO M 2263
15 ANCESCHI Vittorio RE M 2251
16 MINARELLI  Guido FE M 2250
17 COCCHI Andrea BO FM 2245
18 DREI Andrea RA FM 2240
19 ALDROVANDI Antonio BO M 2232
20 MOLINA Fabrizio BO FM 2228
21 TURCI Stefano RE M 2228
22 ALDROVANDI Costantino BO IM 2222
23 VOLTOLINI Mario RN M 2215
24 GOVONI Fausto BO M 2203
25 LAGROTTERIA Salvatore FC M 2201
26 ZINANI Alessandro PR M 2197
27 PELAGATTI Alessandro PR M 2194
28 BARILLARO Luca MO M 2186
29 BURIANI Andrea BO CM 2186
30 FRANCHINI Gabriele MO FM 2184
31 PANTALEONI Claudio BO M 2179
32 GALASSI Federico BO CM 2176
33 CASADEI Mauro RN CM 2173
34 SALAMI Marco PC M 2168
35 BENETTI Francesco BO CM 2167
36 CONTI Valerio BO M 2161
37 GILEVYCH  Artem BO CM 2160
38 MAMBRINI Augusto MO CM 2160
39 TRONCOSSI Luca RA CM 2160
40 FERRI Massimiliano RN CM 2159
41 TENCATI Giuseppe PC CM 2159
42 BALDAZZI Stefano BO CM 2158
43 SANTI Andrea BO CM 2158
44 BIANCHI Andrea BO CM 2148
45 VIVO Mario PR M 2148
46 VILLA Flavio RE CM 2146
47 FRIGIERI Fabrizio MO CM 2129
48 KANINA  Adriatik RN CM 2128
49 LAPENNA Antonio MO CM 2124
50 CUGINI Verter RE M 2122
51 DANN Timothy FE CM 2119
52 PRELATI Maurizio RA CM 2117
53 PALMIOTTO Fiorentino BO M 2104
54 BARTOLOZZI Roberto FC CM 2102
55 BONADE’ Massimo PC CM 2092
56 BRIGATI Alessandro PC CM 2092
57 PIPITONE Antonio PR CM 2092
58 ORI Marco RA CM 2089
59 CHIERICI Marianna RE WF 2087
60 VITA Fabrizio BO CM 2082
61 CAMPINI Marco FE CM 2074
62 LUCCHI Lorenzo RN CM 2073
63 BARACCA Paolo RA CM 2068
64 CAMERINI Lorenzo RE CM 2066
65 VIOLA Mario MO CM 2065
66 DI MICHELE Rocco BO CM 2064
67 PAOLI Walter MO CM 2063
68 PANIZZI Giuseppe PR CM 2058
69 BARBIERI Giovanni MO CM 2055
70 SEMERIA Marco BO CM 2052
71 GAIBA Paolo BO CM 2051
72 VECCHI Eugenio BO CM 2047
73 VINCENZI Marco MO CM 2042
74 GUASTADINI Paolo BO CM 2039
75 OCCARI Maurizio FE CM 2038
76 COSTANTINI Laura RN CM 2037
77 REBEGGIANI Luca BO CM 2035
78 GAIDO Paolo BO M 2034
79 PIVOTTO Carlo FE CM 2021
80 MARINELLI Gian Marco MO CM 2011
81 POLTRONIERI Michele FE CM 2008
82 MARCIELLO Armando MO CM 2007
83 MURARO Alberto RA CM 2004
84 BONUGLI Carlo PR CM 2003
85 SALZANO Guido RA CM 1998
86 REZZUTI Vincenzo BO CM 1996
87 RICCHI Luca MO 1N 1994
88 CALZA Gabriele PC CM 1992
89 MAZZONI Carlo PR 1N 1991
90 GIOVANNINI Roberto RN CM 1978
91 SERNAGIOTTO Mirko Virgilio BO CM 1977
92 VINCENZI Andrea FC 1N 1974
93 GASPARI Mauro BO 1N 1973
94 BUSETTO Giorgio FC 1N 1972
95 BENINCASA Marco MO CM 1970
96 SFERA Mattia MO 1N 1970
97 MAIETTI Luca FE CM 1967
98 RICCI Alfredo FE CM 1967
99 GRILLO Francesco PR CM 1965
100 GAMBERINI Davide BO CM 1963
101 NICCOLI Paolo BO 1N 1962
102 BOCCI Alessandro PR 1N 1961
103 LOMBARDINI Giulio RE CM 1956
104 FIORENTINI Paolo MO 1N 1954
105 MONDUCCI Mirko RA CM 1948
106 BONETTI Carlo BO CM 1945
107 MOI Roberto MO CM 1945
108 VICARI Luigi BO CM 1943
109 ARNETTA Marianna BO CM 1940
110 ANTONIACCI Riccardo RN CM 1934
111 DE-LILLO Michele BO 1N 1934
112 GIOVANNARDI Mirko BO 1N 1931
113 MARCONCINI Fabio BO 1N 1931
114 PEDRAZZI Giuseppe RE CM 1931
115 ANDRUCCIOLI Daniele RN 1N 1924
116 SALVIOLI Alessandro MO 1N 1924
117 IORI Piero RE 1N 1923
118 RIGATTIERI Uber RE 1N 1923
119 QUATTRINI Massimo BO 1N 1922
120 ZUCCHERI Giuseppe PR 1N 1920
121 LUGLI Claudio MO 1N 1919
122 PELLICONI Vanes BO CM 1915
123 CHIARION Elisa MO 1N 1913
124 DOBBOLETTA Alex BO 1N 1907
125 DI TRAPANI Davide MO 1N 1905
126 GIORGI Sandro RA 1N 1905
127 VEZZELLI Francesco MO 1N 1905
128 BOLOGNESI Alberto FE 1N 1903
129 MEZZETTI Amedeo BO CM 1902
130 DI GIUSEPPE Giovanni BO 1N 1900
131 PICCININI Samuele BO 1N 1900
132 NATOLI Andrea BO 1N 1894
133 PAZZINI Elia RN 1N 1894
134 TIRELLI Mauro PC 1N 1894
135 DA-FORNO Roberto RN 1N 1891
136 PRATI Alessandro PC 1N 1890
137 COTTARELLI Franco PR CM 1887
138 DE BIAGGI Paolo MO 1N 1887
139 FALSETTI Paolo PC 1N 1887
140 BALBONI Lamberto FE 1N 1885
141 BONOLDI Fabio FE 1N 1882
142 CARRARA Salvatore RA CM 1881
143 BERTAZZONI Giuseppe RE 1N 1876
144 MUCCINI Marco RN 1N 1874
145 SALATI Paolo PR 1N 1872
146 CASADIO Alviero MO 1N 1868
147 LAPENNA Michelangelo MO 1N 1867
148 BINDER Andrea FE 1N 1866
149 GARDI Riccardo BO 1N 1862
150 PINNA Ferdinando PR 1N 1852
151 VITIELLO Luigi MO 1N 1850
152 MAESANO Marco FE 1N 1846
153 SANZANI Pierluigi BO CM 1846
154 CONTI Silvio RN 1N 1843
155 DEL-VECCHIO Gastone RA CM 1842
156 DIONIGI Riccardo MO 1N 1839
157 GOZZI Giorgio MO 1N 1835
158 MARANI Luca BO 1N 1835
159 GIUSSANI Igor RA 1N 1831
160 GIUFFRE’ Salvatore FE 1N 1829
161 SITTA Marco FE 1N 1829
162 FAGNANI Alessandro BO 1N 1824
163 CASTELLINI Alessandro FC 1N 1822
164 GIGLI Claudio RN 1N 1819
165 BEZZI Alessio RA 1N 1818
166 CORALLI Nevio BO 1N 1818
167 FRAGNI Enrico BO 1N 1816
168 CUCCOLINI Milo RE 1N 1811
169 GAROFALO Sergio MO CM 1807
170 LOMBARDI Davide RN 1N 1807
171 MANTOVANI Enrico PR 1N 1806
172 VENNI Alberto BO 1N 1806
173 BACCHELLI Andrea BO 1N 1805
174 BONGIORNI Gabriele PC 1N 1804
175 BONADE’ Giacomo PC 1N 1803
176 DORATI Giuseppe MO 1N 1801
177 CAVICCHIO Fabio RA 1N 1800
178 GIORDANI Roberto BO 2N 1799
179 GHINELLI Alberto RN 2N 1794
180 SETTI Roberto MO 2N 1786
181 GRAZIANI Roberto RA 2N 1774
182 TAMASSIA Gabriele MO 1N 1773
183 ZUCCARO Guido PR 1N 1768
184 SERRI Cristiano RE 2N 1766
185 SOLINAS Roberto FE 1N 1750
186 DE-ZAIACOMO Tonino BO 1N 1748
187 CAVAZZONI Carlo Alberto MO 2N 1747
188 FIORENTINI Davide MO 2N 1742
189 CASTELLI Antonio MO 2N 1729
190 CATELLI Domenico RE 2N 1729
191 CASADEI Marco FC 2N 1727
192 LENTI Cosimo BO 2N 1720
193 POTENZA Gaetano PC 2N 1720
194 TRAVERSI Carlo BO CM 1717
195 CAVAZZINI Umberto FE 2N 1716
196 BERTOZZI Luca BO 2N 1715
197 DE SIMONE Sorrentino Fabio BO 2N 1714
198 VENTURELLI Giuseppe MO 2N 1692
199 MILU Tatiana BO 2N 1685
200 FUOCHI Tommaso BO 2N 1679
201 NONNI Nazario BO 2N 1679
202 GUGNALI Gianni RN 2N 1667
203 CARLETTI Angelo RA 2N 1665
204 GUALTIERI Primo PR 2N 1665
205 GULINELLI Euro RA 2N 1662
206 MENDOLA Giovanni RA 2N 1661
207 CATALANO Luigi RN 1N 1659
208 FERRAGUTI Francesco MO 2N 1658
209 MARZANO Giovanni BO 2N 1645
210 LANDI Filippo MO 2N 1640
211 POMANTE Sergio BO 2N 1639
212 CAFFARELLI Cristiano BO 2N 1625
213 GASPERINI Christian BO 2N 1625
214 CARLETTI Davide RA 2N 1623
215 VENTURELLI Ester MO 3N 1553
216 VENTURELLI Miriam MO 3N 1552
217 PICHI Claudio RA 3N 1547
218 GASPERINI Fabio BO 3N 1516

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Scacco Matto

Posted by Arcobaleno su gennaio 2, 2010

Il termine Scacco Matto secondo l’enciclopedia libera wikipedia deriva dal termine persiano “Shāh Māt”, che letteralmente non significa il re è morto, bensì il re è sconfitto! Furono gli arabi a portare il gioco in Europa, il loro termine “māta” significa in effetti morte.

Nella pagina di wikipedia vi è un grossolano errore nell’affermazione che scopo del gioco è la cattura del re! Scopo del gioco non è catturare il re bensì incastrarlo! Ossia fare in modo che il giocatore il cui re sia posto sotto scacco non abbia più mosse legali da eseguire! Ridicola l’asserzione che per convenzione il re non viene mai catturato! L’etica moderna stabilisce che un giocatore in palese inferiorità materiale, rassegni le armi senza giungere allo scacco matto, ma in passato l’etica voleva che il giocatore in inferiorità proseguisse la partita fino allo scacco matto!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Wizard Chess for Christmas

Posted by Arcobaleno su dicembre 24, 2009

I don’t want to go home for Christmas this year
I don’t wanna see my family
I just wanna stay at school for this Christmas Break
I just wanna stay at school with my best friend Ron

Oh oh oh oh oh
We’ll spend the Christmas playing wizard chess
Oh oh oh oh oh
We’ll play wizard’s chess this Christmas

Ron’s mom sent him a nice package of presents
She sent me a nice big sweater
I got a mysterious gift from my dead dad
It was an invisibility cloak
How rad!

Oh oh oh oh oh
We’ll spend the Christmas being invisible
Oh oh oh oh oh
We’ll be invisible this Christmas
Oh oh oh oh oh
We’ll spend the Christmas playing wizard chess
Oh oh oh oh oh
We’ll play wizard’s chess this Christmas
Oh yeah!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Sciocchi suggerimenti per giocatori di scacchi amatoriali

Posted by Arcobaleno su dicembre 18, 2009

  1. All’inizio di ogni partita muovere sempre un pedone o un cavallo.
  2. Se giocate all’aperto abbiate l’accortezza di far battere il sole negli occhi del vostro avversario.
  3. Mai distogliere lo sguardo dal tuo avversario, neanche quando s’inchina.
  4. Mai fare l’ultimo errore.
  5. Se vedete una buona mossa non giocatela!
  6. Giocate la difesa Arrowhead, un ragazzo del posto mi ha detto che suo padre gli insegnò che contro ogni mossa del bianco la miglior risposta consiste in 1. … d6 2. … f6 3. … e5.
  7. Mai giocare con bambini o animali.
  8. La durata di una partita dovrebbe essere direttamente collegata alla resistenza della vescica umana.
  9. Fate sempre soffrire l’avversario più che potete.
  10. Se non potete stupire l’avversario con mosse brillanti, battetelo come un toro.
  11. Mantenete il sorriso, l’avversario si chiederà che cosa state preparando.
  12. Più tempo perdete e più tempo dovrete recuperare.
  13. Se tutto sembra andare per il meglio, ovviamente, vi è sfuggito qualcosa.
  14. Non bevete durante il gioco, potreste rovesciare la birra.
  15. Un buona partita è data da un 5% d’ispirazione, un 15% di traspirazione, e per un 80% di disperazione.
  16. Non studiate le aperture, perché ognuno studia le aperture.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Auguri a tutti gli sportivi dal Coni Provinciale di Rimini

Posted by Arcobaleno su dicembre 16, 2009

Adriano Gasparini, l’attuale segretario del Coni di Rimini ci ha invitato allo scambio di auguri tra tutti gli sportivi della Provincia di Rimini.

Posted in curiosità | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chi è la più bella scacchista del mondo?!

Posted by Arcobaleno su dicembre 15, 2009

 

Gli amici sammarinesi risponderanno probabilmente Arianne Caoili, che tra l’altro recentemente ha pure vinto un torneo ad inviti a Londra, il primo premio ammontava a 200 Sterline.

Classifica dopo il turno 9

Rank Name Fed. Rating 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Score
1 WIM Caoili, Arianne AUS 2206 x 0  1  1  1  1  1  1  1  1  8.0
2 IM Lalic, Susan K ENG 2310 1  x 0  1  0  ½  1  1  ½  1  6.0
3 WIM Van Weersel, Arlette NED 2193 0  1  x 1  0  ½  ½  1  1  ½  5.5
4 Ikonomopoulou, Maria GRE 2065 0  0  0  x 1  1  1  1  1  0  5.0
5 De Seroux, Camille SUI 1989 0  1  1  0  x ½  1  0  1  0  4.5
6 Winkelmann, Elena GER 2119 0  ½  ½  0  ½  x ½  1  0  1  4.0
7 WFM Yurenok, Maria S ENG 1968 0  0  ½  0  0  ½  x ½  1  1  3.5
8 WFM Chevannes, Sabrina L ENG 2042 0  0  0  0  1  0  ½  x ½  1  3.0
9 WFM Smith, Olivia WLS 2026 0  ½  0  0  0  1  0  ½  x 1  3.0
10 WIM Frick, Denise RSA 1920 0  0  ½  1  1  0  0  0  0  x 2.5

Sarei proprio curioso di conoscere quali sono le vostre preferenze!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

One Night in Bangkok tratta dal musical Chess

Posted by Arcobaleno su novembre 30, 2009

Chess è un musical del 1984 con testi di Tim Rice e musiche di Björn Ulvaeus e Benny Andersson, ex componenti del gruppo svedese ABBA.

La canzone One Night in Bangkok ha verosimilmente regalato l’immortalità al suo interprete:

Murray Head

Nel musical si narra di un triangolo amoroso tra un giocatore di scacchi russo ed uno americano, durante un Campionato del Mondo di scacchi; il carattere del americano, interpretato da Head, è stato liberamente tratto da quello di Bobby Fisher, alcuni elementi della storia sono invece ispirati alla vita di Anatoly Karpov.

Chess può essere considerata l’ennesimo tentativo di rappresentare la più grande sfida di un Campionato del Mondo di scacchi mai messa in scena, (Fisher-Karpov 1975).

Posted in curiosità, notizie, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Il video di scacchi più divertente!

Posted by Arcobaleno su novembre 19, 2009

Questo è il video di scacchi più divertente che abbia visto! 

Nel video viene riproposto il famoso scaccomatto di Légal:

1. e4 – e5 una partita aperta, ci sarà spettacolo sulla scacchiera

2. Cf3 – d6 la difesa Pirc è passiva, bisogna fare attenzione all’iniziativa del bianco

3. Ac4 – Ag4 il nero è contento di inchiodare il cavallo, ma era meglio sviluppare l’altro alfiere!

4. Cc3 – g6 mmm questo è un errore che perde minimo un pedone

5. Cxe5 – Axd1 al nero non pare vero di poter catturare impunemente la regina 

6. Axf7+ – Re7 ed infatti avrebbe fatto meglio a perdere soltanto un pedone catturando il cavallo in e5

7. Cd5# ed il re nero con il suo esercito sparisce nel nulla!

Posted in curiosità, partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il più famoso travestito della storia

Posted by Arcobaleno su novembre 11, 2009

charlesgenevieve_deon

Il cavaliere d’Eon è stato il più famoso travestito della storia. Charles Genèvieve Louis Auguste André Thimothée d’Eon de Beaumont (1728-1810) ha avuto una pittoresca carriera come diplomatico, spadaccino, giocatore di scacchi, suora e dama di compagnia dell’imperatrice di Russia. Si truccò da donna quando faceva la spia per Luigi XV e si affezionò alla parte; trascorse metà della sua vita vestito da donna (l’altra metà a travestirsi da uomo dicendo di essere suo fratello). Era talmente convincente, che gli fu chiesto di recarsi alla corte di Versailles, sempre e solo vestito da donna; così divenne la dama di compagnia di Maria Antonietta.

In seguito passò diversi anni a Londra dove si affermò noto giocatore di scacchi (e membro del St. George’s Club); tanto abile da battere Philidor in una simul. Il cavaliere era una vera celebrità, principalmente per le innumerevoli scommesse piazzate sul mistero del suo sesso. Nel 1810 tutte le scommesse furono saldate, quando il cavaliere morì e l’autopsia stabilì la sua mascolinità.

 

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Una canzone per imparare a giocare a scacchi!

Posted by Arcobaleno su novembre 4, 2009

Sulle note di Maneater di Nelly Furtado, la ragazza del video ci insegna le regole degli scacchi, non vi è dubbio che poteva fare meglio dal punto di vista tecnico, la presa en passant non è molto chiara ed al minuto 4:30 la posizione presente sulla scacchiera è illegale, il re nero si trova contemporaneamente sotto scacco da parte della regina e dell’alfiere e questo non può mai verificarsi!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un omicidio raffinato

Posted by Arcobaleno su novembre 3, 2009

Omicidio Berthaelot

L’omicidio più raffinato perpetrato con gli scacchi fu quello di cui rimase vittima il nipote di Carlo Magno, Berthelot. Stando a quanto ci narra Caxton, un certo Renaud de Montauban, cavaliere francese che senza dubbio doveva essere stanco di perdere, trasformò una scacchiera d’oro in un singolare oggetto contundente e colpì Berthelot così forte che gli ruppe i denti.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Nascita di una Strategia

Posted by Arcobaleno su novembre 1, 2009

Nascita-della-strategia

Navigando in rete ho trovato delle affascinanti stampe a tema scacchistico! L’illustratore è Justin Michael Jenkins, che lavora come webmaster e webdesigner nei siti in cui scrive Susan Polgar.

L’opera del diagramma si intitola “The Birth of a Strategy”, che può essere ordinata nel sito dell’artista!

I prezzi dei lavori non sono elevati dato che si tratta di stampe e non di quadri. Al posto di coppe o trofei potrebbe essere una buona idea acquistarli per premiare i vincitori dei tornei di scacchi!

 

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Felice Halloween

Posted by Arcobaleno su ottobre 31, 2009

Happy-Halloween
Lo scorso 31 Ottobre festeggia la Festa di Halloween giocando a scacchi con gli amici di Rimini e San Marino. Questa sera andrò a dormire presto, dato che domani faremo attività scacchistica al Circolo scacchi di Cattolica.

Il popolo dei Celti, che viveva in Irlanda, alla fine di ottobre celebrava l’arrivo dell’inverno con una festa chiamata “All Hallow even”, cioè la vigilia di tutti i Santi. Si accendevano fuochi attorno ai quali tutti danzavano, indossando maschere per spaventare le streghe.
In ricordo di quell’antica festa, ancora oggi si festeggia Halloween la notte del 31 ottobre; in questa notte i bambini solitamente si mascherano e bussano alle porte delle case, dicendo: “Trick or treat”, cioè “dolcetto o scherzetto”. Chi apre la porta offre loro biscotti e caramelle.
Il giorno dopo Halloween è Ognissanti, cioè la festa di tutti i Santi. Simbolo di Halloween sono le zucche con dentro una candela: la loro luce serve a tenere lontani gli spiriti della notte.

Posted in curiosità | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ciao ora legale!

Posted by Arcobaleno su ottobre 25, 2009

ora_legale

Ero in zeinot, stavo perdendo per il tempo, ma grazie al ritorno dell’ora solare sono riuscito a non perdere la partita!

A parte gli scherzi, noi scacchisti abbiamo la fortuna di giocare le nostre partite al coperto e quindi non risentiamo dell’accorciarsi delle giornate, anche se subiamo indirettamente tale cambiamento d’orario; infatti alla domenica le partite di calcio cominceranno e termineranno prima, quindi avremo più tempo per andare a giocare a scacchi al circolo!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mirko Omiccioli e Monia Galeotti si sposano a Fermignano!

Posted by Arcobaleno su ottobre 24, 2009

I-testimoni

Il 24 Ottobre 2009 sarà ricordato come, il giorno in cui la Regina di Fermignano Monia Galeotti è riuscita a ‘strappare’ il SI al nostro segretario Mirko Omiccioli.

Il_Baffo

Il cattolichino a dir la verità, ha pronunciato la canonica trilogia affermativa sovrapponendo il proprio verbo enfatico all’entusiasmo espresso dalla giovane sposa.

Mirko&Monia

SI! Gli sposi han dato prova che si tratta di amore!

Governo_Ladro

Governo Ladro! Non bastasse la pioggia caduta nel primo mattino, gli amici hanno chiesto agli sposi un altra prova d’AMORE!

Tempesta_d'Amore

Mirko e Monia ci hanno fatto capire che le tempeste si acquietano con i baci.

Insieme_per_la_vita

Il messaggio subliminale è chiaro e se vi chiedete che fine ha fatto lo sposo…

Mirko_Omiccioli

… da cavallo di razza, lo sposo è pronto a trainare la ‘carretta’ per il sollucchero della propria Regina.

Karaoke

Coreograficamente questo matrimonio è stato tra i più riusciti a cui ho partecipato, karaoke e documentario cinematografico sullo stile di vita della neo sposa hanno deliziato gli invitati.

scaccomatto

Va be ci hanno preso gusto…

Brindisi

… brindiamo anche noi al loro sodalizio!

Amici

Olga, Fabio, Silvia, Euro, Luca, Veronica, Marco, Lucia.

Io_C'ero

Foto di gruppo.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Nefele

Posted by Arcobaleno su ottobre 23, 2009

Issione con la ninfa Nefele nelle sembianze di Era; Pierre Paul Rubens (1615), Musée du Louvre, Paris

Issione con la ninfa Nefele nelle sembianze di Era; Pierre Paul Rubens (1615), Musée du Louvre, Paris

Essa riempiva le mie notti

Di aggraziati momenti

E tra l’avorio e l’ebano,

Lieve,

Leggeva

Nella mia mente

L’attacco,la difesa

E l’attesa

Di un sorriso

Ad illuminare

Un gioco perenne

Di finta seduzione

Tra un giocatore

E la sua ombra

Assente.

by *Thunderwolf*

 

La poesia mi è stata inviata dal amico Giovanni Burgada, che l’aveva dedicata, alla fine degli anni ’90, alla propria musa svizzera “Nefele” conosciuta anch’ella su internet grazie al gioco degli scacchi!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Come ragiona il principiante quando inizia a giocare a scacchi

Posted by Arcobaleno su ottobre 22, 2009

Scacchisti_principianti

Lo sviluppo mentale del giocatore di scacchi è un graduale passaggio da uno stato di caos, a una chiara concezione del gioco. Il tempo necessario per tale sviluppo dipende in gran parte dal talento dell’allievo, ma fondamentali sono le  metodologie di allenamento.

La maggior parte dei principianti non si applica granché sullo studio di particolari fasi del gioco degli scacchi, appena hanno imparato i movimenti corrono a spostare i pezzi senza una particolare strategia o finalità. E’ evidente che le prospettive di sviluppare brillanti strategie sono minime. Il principiante gioca senza piano, perché i piani che si accavallano nella sua testa sono molteplici e non sa decidere quale sia il migliore rispetto ad un altro.

Eppure dopo aver visto migliaia di partite giocate da principianti è evidente che possiedono uno stile comune. Nelle prime fasi della partita i pedoni sono spinti in avanti freneticamente, perché non apprezzano il potere ed il valore dei pezzi. Consapevoli della inferiorità dei pedoni, il principiante non realizza che deve essere vantaggioso utilizzare la maggiore potenza dei propri pezzi, ma è prioritariamente interessato ad attaccare i pezzi avversari con i pedoni. Il suo scopo non è quello di sviluppare le proprie forze, ma di indebolire quelle del suo avversario. Le combinazioni sono eseguite nella speranza che l’avversario compia errori, non ragionando su quali siano le migliori difese offerte dalla posizione. Quando la maggior parte delle sue pedine sono scomparse dalla scacchiera, si prodiga a portare in gioco i pezzi rimasti nelle retrovie. Ha una grande simpatia per la Regina a causa della sua grande mobilità e  per il cavallo grazie al suo movimento bizzarro che ne fanno il pezzo ideale per prendere l’avversario di sorpresa. Guardando le partite dei principianti si osservano peripatetiche mosse di regina e sconsiderate incursioni di cavalli e quando i pezzi dalle retrovie si gettano nella mischia si osservano fantastiche combinazioni in cui il caos regna sovrano.

Posted in curiosità, scacchi | Leave a Comment »

L’errore di Garry Kasparov

Posted by Arcobaleno su ottobre 21, 2009

Sulla mimica facciale di Garry Kasparov vi è amplia documentazione, tale che varrebbe la pena di scriverci un libro.

In questo curioso video, il più forte giocatore di scacchi di tutti i tempi si trova in posizione vincente contro l’attuale Campione del Mondo Vishy Anand!

Siamo nel 1996 è l’ultima partita del match blitz e Garry che si trova in vantaggio vincente cattura con la propria regina un alfiere in e3, ma lascia sguarnito il pedone in g4 ed Anand ne approfitta per conquistare un vantaggio decisivo che gli varrà anche la vittoria del torneo!

Garry è sbalordito, i suoi occhi parlano più di mille parole; questo video è passato alla storia ed è uno sponsor di eccelenza per la “Credit Suisse”, ora che i riflettori sono spenti si può riflettere su quanto abbia fruttato al Campione del Mondo una tale rappresentazione teatrale. 

Kasparov insegna che se si perde lo si può fare con stile, il suo non mi sembra tra i più eleganti, d’altronde non è mai eccelso in compostezza, Garry è sempre stato l’antagonista per eccellenza, per sua fortuna ha trovato in Karpov il rivale che rappresentava il Sistema. Il suo talento e la sua megalomania hanno trovato sulla scacchiera, terreno fertile sul quale prosperare, a chi lo avrebbe voluto vedere opposto a Bobby, suggerisco l’idea che il GM di Baku sia il naturale erede del geniale americano ed il suo più grande errore è stato quello di rifiutare il confronto entro le 64 caselle.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 2 Comments »

Tirare un bidone è come giocare a scacchi!

Posted by Arcobaleno su ottobre 20, 2009

confidence-la_truffa_perfetta

Un bidone di classe è come una rappresentazione in cui ognuno recita la propria parte.

E’ come giocare a scacchi devi prevedere ogni possibile mossa. Devi prevedere tutto!

Sono alcune delle massime espresse nel film “Confidence – La truffa perfetta”.

Schiantato dalla critica a me è piaciuto, poco importa che sia più adatto per una visione televisiva piuttosto che per una cinematografica.

Nel film vi sono vari riferimenti alla partita di scacchi, si narra che un buon giocatore debba prevedere anche 20 mosse di fila! 

Ogni maestro di scacchi possiede uno stile che lo contraddistingue dagli altri.

L’apertura della partita di scacchi è il vestito che indossiamo per affrontare il mediogioco, un gambetto o un apertura bizzarra mettono in risalto il nostro stile.

Questo è il discorso tra King e Jake Wig:

Allora che fai, tigre, freghi i soldi alla gente?
Ci vuole una certa tecnica per farlo.
Ah-ah. Insomma, ci vuole stile.
Eh. quello aiuta, non credi?
No no no lo stile è l’ultima cosa e ti spiego perché. Quando avevo la tua età, agli inizi, il mio primo vero colpo fu rapinare un tizio che si chiamava Chinatown Smith, ok?, niente di che, la mia parte era ottocento dollari. La prima cosa che faccio è comprarmi un vestito, giusto? Sembravo un figurino, era bianco. Sì era… era bianco… era bianco bianco… bianco-bianco-bianco-bianco-bianco! Oh!, mi stava da dio, amico, lo giuro, camminavo per strada e mi guardavano tutti, maschi e femmine.
Sì, non stento a crederlo.
E già. Comunque. Me lo metto per la prima volta, è ottobre, fa ancora caldo e noi ci stiamo rilassando a Malibu. E Chinatown Smith, eh?, ci becca, arriva in macchina con due scagnozzi e – bum-bum-bum, bum bum… bum! – sei di noi si mettono a riparo, poi torna la calma. Tutti si controllano da capo a piedi, e chi è l’unico che è stato colpito, indovina? E sai perché? Il vestito bianco. Io sono stato il primo che hanno visto, il primo a cui hanno mirato. Il primo che hanno colpito. Qual è la lezione, Jake?
Mai vestirsi di bianco in ottobre?
No. Che alcune volte, Jake, lo stile ti può uccidere.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Scacchi e Boxe – Chess Boxing

Posted by Arcobaleno su ottobre 15, 2009

chess-boxing

La lotta si svolge sul ring, ma le guerre infuriano sulla scacchiera. E’ considerato, dagli addetti al settore, lo sport del futuro. La chess boxing è la combinazione di due sport: – gli scacchi e la boxe.

Il regolamento è semplice:

– Si disputano 11 riprese, 6 di scacchi con il tempo di 4 minuti e 5 di boxe con il tempo di 3 minuti, vi è un intervallo di un minuto tra una ripresa e l’altra. Vince chi da scaccomatto o mette Ko l’avversario. Si può vincere anche per il tempo, al momento non mi sono noti casi di patta, anche lo stallo è una situazione che pone termine al match!

Il Grande Maestro Botvinnik considerava la boxe un pessimo sport collaterale agli scacchi, per via delle botte in testa che si prendono, per cui questa variante attiva dal 2003 mi lascia alquanto perplesso. Negli ultimi giorni le testate giornalistiche d’informazione nazionale hanno messo questa disciplina in primo piano, poiché il titolo di campione del mondo è stato conquistato dal follonichese Gianluca Sirci vincendo per scaccomatto!

In alcuni circoli di scacchi questa disciplina sarebbe acclamata a ‘furor di popolo’, anche se i duellanti preferirebbero terminare prima la partita di scacchi e poi passare al match di boxe!

Per chi vuole affacciarsi a questa disciplina suggerisco di visitare il sito della World Chess Boxing Organization.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Il matrimonio e gli scacchisti!

Posted by Arcobaleno su ottobre 11, 2009

 

Alekhine_Capablanca

Alekhine_Capablanca

 

 

Alekhine detiene il record di campione mondiale con il maggior numero di mogli. Si è sposato quattro volte e tre delle mogli erano più anziane di lui. Nonostante tutto, e a differenza di Capablanca, era molto più interessato agli scacchi che alle donne. Durante il torneo londinese del 1922, lui e Capa furono condotti ad uno schow.

Si narra che Alekhine non abbia mai sollevato gli occhi dalla sua scacchiera tascabile, mentre il cubano non ha mai distolto lo sguardo dalle ballerine!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scaccopoli – Le mani della politica negli scacchi

Posted by Arcobaleno su ottobre 3, 2009

Ho trovato in rete un video molto interessante inerente la storia degli scacchi.

Mario Leoncini ha pubblicizzato su Youtube il proprio libro “Scaccopoli – Le mani della politica negli scacchi”.

Da Stalin a Hitler. L’uso degli scacchi a fini politici. La fortuna degli scacchi nel Novecento tra totalitarismi e guerra fredda

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Chi meno gioca più guadagna!?

Posted by Arcobaleno su settembre 22, 2009

Fine_estate

Conseguentemente all’entrata in vigore del nuovo regolamento degli scacchi, il rating Fide viene aggiornato ogni 2 mesi.

Stavo controllando la mia posizione nello scacchiere italiano ed internazionale, questa estate pur non avendo giocato partite valide per la variazione elo, ho constatato un balzo in avanti di ben 17 posti nella classifica dei migliori giocatori italiani! Sarei curioso di affrontare i 210 scacchisti che mi precedono, per valutare quanto affidabile sia il punteggio elo. Nel mondo ho addirittura scalato 166 posizioni, ma nei prossimi anni dei 14191 giocatori che mi precedono, se ne incontrerò una trentina sarà già un successo.

Ho scelto di non giocare più tornei di scacchi fino al termine del 2009, il rating non centra proprio niente, ho semplicemente scelto di tenermi del tempo libero nel week-end, chissà… magari divento maestro senza giocare 🙂

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La quadriglia di scacchi

Posted by Arcobaleno su settembre 15, 2009

Quadriglia
Altre manifestazioni collaterali previste durante il 5° Festival Scacchistico Internazionale Città di Cattolica erano i tornei lampo serali. I motivi per i quali non siamo riusciti a disputarli sono stati molteplici, ma nella sera di giovedì 10 Settembre, ci siamo ritrovati in 4 alla palestra delle scuole medie Filippini e non abbiamo perso occasione di disputare un simpatico gioco che oltretutto allena anche la fantasia e la velocità di calcolo. Comunemente noto come ballo popolare la quadriglia è anche una variante degli scacchi che si gioca prevalentemente in coppia.

Nell’occasione il mio compagno di squadra era Massimiliano La Bella, una promettente prima categoria nazionale di Palermo, mentre i nostri avversari erano il Maestro bolognese Antonio Aldrovandi ed il Maestro Fide Riccionese Maurizio Brancaleoni.

Nel primo set in cui ero opposto ad Aldrovandi abbiamo perso 3-1, mentre nel secondo set in cui ero opposto a Brancaleoni ci siamo presi la rivincita con il medesimo punteggio. A quel punto ci sarebbe scappata “la bella”, per l’appunto la morosa di Massimiliano fremeva per andare a prendere il treno, sicché abbiamo concordato un pari e patta senza ripetizione di mosse, fissando l’appuntamento per la prossima edizione del Festival Scacchistico Internazionale Città di Cattolica.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Evgeny e Vladimir Sveshnikov Vs. Gianantonio Me e Alessio Bezzi

Posted by Arcobaleno su settembre 14, 2009

Evgeny_Sveshnikov
Tra le manifestazioni collaterali al 5° Festival Scacchistico Internazionale Città di Cattolica era prevista una simultanea tenuta dal GM Evgeny Sveshnikov. Avendo cominciato il 1° turno con un ora di ritardo, a causa di giocatori che si erano preiscritti e poi non si sono presentati, vedi Solaroli Riccardo e Carnio Fortunato, abbiamo preferito posticipare quella manifestazione a lunedì 7 Settembre. Evgeny e suo figlio Vladimir sono stati molto gentili e visto l’esiguo numero di partecipanti, abbiamo pensato bene di giocare al Palace Waldorf Hotel delle veloci partite di divertimento, più che di allenamento, giacché Evgeny giocava 1 minuto contro 5 minuti; in una occasione a Gianantonio Me è sfuggita il matto in una mossa! Anche Alessio Bezzi si è approcciato a questi 2 Sacri Maestri della scacchiera, mentre io ho giocato qualche partita di allenamento con Fabio Lotti.

Intorno alle 23 la famiglia Sveshnikov ha manifestato l’intenzione di ritirarsi nella propria stanza, sicché dopo i ringraziamenti di rito, ci siamo dedicati all’analisi di qualche partita.

E’ stata una serata piacevole, sembrava di essere in un grande circolo di scacchi, quando ci ha raggiunto Sara Varinelli  ne abbiamo approfittato per ripassare un po’ di teoria riguardo alla Difesa Francese ed il giorno dopo seppur con uno score negativo, la sua partita ha rispecchiato ciò che avevamo previsto giocasse il suo avversario!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | 2 Comments »

Si può solo trionfare insieme

Posted by Arcobaleno su settembre 4, 2009

Alekhine_Alexander

Alexander Alekhine amava il gioco combinativo basato su audaci manovre strategiche, le sue partite sono ricche di combinazioni basate sul controllo di case chiave.

Alexander Alekhine amava giocare contro avversari di suo pari livello, poiché erano gli unici a poter rendere vibranti i suoi sacrifici.

Alexander Alekhine considerava gli scacchi una forma di arte, al quale scelse di dedicare interamente la propria vita.

Osservando lo stile del Grande Maestro sovietico ho capito che a scacchi come nella vita, ogni vittoria o sconfitta sono meri risultati fine a se stessi, il successo consiste nel trionfare insieme.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Gli Scacchi e la Chiesa

Posted by Arcobaleno su agosto 27, 2009

 

Santa Teresa D'Avila

Santa Teresa D'Avila

“Assurdo e libidinoso”
Quattro secoli di buio da parte della Chiesa per cavalli, alfieri e re
Il gioco fu dichiarato lecito dal cattolicesimo solo nel 1600 con
un’opera di San Francesco Sales, vescovo di Ginevra
La condanna di Pier Damiani e la riabilitazione con i Medici
– Il dossier –
di Adolivio Capece

Anche se il gioco degli scacchi in una forma molto simile all’attuale risale a circa mille e cinquecento anni fa, è solo da
quattro secoli che è stato dichiarato lecito dalla Chiesa.
Il merito, se così possiamo definirlo, è di San Francesco di Sales, allora vescovo di Ginevra, che nella sua “Introduzione alla vita devota”, scritta ad Annecy nel 1608, nel capitolo intitolato “Passatempi e divertimenti e anzitutto quelli leciti e lodevoli”, scrive:

– «A scacchi bisogna solo guardarsi dall’eccedere, perché se vi si impegna troppo tempo non è più sollievo, ma occupazione; non si solleva né lo spirito né il corpo, ma anzi si stancano e si svigoriscono entrambi. Uno che abbia giocato per cinque o sei ore agli scacchi nel levarsi è totalmente abbattuto e spossato di spirito».

Grazie a queste affermazioni nel 1609, quindi esattamente 400 anni fa, la Chiesa abrogò la «condanna» agli scacchi, che durava da quasi sei secoli. Artefice della condanna era stato San Pier Damiani, il santo anacoreta
che Dante ha messo nel suo Paradiso, allora cardinale di Ostia. In una lettera, la decima nella raccolta delle “Epistole”, nell’ottobre del 1061 scrisse a papa Alessandro II (Anselmo da Baggio, 1061-1073) di aver punito un vescovo fiorentino che a causa degli scacchi aveva totalmente trascurato i propri doveri religiosi, definendo il gioco
degli scacchi «disonesto, assurdo e libidinoso» e chiedendone la messa al bando.
Per rafforzare la richiesta lo abbinò ai dadi; del resto spesso a quei tempi in Italia si giocava decidendo il pezzo da muovere tirando i dadi, a prescindere dalla logica della posizione, sia per velocizzare la partita, sia per favorire le scommesse. E poiché i giochi con i dadi e d’azzardo in genere erano vietati dalla Chiesa, ecco scattare il divieto anche per gli scacchi.

La condanna venne però superata da molti nobili con l’ufficializzazione della netta differenza tra il gioco degli scacchi
e quello dei dadi. Quanto al popolo, che pure continuò a giocare, non se ne fece troppo cruccio, anche perché i popolani avevano ben altri problemi materiali per preoccuparsi di torri e regine.
Per capire a quali eccessi sia arrivata la condanna degli scacchi, basti pensare ad alcune testimonianze storiche del Quattrocento relative ai ben noti «bruciamenti di vanità». La domenica del 23 settembre 1425, per esempio, San Bernardino tenne a Perugia una predica tanto violenta contro le vanità che «li homini mandaro dadi, carte, tavolieri, scacchi e simili cose» e il tutto fu poi bruciato in piazza. E a Siena nel 1426 ancora San Bernardino in una predica
affermò che uno dei suoi frati, Matteo da Cecilia, aveva bruciato «duomila settecento scachieri in uno dì a Barzelona, che v’erano di molti che erano d’avorio».
E ancora nel 1496 e 1497 fu Girolamo Savonarola a far mettere al rogo anche gli scacchi in due famosi «bruciamenti di vanità» a Firenze in piazza dei Signori. Un testimone scrisse che venne eretta una specie di piramide alta trenta cubiti e che nel rogo c’erano «non piccole quantità di scacchieri e simili altri strumenti di Satana». Ma fu proprio a Firenze che si ebbe la prima scintilla per la riabilitazione del gioco, grazie alla dinastia dei Medici, e in particolare grazie ad un figlio di Lorenzo il Magnifico, Giovanni.

Nato nel 1475 e fin da giovane grande appassionato i scacchi, Giovanni de’ Medici continuò ad essere un importante mecenate per i giocatori dell’epoca anche quando nel 1513 divenne papa con il nome di Leone X.
Negli otto anni del suo pontificato, Leone X protesse il gioco e ne favorì la diffusione, anche nell’ambito delle strutture ecclesiali. La sua passione fu tale da essere segnalata perfino nell’opera “Storia dei Papi” del Pastor. E in un volume della fine del 1500 si trova poi questa citazione: «Papa Leone era solito abbandonare la partita quando era inferiore; ciò mostra la sua abilità, poiché egli vedeva molto tempo prima ciò che doveva accadere; e quando si accorgeva che la sua situazione era disperata, si confessava vinto».
Fu certamente grazie all’influsso di Leone X che santa Teresa d’Avila parlò positivamente degli scacchi nella sua opera “Il cammino alla perfezione”, scritta tra il 1564 e il 1566, aprendo la via alla
definitiva opera di San Francesco di Sales.
Da notare che il 14 ottobre 1944 il vescovo di Madrid ha proclamato santa Teresa di Avila patrona degli scacchisti.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

La foto del giorno: Da Forno Roberto

Posted by Arcobaleno su agosto 24, 2009

Da_Forno_Roberto

Copertina per Da Forno Roberto, la prima categoria nazionale riminese ha conquistato il 1° posto della fascia E nel recente torneo di Santarcangelo, 6 punti su 9 gli sono valsi anche il 18° posto nella classifica assoluta. 

Considerato il suo ottimo periodo di forma al 5° Festival Internazionale Città di Cattolica avrà la possibilità di conquistare il titolo di CM.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Guaranà e scacchi!?

Posted by Arcobaleno su agosto 23, 2009

guarana

Oggi sono troppo stanco per pubblicare la classifica del torneo di Santarcangelo, ha vinto Djuric, secondo posto per Cocchi, terza piazza a favore di Gromovs, medaglia di legno per Scalcione e ottimo quinto posto per Lapenna Antonio. Aldrovandi Antonio che mi ha sconfitto all’ultimo turno con il sesto posto rimane fuori dai premi: – assurdo considerato che i primi 6 in classifica hanno ottenuto tutti 7 punti! I partecipanti erano 86, il mio 20° posto non mi soddisfa, ma oggi era una di quelle giornate in cui stavo proprio male. Al contrario Brancaleoni ha ottenuto un buon nono posto in linea con il suo rating e considerata la qualità dei partecipanti ci aiuterà nella classifica per circoli!

Mi avevano consigliato il guaranà per essere un pò più sveglio… ho un sonno che se mi sdraio nella vasca affogo… sarà che come ogni vigilia di torneo ho trascorso la notte insonne, e dopo una fialetta di guaranà con taurina e caffeina sto sudando a stare fermo…

Guaranà assolutamente sconsigliato agli scacchisti che soffrono di insonnia!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | 3 Comments »

Il desiderio di un giocatore di scacchi

Posted by Arcobaleno su agosto 17, 2009

Scacchi_Quino
Il desiderio dello scacchista è chiaro… ma a cosa sta pensando il bimbo che si mette il dito in bocca!? In questo momento ho talmente tanto sonno che il mio desiderio è andare a letto presto… per essere più rilassato l’indomani mattina.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La storia di William Herbert Wallace

Posted by Arcobaleno su agosto 15, 2009

William_Herbert_Wallace

Se è vero che lo fece (gli esperti non riescono a mettersi d’accordo), allora bisogna dire che William Herbert Wallace era molto più brillante col delitto che con gli scacchi. William fu al centro di quello che Raymond Chandler e molti altri chiamarono il più affascinante caso di assassinio. La storia è troppo arzigogolata per essere narrata accuratamente, ma in breve ecco quello che accadde:

– Nel Gennaio 1931, Wallace, un agente di assicurazione e giocatore di scacchi, ricevette una chiamata telefonica al Club Scacchistico di Liverpool, come conferma di un appuntamento di lavoro. Lui non andò all’apparecchio e la telefonata si rivelò un espediente per farlo allontanare da casa. Mentre era fuori qualcuno eliminò sua moglie. Wallace venne trattenuto, sospettato di omicidio (il capo d’accusa sosteneva avesse fatto egli stesso la telefonata per fornirsi un alibi). Molto fu detto al processo circa l’astuta mente da scacchista di Wallace. Infatti, un tizio, membro del suo stesso club disse che era un giocatore veramente scadente; ci fu chi disse: “Assassinio di sua moglie a parte, penso che Wallace dovrebbe essere impiccato per come gioca a scacchi”.  Il suo avvocato, Hector Munro, fortunatamente era uno dei giocatori più abili della sua contea e Wallace fu assolto.

Per saperne di più su questo caso potete leggere il libro di Jonathan Goodman, The Killing of Julia Wallace (Harrap, 1969)

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Il circolo di scacchi più vecchio d’Europa

Posted by Arcobaleno su agosto 11, 2009

 

Jubileoscacchi2009

Fondata nel 1809, il Schachgesellschaft Zurigo è il più antico club di scacchi del mondo! Nel 2009 celebra il suo 200 ° anniversario con un ricco programma di eventi giubilari a cui parteciparenno i più rinomati scacchisti del mondo, da Boris Spassky, passando per Garry Kasparov, fino ad arrivare a Vishy Anand . L’amico Daniel Matovic mi ha parlato di questa ricorrenza, purtroppo considerati gli impegni estivi da Cattolica non è previsto nessun tour in terra elvetica, ma nell’open principale a cui partecipano 272 giocatori di cui 45 GM e 48 IM, sono iscritti anche il MF bolognese Scalcione Michelangelo accreditato con il 74° punteggio di rating ed il MF modenese Franchini Gabriele che con un punteggio elo di 2206 ha il rating n° 156!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Scacchi e magia

Posted by Arcobaleno su luglio 24, 2009

scacchi_magia

I maghi pare abbiano una propensione particolare per gli scacchi. Houdini, il mago delle sparizioni, era un giocatore di scacchi, (non saprei dire se di talento). David Nixon, la star televisiva, era un abile giocatore, molto perspicace. Tuttavia il premo per la più gran faccia tosta in materia di scacchi va al mago, ipnotista e showman Romark il Grande: verso il termine dell’incontro del secolo, Fischer-Spassky, arrivò un suo cablogramma nel quale sfidava i due supercampioni ad una simultanea. Romark avrebbe giocato alla cieca contro Boris e Bobby, puntandoci sopra cinquantamila dollari. Spassky rifiutò, ma Fischer espresse un certo interesse, tanto da voler controllare la situazione finanziaria di Romark. Non se ne seppe più nulla.

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 1 Comment »