Blog scacchi Regina Cattolica

Scacchi, partite commentate, lezioni e problemi di scacchi, arte e storia degli scacchi

  • Meta

  • giugno: 2017
    L M M G V S D
    « Apr    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
  • Commenti recenti

    boedus su Nuovo indirizzo Circolo Scacch…
    Stelio Pazzaglia su Nuovo indirizzo Circolo Scacch…
    Marco Puleo su Kramnik – Anand, novità…
  • Articoli precedenti

Posts Tagged ‘FIDE’

Florencio Campomanes, scomparso l’ex presidente FIDE.

Posted by Arcobaleno su maggio 4, 2010

Florencio Campomanes, nato a Manila il 22 Febbraio 1927, scomparso a Bagujo il 3 Maggio 2010.

Florencio Campomanes, presidente della FIDE dal 1982 al 1995

Posted in notizie, scacchi | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La regina degli scacchi Aleksandra Kostenjuk diventa campionessa per la pace!

Posted by Arcobaleno su marzo 10, 2010

Monaco, 3 Marzo 2010

Un evento storico per il movimento scacchistico mondiale, la regina Aleksandra Kostenjuk che detiene il titolo di Campionessa del Mondo scacchi acquisisce il titolo di Campionessa per la Pace!

Campioni per la Pace, è un’iniziativa promossa da “La Pace e lo sport, l’Organizzazione per la Pace attraverso lo Sport” che attualmente annovera tra i suoi soci ben 39 eroici atleti che detengono un titolo in varie discipline, che attivamente o simbolicamente, attraverso lo sport contribuiscono a creare una vera cultura di pace in tutto il mondo. I numeri sono eloquenti:
– 24 nazioni rappresentate
– 25 discipline olimpiche rappresentate
– 49 titoli di campione del mondo, 20 titoli olimpici, oltre 100 titoli nazionali e regionali conquistati

Nel suo ruolo di “Campionessa per la Pace”, si recherà presto in Colombia per lanciare un programma per la pace e la coesione sociale; avviato da “La Pace e lo Sport” in collaborazione con l’organizzazione non governativa Colombianitos e la FIDE, questo programma nel corso del tempo consentirà a 4.000 bambini che vivono in quartieri svantaggiati nelle città colombiane di imparare il gioco degli scacchi.

Sono molto contenta di far parte del movimento per la pace e lo sport” – ha dichiarato Alexandra Kosteniuk – “Voglio restituire al mondo l’amore e la felicità che ho ricevuto attraverso il meraviglioso gioco degli scacchi. Sono fermamente convinta che gli scacchi servono la causa della pace, migliorando la vita dei giovani. Ho visto in prima persona come gli scacchi aiutano gli studenti a sviluppare le competenze di cui hanno bisogno per avere successo nella vita.

Posted in notizie, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anatoly Karpov candidato alla presidenza della FIDE

Posted by Arcobaleno su marzo 2, 2010

 

Karpov e Kasparov: quando le battaglie varcano i confini delle 64 caselle

 

In base al rapporto dei giornalisti del agenzia di notizie russa SarInform, Anatoly Karpov presenterà la sua candidatura a diventare il presidente della FIDE.

 “E ‘necessario, per ristabilire l’ordine, per risolvere i problemi relativi al Campionato del Mondo di scacchi, al calendario, alle riforme, ai regolamenti. E’ necessario ristabilire il prestigio relativo al possesso del titolo di Campione del Mondo di scacchi”, ha riferito colui che si è fregiato del titolo di 12° Campione del Mondo di scacchi. 

Recentemente Karpov è stato occupato come uomo d’affari e politico, al contrario di Kasparov, è stato un membro della Public Chamber di Russia.

Posted in notizie, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Le donne battono gli uomini nel gioco

Posted by Arcobaleno su febbraio 14, 2010

gioco delle donne

Vi era un tempo in cui il reale gioco degli scacchi era un affare cortese. Gli scacchi erano una rara possibilità di contatto tra uomini e donne non sposate, un eufemistica idea romantica del gioco. Una versione idealizzata ritrae la donna come una giocatrice superiore. Prima sconfigge l’uomo in un incontro sulla scacchiera. Poi lo consola concedendogli le proprie grazie. Secoli dopo questa idea è stata ripresa anche nel film “L’affare Thomas Crown”. Dopo che Steve McQueen è stato mattato da Fay Dunaway, lei gli dona un lunghissimo bacio. Tartakower concepì una nuova idea di apertura su una nave. Ubriaco e nudo entrò nella cabina della campionessa di scacchi olandese esclamando: “A te muovere!”. Soffici mani lo rimesero al proprio posto.
Non sono disponibili rilevanti informazioni concernenti partite di scacchi tra nobili donne e cortigiani. Il pensiero non è galante, ma saranno state giocate delle partite blitz.

Quando gli scacchi diventarono popolari nei caffè e nei circoli, le giocatrici scomparvero letteralmente dalla scacchiera. Spesso le donne non potevano nemmeno essere presenti alle partite. Era prassi che fossero escluse dai match e dai tornei del diciannovesimo secolo. Unanimante riconosciuta come eccellente giocatrice di scacchi fu Amalie Paulsen, la sorella di Luigi e Wilfried, anche se non giocò mai partite ufficiali.

Un torneo tra donne si svolse in occasione del torneo di Hastings nel 1895. Fulmineamente piovvero critiche di bassa lega.
Vera Menchik vince facilmente il primo campionato del mondo femminile a Londra nel 1927. Ciò le valse l’invito al torneo di Karlsbad del 1929. Hans Kmoch annunciò che si sarebbe dato alla professione di ballerina nel caso la Menchik avesse ottenuto più di tre punti. Kmoch si salvò da quel triste destino poiché la campionessa perse da giocatori integerrimi, concludendo ultima con 3 punti su 21. Avesse partecipato al campionato maschile britannico avrebbe avuto eccellenti chance di vittoria.

Donner nel 1968 scrisse riguardo alla mancanza di intuito nelle giocatrici di scacchi. A quanto pare gli è sfuggito il quinto posto ottenuto dalla campionessa del mondo Gaprindashvili al torneo di Hastings nel 1964-65. Nona divenne la prima GM femminile nel 1978. La sua successitrice Chiburdanidze e la svedese Cramling divennero temute killer dai loro colleghi.

Le sorelle Polgár hanno avviato una nuova era riguardo alle donne negli scacchi. In giovane età sconfissero tanti giocatori di acclamata esperienza. La stella più luminosa è Judit, diventata la più giovane GM nel 1991. Per la prima volta nella storia una giocatrice riesce a competere con gli scacchisti inseriti nella classifica top ten stilata dalla FIDE.

Yoshitoshi

l'uomo visto da Yoshitoshi

 

Le scacchiste sono una piccola minoranza nel mondo degli scacchi. Tuttavia, la partecipazione di giovani talentuoe sta diventando consuetudine. Essere battuti da una donna è una esperienza terribile, ancora peggio che essere sbattuti da un belga. Gli uomini preferiscono il punto di vista di Yoshitoshi. Lentamente la lotta contro una donna diventa familiare, ma quando ha perso la piccola Judit ha spesso sperimentato lo sguardo superiore dei maschi.

Riuscirà una donna a conquistare la leadership? Le donne giocano così male, perché versano sangue alla fine del gioco? Un lungo elenco di opinioni sulle donne e gli scacchi possono essere trovati in “Queen’s move” di Henriette Reerink. Solo il punto di vista di Maja Chiburdanidze è utile e imparziale, fa riferimento alla breve storia degli scacchi femminili e alla minore resistenza fisica nel corso di una lunga sessione di gioco.
Da Amalie Paulsen a Judit Polgar le donne hanno schiacciato gli uomini in trenta partite .
Questa è la prima pubblicazione sessista* che piacerà alle donne!

* rinominare il file .pdf in .pgn

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Campionato del Mondo di scacchi 2010: Anand Wiswanathan – Topalov Veselin

Posted by Arcobaleno su febbraio 11, 2010

 

La statua di Sofia usata come immagine del logo del Campionato del Mondo di scacchi

 

La FIDE ha proposto che il match AnandTopalov abbia sede a Sofia dal 5 al 24 Aprile 2010, sarà articolato in 12 partite a cadenza classica, al termine delle quali in caso di pareggio saranno disputate 4 partite a cadenza rapida.

Dopo aver verificato gli impegni dei due GM, sarà ufficializzato il calendario degli incontri.

Come logo della manifestazione è stato scelto un famoso elemento della città di Sofia, la statua costruita all’inizio del nuovo millennio che è simbolo di saggezza e vittoria. 

Noi tiferemo per la Bella!

Posted in notizie, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Intervista a Fabiano Caruana

Posted by Arcobaleno su gennaio 26, 2010

Fabiano Caruana

Sembra che questa sia la prima volta in cui l’Italia dispone di un giocatore, che secondo l’opinione pubblica, in un prossimo futuro, sia in grado di competere con l’elite scacchistica. Fabiano Caruana è diventato famoso dopo la sua vittoria nel fortissimo torneo di Wijk aan Zee e la sua brillante performance nel campionato russo a squadre. Grazie a questi risultati, è stato scelo dal presidente FIDE per partecipare alla Coppa del mondo di scacchi.

“Sono stato molto felice di ricevere una wild card dal presidente della FIDE” – ha detto Fabiano – “Grazie a lui ho avuto la possibilità di farmi notare e gliene sono molto grato.”

Domanda: Sembra che oggi tu abbia avuto qualche problema nella partita contro il cubano Lazaro Bruzon … (l’intervista ha avuto luogo dopo la partita 1 del 1 ° round)

Fabiano Caruana: Ti dirò di più. A un certo punto la mia posizione era assolutamente senza speranza. Ho potuto vedere molte posizioni in cui il mio avversario poteva finire la partita in suo favore. Ma Lazaro, con mia sorpresa, non ha sfruttato le sue chance … Complessivamente, sono stato molto fortunato oggi.

D: Le tue impressioni su Khanty Mansyisk?

Fabiano Caruana: Non potevo nemmeno immaginare quanto potesse essere bella la città. Vi è ogni cosa per una vita molto soddisfacente: buoni alberghi, negozi, ristoranti. Inoltre, mi piace la bellissima architettura. E ‘un po’ freddo qui, ma non è così decisivo.

D: Per essere un italiano parli un buon inglese.

Fabiano Caruana: Niente di speciale. Sono nato e cresciuto negli Stati Uniti. Ma ad un certo punto mi è sembrato evidente che per un giocatore di scacchi professionista è meglio e più conveniente vivere in Europa. Qui ci sono tutti i tornei più forti ed importanti. Tutto è molto vicino, non si deve perdere tempo nei viaggi e nell’ambientamento

D: Non ci sono forti tornei negli Stati Uniti?

Fabiano Caruana: Posso solo dire questo: gli scacchi non sono una cosa semplice negli Stati Uniti.

D: Hai un allenatore a tempo pieno?

Fabiano Caruana: Ne ho avuti molti. Il mio primo allenatore – l’americano Bruce Pandolfini è più famoso grazie ai suoi libri di scacchi. A un certo punto ero arrivato al livello in cui ho dovuto chiedere l’aiuto di professionisti più noti. A New York Miron Sher ha lavorato con me, in Spagna – Boris Zlotnik, in Ungheria – Alexander Chernin. Con quest’ultimo sto ancora lavorando. Qui a Khanty Mansysk mio padre mi aiuta.

D: Anche lui un è coach?

Fabiano Caruana: Lui mi sostiene moralmente. In realtà questo è tutto ciò di cui ho bisogno ora.

D: Sei considerato uno dei più giovani talentuosi giocatori di scacchi nel mondo. Quali ambizioni hai? Vuoi essere uno dei più forti giocatori del mondo? Vuoi diventare Campione del Mondo?

Fabiano Caruana: Sto progettando di andare quanto più in alto possibile. Penso che posso andare lontano. Può sembrare immodesto, ma credo che potrei diventare un giocatore migliore. Ma questo è solo questione di tempo.

Q: Sei famoso in Italia?

Fabiano Caruana: rilascio un sacco di interviste e in generale posso affermare che sono abbastanza famoso. Ma è chiaro che la mia popolarità è nulla in confronto a quella dei giocatori di calcio.

D: Avete un contributo dal governo?

Fabiano Caruana: La Federazione Scacchistica Italiana mi paga annualmente uno stipendio. Ma finora non ho alcun sponsor o altre risorse finanziarie.

D: Giochi per la squadra russa “64”. Che cosa ci puoi dire riguardo gli scacchi in Russia?

Fabiano Caruana: Posso dire che mi piace la squadra russa. Non credo che ci sia qualcosa di nuovo da dire sugli scacchi russi: è ben noto che la Russia – è il paese di scacchi più forte da lungo tempo. Naturalmente gli altri paesi stanno facendo grandi progressi, ma la Russia rimane la migliore.

Posted in notizie, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Carlsen Magnus – Ruslan Ponomariov = 1-0 al Memorial Tal

Posted by Arcobaleno su novembre 13, 2009

[“Tal Memorial”]
[“2009.11.13″]
[Turno”8”]
[Bianco “Carlsen, M.” Elo 2801]
[Nero “Ponomariov, R.” Elo 2739]
[ECO “B90”]

Carlsen era obbligato a vincere questa partita per non scendere sotto i 2800 punti elo, che comporterebbe la perdita del secondo posto nel ranking FIDE a favore di Anand.

1. e4 una scelta coraggiosa, Magnus non ha paura di giocare una partita aperta.
1…c5 2. Cf3 d6 3. d4 cxd4 4. Cxd4 Cf6 5. Cc3 a6 optando per una tagliente variante Najdorf della difesa Siciliana
6. Ae3 e6 7. f3 b5 8 Dd2 siamo ancora in teoria, il bianco progetta l’arrocco lungo mentre il nero arroccherà sul lato corto e si lancia all’assalto sul lato di donna.
8…Cbd7 9. g4 h6 10. O-O-O Ce5 Questa non è un apertura da raccomandare ad esordienti o giocatori di categoria nazionale, le analisi casalinghe dei maestri arrivano anche a 30 mosse di profondità. Un tempo perso può fare una grande differenza e non la si può considerare idonea ai giocatori prettamente posizionali.
11. De1 Carlsen ha speso molto tempo prima di giocare questa mossa, lo stesso Ponomariov è rimasto sorpreso, si sarà chiesto se sia il frutto del repertorio di aperture di Kasparov!
11. … Dc7 Susan Polgar suggerisce 11. … b4 12. Cce2 Da5 13. Rb1 Ab7 con posizione interessante da giocare.
12. h4 b4 13. Cce2 Cc4 La Polgar ha suggerito di giocare d5, che è una classica spinta di pedone centrale in questo tipo di posizione.
14. Cf4 questa mossa conduce ad una posizione selvaggia ad esempio: 14…e5 15. Cd5 Cxd5 16. exd5 exd4 17. Axd4+ Ae7 18. Axg7 Tg8 19. Axh6 Ce5 con posizione poco chiara.
14. … Cxe3 Invece Ponomariov sceglie una linea tranquilla!
15. Dxe3 Db6 16. Ac4 (Ponomariov deve giocare ancora 25 mosse in posizione complicata ed ha circa 30 minuti per farlo, Carlsen minaccia g5-g6 ed ora è evidente che il nero non può giocare questa apertura passivamente)
16…Dc5 17. Db3 d5 Un po’ tropo tardi, ora la spinta del pedone centrale è semplicemente una mossa dubbia! Il re di Ponomariov è rimasto nel centro è questa spinta di liberazione aiuterà Carlsen ad aprire il centro.
18. exd5 Ad6 19. Cfxe6 una mossa non precisa, era meglio giocare 19. Cdxe6 fxe6 20. Cg6 Tg8 21. dxe6 con vantaggio decisivo per il bianco.
19… fxe6 20. dxe6 Ae7 Il nero ha troppe debolezze, sopravvivere in questa posizione è un miracolo dopo 21. g5 Ch5 22. Ad5 Ta7 23. Ac6+ Rf8 24. Dd3 Carlsen avrà ancora un vantaggio decisivo.
21. Qd3 ancora non la più precisa ora Ponomariov può arroccare portando via il re dal centro 21. … 0-0 a questo punto la spinta in g5 sembra obbligata. 22. Ad3 troppo lenta, dopo 22. … Ab7 il grande vantaggio del bianco scomparirebbe, anche se non è facile mantenere la pressione, comunque dopo  22… Ab7 23. g5 Ch5 24. gxh6 Cf4 25. De3 gxh6 26. Thg1+ Rh8 27. Tg4 Dc7 il nero sarebbe ancora in partita!

22. … Td8 era meglio mantenere la torre lungo la colonna f

23. g5 finalmente! Ruslan ha meno di 10 minuti per giocare le prossime 18 mosse!

23. … Ch7 sembra interessante giocare questa linea  24. Dg6 Txd4 25. gxh6 Txd1+ 26. Txd1 De5 27. Df7+ Rh8 28. Dxe7 +- oppure 24. Dg6 Rh8 25. gxh6 Tg8 26. Thg1 Af6 27. Cf5 e non ci sono difese plausibili.

24. gxh6 vince anche questa mossa, la scelta di apertura di Ponomariov è stata disastrosa.

24. … Dh5 25. De4 ora Ruslan potrebbe anche abbandonare Se 25. … Tb8 Magnus vincerebbe con 26. Cf5!
25…Dxh6+ 26. Rb1 Ta7 27. Cf5 Txd1+ 28. Txd1 Df6 29. Td7 Axd7 30. exd7+ Rf8 31. Dd5 con scaccomatto imparabile 1-0

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Massimiliano Ferri FIDE card

Posted by Arcobaleno su luglio 5, 2009

 

Alla salute!

Alla salute!

 

 

Il 1° Luglio sono stati aggiornati i puntelli ELO di tutti gli scacchisti tesserati per una qualsiasi federazione riconosciuta dalla FIDE.

L’incremento di 12 punti ELO mi ha permesso di conquistare la posizione 228 nel ranking italiano, mentre nel mondo 14358 scacchisti sono sulla carta favoriti qualora dovessimo incontrarci in torneo.

Potete consultare il vostro punteggio ELO con relative classifiche partendo dalla mia FIDE card.

Posted in classifiche, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il nuovo regolamento FIDE entrato in vigore il 1° Luglio 2009

Posted by Arcobaleno su luglio 2, 2009

logo-fide

Dal 1° Luglio 2009 sono entrate in vigore nuove norme nel regolamento ufficiale della FIDE, quindi sia organizzatori di tornei, che giocatori di scacchi, dovranno tenerne conto sia nel formulare i bandi sia nel non incorrere in sanzioni da parte degli arbitri.

Il 23 Maggio 2009 a Bologna, Bruno Forlivesi ci aveva anticipato alcune novità riguardo al nuovo regolamento di scacchi, che ora riporto in via ufficiale:

Il tempo di ritardo dei giocatori all’inizio della partita
Art. 6.6
a. Any player who arrives at the chessboard after the start of the session shall lose the
game. Thus the default time is 0 minutes. The rules of a competition may specify otherwise
.
Il nuovo regolamento stabilisce che il giocatore che arriva alla scacchiera dopo l’inizio della
sessione di gioco perderà la partita (il tempo di ritardo è quindi di zero minuti), a meno che le
regole della manifestazione (il bando, in sostanza) specifichi diversamente.
Sarà quindi necessario preparare con accuratezza il bando, qualora si voglia consentire ai
giocatori di arrivare in ritardo rispetto all’inizio della sessione di gioco (attualmente, infatti, è
normalmente consentito un ritardo di un’ora al massimo).
Una possibile regola da inserire nel bando potrebbe essere così formulata:
Il giocatore che raggiungerà la scacchiera con oltre ‘xx’ minuti di ritardo sull’orario di inizio
stabilito della sessione di gioco perderà la partita.
(Sostituire a ‘xx’ il numero di minuti di ritardo consentiti)

Novità riguardo alla patta d’accordo
Art. 9.1
a. The rules of a competition may specify that players cannot agree to a draw in less than a
specified number of moves or at all, without the consent of the arbiter.

Sarà quindi possibile, da bando, stabilire che i giocatori non potranno fare patta d’accordo del
tutto oppure prima di un determinato numero di mosse (specificare tale numero sul bando)
senza il consenso dell’arbitro.

La questione dei telefonini
Art. 12.3.b
Without the permission of the arbiter a player is forbidden to have a mobile phone or other
electronic means of communication in the playing venue, unless they are completely switched
off. If any such device produces a sound, the player shall lose the game. The opponent shall
win. However, if the opponent cannot win the game by any series of legal moves, his score
shall be a draw.

Senza l’autorizzazione del arbitro al giocatore è proibito portare un telefono cellulare o altri
mezzi elettronici di comunicazione in sede di gioco, a meno che non siano completamente spenti.
Se tale dispositivo produce un suono, il giocatore perde la partita. L’avversario dovrebbe
vincere. Tuttavia se non può vincere la partita con una qualsiasi serie di mosse legali, il suo risultato
sarà come quello di un pareggio.

Gioco rapido e lampo
Fatto salvo il fatto che nelle partite di gioco rapido non è obbligatorio segnare le mosse sul
formulario, se è presente un’adeguata supervisione del gioco (almeno un arbitro ogni tre
partite) le partite saranno assoggettate alle regole del gioco a tempo lungo. Qualora questa
supervisione non fosse presente, allora si seguiranno alcune eccezioni previste dal regolamento
del gioco rapido (principalmente sulla gestione della mossa illegale e sulla caduta della
bandierina).
Questo fatto della “supervisione” è nuovo, ma potrebbe essere importante in alcune situazioni
(esempio: spareggi di gioco rapido per determinare il vincitore di un torneo, come previsto per
esempio nella finale del Campionato Italiano Assoluto).
Una regola simile è prevista anche nel regolamento del gioco Lampo, ma la supervisione deve
essere di almeno un arbitro per ogni partita.x

I tornei devono essere pre-registrati
[Rif. art. 0.4]
I tornei che dovranno essere considerati per le variazioni Elo FIDE dovranno essere
pre-registrati dalla nostra federazione ALMENO UN MESE PRIMA dell’inizio del
torneo.
Nel caso questo non dovesse avvenire, il torneo potrebbe non essere omologato e, in ogni
caso, alla federazione verranno addebitate delle penali.
Questa è una norma decisamente importante e sarà necessaria la massima collaborazione di
tutti gli addetti ai lavori, in particolare dei responsabili del calendario di ogni Comitato
Regionale, i quali dovranno registrare i tornei sul calendario della FSI con largo
anticipo (almeno 40-45 giorni prima dell’inizio)
, onde consentire al personale preposto
della FSI la registrazione sul sito della FIDE.
Nota: ricordiamo che per “registrazione sul sito FIDE” NON si intende l’inserimento del torneo
nel calendario FIDE, ma si intende la registrazione in un’area riservata alla quale ha accesso soltanto
la nostra federazione.
I dati dei tornei inseriti nel calendario FSI dovranno quindi essere dettagliati e completi; a tal
proposito si rammenta che è stato recentemente inserito il “tempo di riflessione” come dato
obbligatorio da inserire.
Per i tornei che si svolgono nei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre, che sono
di competenza diretta della FSI, gli organizzatori sono invitati a richiederne
l’autorizzazione con larghissimo anticipo (almeno due mesi prima).

Lista bimestrale
La lista Elo FIDE, a partire da luglio 2009, diventa bimestrale.
La lista verrà pertanto emessa il primo giorno di ogni mese “dispari” (gennaio, marzo, maggio,
luglio, settembre, novembre).
Per ogni lista verranno considerati i tornei pervenuti entro 7 giorni prima dalla data di
emissione della lista stessa.
Anche la lista dell’Elo Italia seguirà questa nuova tempistica.

Punteggio FIDE minimo
Il nuovo minimo punteggio Elo FIDE sarà di 1200 punti.

Punteggio di ingresso
Le regole per ottenere l’Elo FIDE subiscono alcune variazioni. Ecco, in sintesi, come sarà
possibile ottenere l’Elo FIDE da luglio 2009 in poi:
– occorrerà giocare almeno 9 partite con giocatori già in possesso di Elo FIDE.
– non è necessario giocare le almeno 9 partite tutte in una volta, ma si potranno ancora
accumulare le cosiddette “tranche”.
– le tranche devono essere di almeno 3 partite ciascuna.
– le tranche devono avere un valore superiore al minimo (1200 punti).
– la prima tranche deve essere di almeno mezzo punto.
– dopo la prima tranche si ha tempo due anni per raggiungere le 9 partite.
– il meccanismo di calcolo del punteggio di ingresso è stato modificato leggermente: mentre
ora si prende il valore di ogni tranche e si fa una media “pesata” con le altre tranche, dal
1° luglio il punteggio verrà calcolato come se le almeno 9 partite fossero state giocate tutte
in un solo torneo.

I nuovi K
Sono stati cambiati i K per il calcolo dell’Elo FIDE. I nuovi K sono i seguenti:
30, finchè un giocatore rimane sotto i 2400 punti
20, per ogni giocatore che raggiunge i 2400 punti; dopodichè rimarrà sempre fisso a 20, anche
qualora il giocatore dovesse scendere sotto i 2400 punti.
Aggiornamento del 25 aprile 2009:
La FIDE ha deciso di soprassedere, per il momento, su questa modifica. Dal 1° luglio 2009
verranno mantenute due liste, una fatta con i vecchi K e una con i nuovi. Verrà usata quella
con i vecchi K. Il 1° luglio del 2010 la FIDE valuterà il da farsi sulla base di questa
sperimentazione.

La differenza massima tra due giocatori
Era 350 punti, l’hanno portata a 400 punti.
Quindi,una differenza di punteggio tra due giocatori di oltre 400 punti verrà, ai fini del calcolo
del punteggio Elo FIDE, considerata come se tale differenza fosse esattamente di 400 punti.
Anche per il calcolo dell’Elo Italia verrà considerata allo stesso modo.

Le partite tra un giocatore con Elo FIDE e uno senza Elo FIDE potrebbero essere calcolate.
Fino ad ora, le partite tra un giocatore con Elo FIDE e uno senza Elo FIDE non erano
conteggiate per l’Elo FIDE del primo; dal 1° luglio verranno applicate invece le seguenti norme:
Art. 6.41
For an unrated player’s performance to count he must play at least three games against rated
opponents; score at least 1/2 point; and the rating based on the tournament result at its
conclusion be above the rating floor.

Art. 6.42
For rated players, all games against rated opponents are counted, and also all games against
unrated players who get a performance rating in the tournament as descrideb in 6.41.

Se un giocatore con Elo FIDE incontra perciò un giocatore privo di Elo FIDE, la performance di
quest’ultimo (se ha giocato almeno 3 partite, ottenuto almeno mezzo punto e superato la
soglia minima di 1200) verrà conteggiata come se fosse il suo Elo “reale” per la variazione Elo
FIDE del primo giocatore.

Il primo periodo di gioco deve essere sempre di 40 mosse
Quando il tempo di riflessione prevede più periodi di gioco, le mosse del primo periodo devono essere
sempre 40.

Tempi di riflessione standard
[aggiornato 8 giugno 2009)
La FIDE ha stabilito dei tempi di riflessione standard, sia con incremento che senza.
1) 90 minuti per tutta la partita, con 30 secondi di incremento a partire dalla prima;
questo tempo sarà valido solo fino al 30.6.2010.
2) 90 minuti per 40 mosse, più 30 minuti per terminare, con 30 secondi di incremento a
partire dalla prima
3) 100 minuti per 40 mosse, più 50 minuti per 20 mosse, più 15 minuti per terminare, con
30 secondi di incremento a partire dalla prima
4) 40 mosse in 2 ore, più 30 minuti per terminare
5) 40 mosse in 2 ore, più 20 mosse in 1 ora, più 30 minuti per terminare
Affinchè un torneo sia valido per i titoli deve essere usato uno di questi tempi.
Tornei che non fossero validi per i titoli possono essere giocati con altri tempi di riflessione.

Punteggio minimo degli avversari
Ai fini dell’ottenimento delle norme per i Titoli, il punteggio minimo degli avversari dovrà
essere il seguente:
Grandmaster 2200
International Master 2050
Woman Grandmaster 2000
Woman International Master 1850
Non più di un avversario può essere “alzato” al punteggio minimo richiesto. Nel caso più di un
giocatore sia sotto il minimo, dovrà essere “alzato” quello con il punteggio più basso.

Posted in scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 3 Comments »