Blog scacchi Regina Cattolica

Scacchi, partite commentate, lezioni e problemi di scacchi, arte e storia degli scacchi

  • Meta

  • giugno: 2018
    L M M G V S D
    « Apr    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
  • Commenti recenti

    boedus su Nuovo indirizzo Circolo Scacch…
    Stelio Pazzaglia su Nuovo indirizzo Circolo Scacch…
    Marco Puleo su Kramnik – Anand, novità…
  • Articoli precedenti

  • Annunci

Posts Tagged ‘finale di scacchi’

Sacrificio di sgombero

Posted by Arcobaleno su aprile 20, 2010

spinta di pedone

muove il bianco

La posizione del bianco non è complicata come sembra a prima vista, anche se non dovesse riuscire a catturare il pedone nero di torre, potrebbe promuovere a sua volta il proprio pedone di alfiere, ma una soluzione tattica permette al primo giocatore di incamerare il punto intero. Soluzioni di questo genere sono rare nella pratica di torneo, ma meno infrequenti di quel che si pensa!

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | 2 Comments »

Pedone lontano nei finali di scacchi

Posted by Arcobaleno su aprile 10, 2010

finale di scacchi

muove il bianco

La mossa spetta al bianco, ma il re nero è molto più attivo del collega bianco! Chi è in vantaggio in questo finale di scacchi?

Si dice che il pedone lontano sia quello più pericoloso, riesce il bianco a promuovere il pedone di torre prima che il re nero riesca a controllare la casa di promozione h8?!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

La debolezza della ottava traversa

Posted by Arcobaleno su marzo 28, 2010

 

debolezza ultima traversa

muove il bianco

 

Due torri collegate valgono quanto una regina, ed il nero qui è pure in vantaggio di un pedone, ma il tema strategico della posizione è la debolezza dell’ottava traversa; il re nero è ingabbiato, bisogna sferrare il colpo decisivo.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Finali di alfiere dello stesso colore

Posted by Arcobaleno su marzo 15, 2010

 

finale alfieri stesso colore

muove il bianco

Considero i finali di alfiere dello stesso colore tra i più difficili da giocare, perché se ogni altro finale può essere schematizzato, seguendo delle strategie generali, nei finali di alfiere dello stesso colore, genio e fantasia sono i fattori che spostano gli equilibri in campi.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Espedienti tattici nei finali di scacchi

Posted by Arcobaleno su marzo 11, 2010

 

finale di scacchi

muove il bianco

Nel diagramma è raffigurato uno studio di J. Marwitz; il bianco ha un pedone di vantaggio, il possedere l’alfiere al posto del cavallo è un piccolo compenso al quale si appella il nero per mantenere l’equilibrio, ma la peculiarità della posizione è la presenza di espedienti tattici che sbilanciano l’esito della partita a favore del primo giocatore.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Tecnica e fantasia nei finali di scacchi

Posted by Arcobaleno su marzo 6, 2010

 

tecnica e fantasia

muove il bianco

In questo problema di scacchi che può essere classificato nella categoria dei finali, già classificato nel Database di Nalimov poiché vi sono solo 6 pezzi in gioco, la soluzione richiede uno sforzo di tecnica e fantasia.

Non può essere inserita nella categoria relativa allo zugzwang, poiché la mossa spetta al bianco, ma la sua esecuzione pone il nero in situazione in cui può soltanto peggiorare la sua posizione.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La spallata negli scacchi

Posted by Arcobaleno su febbraio 1, 2010

 

muove il bianco

Molto spesso il Re deve scegliere un percorso che gli permetta di dare una ‘spallata’ al Re avversario, per impedirgli di raggiungere in tempo un settore importante della scacchiera.

Nella posizione del diagramma è inevitabile che il bianco guadagni il pedone a7. Il nero può salvarsi solo se riesce a rinchiudere il re bianco nell’angolo posizionandosi in c7 con il suo Re.

Nel 1921 la partita giocata a Berlino tra Slage e Ahues terminò patta dopo 1. Re6 Rc3 2. Rd6? Rd4 3. Rc6 Re5 4. Rb7 Rd6 Rxa7 Rc7.

Maizelis invece dimostrò che il bianco poteva vincere giocando 2. Rd5! Il re bianco avvicinandosi al pedone a7, dà contemporaneamente una spallata al re avversario, impedendogli di avvicinarsi alla casa c7.

Posted in scacchi | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Perle di saggezza scacchistica

Posted by Arcobaleno su gennaio 29, 2010

Giocatori di varie categorie mi chiedono di continuo cosa devono fare per migliorare il loro livello di gioco. Alla ricerca di una cura universale, si aspettano che dalle mie labbra distilli gocce di conoscenza che semplifichino la loro vita e rendano più corposo il loro punteggio elo.
Ogni giocatore esperto “che si rispetti” ha le sue frasi ad effetto e le sue perle di saggezza, pronto a offrirle come oro colato con la solennità del caso.

Perla di saggezza n. 1:
le cose buone accadono solo a chi lavora sodo.

La reazione più comune a questa affermazione è il disappunto. Esiste qualcuno al mondo che dopo aver lavorato dalle nove di mattina alle cinque di sera, tornato a casa abbia voglia di prendere la scacchiera solo per scoprire che il lavoro davvero duro deve ancora cominciare.

Perla di saggezza n. 2:
Per prima cosa è importante studiare i finali. Il medio gioco è le aperture le affronterai in una fase successiva del tuo sviluppo scacchistico.

Aria fritta all’ennesima potenza. Dopo un lungo studio ti siederai alla scacchiera consapevole di possedere ormai una profonda conoscenza del vero significato delle case corrispondenti, dell’opposizione e della triangolazione nei finali di Re e pedoni, per poi malauguratamente cadere in una ben nota trappola d’apertura e la partita finirà prima della 15ª mossa.

Perla di saggezza n. 3:
Mandami un assegno e vediamo cosa si può fare.

Tantissimi anni fa John Grefe, poco dopo aver vinto il campionato statunitense, per rispondere ad una domanda postagli da Jeremy Silman che naturalmente riguardava gli scacchi, offrì una versione ridotta di questa Perla, tipo “E i soldi dove sono?”. Anche più di recente un noto GM ha indicato questa stessa soluzione ad uno zelante e giovane appassionato. Inutile dire che non ho mai visto nessuno migliorare grazie a questa risposta.

Perla di saggezza n. 4:
Non sono importanti le mosse d’apertura in sé, ma le idee che stanno alla loro base.

Dato che la maggior parte dei libri sulle aperture contiene infinite pagine di varianti e si soffermano poco sulle idee che sono alla base dell’apertura, se vuole ottenere una vera risposta alle sue domande il povero studente è costretto a ripiegare sulla Perla di saggezza n. 3

Perla di saggezza n. 5:
Non è importante vincere. La vera ricompensa è il piacere di giocare.

Si certo, come no. Se ti sei bevuto una frottola, aspetta di vedere come il guru scacchistico che te l’ha sciorinata perderà la sua prossima partita. Agiterà le braccia come un ossesso e con la faccia paonazza si metterà a farfugliare una sfilza di giustificazioni.
Queste Perle di saggezza non si sono rivelate molto utili, dico bene? La verità è che l’unico consiglio valido che io abbia mai ricevuto può essere riassunto in una maniera soltanto:

Esamina decine e decine di partite commentate dei grandi maestri!

Semplice e insieme remunerativo. Ti troverai a rigiocare aperture annotate dagli stessi GM, medio giochi discussi e analizzati in grande dettaglio e finali resi vivi e avvincenti dal campione del mondo che preferisci perché più vicino ai tuoi gusti. In altre parole, un viaggio tutto compreso!

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Alfiere contro cavallo

Posted by Arcobaleno su gennaio 3, 2010

 

 

Alfiere e Cavallo

muove il bianco

 

Nei finali di alfiere contro cavallo le catene pedonali bloccate favoriscono generalmente il cavallo qualora l’alfiere non abbia la possibilità di attaccare i pedoni avversari, si parla in questo caso di alfiere cattivo, poiché l’alfiere si trova su casa del colore dei propri pedoni!

In mediogioco quando l’alfiere è oltre la propria catena di pedoni il discorso cambia leggermente poiché l’alfiere è libero di spaziare in territorio nemico. 

Nella posizione del diagramma l’alfiere ha guadagnato un importante casa centrale, il pedone bianco in h2 è debole ed il re nero sembra più attivo, non si vede come il bianco possa trarre vantaggio del pedone arretrato c7!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Alfiere e Pedone contro Re

Posted by Arcobaleno su dicembre 22, 2009

muove il bianco

Questo classico studio appartiene al famoso compositore scacchistico O. Frink.
Il nero minaccia di conquistare il pedone con Rg1 o di portarsi nella casa d’angolo h8, poiché è di colore diverso da quello dell’alfiere bianco. Nonostante ciò il bianco a gioco corretto riesce a promuovere il pedone!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Dule Krenar Diena Giovanni – partita viennese

Posted by Arcobaleno su settembre 28, 2009

Krenar_Dule

1° turno del 5° Festival Scacchistico Internazionale Città di Cattolica, Dule Krenar affronta il creatore del software Diena usato per tanti anni dagli arbitri di scacchi. La partita inizia come Viennese, ma assume presto gli aspetti di una pirc anche se l’alfiere nero fuori dalla catena dei pedoni la fa assomigliare maggiormente ad una difesa russa.

Dule Krenar (1467) – Diena Giovanni (1868)

1.e4 e5 2.Cc3 Cf6 3.Cf3 Ae7 4.d4 personalmente avrei accettato il sacrificio di pedone facendo i conti con Ab4 che attacca il pedone in e4, sarebbe potuto seguire 5. d3 d5 6. exd5 Cxd5 7. Ad2 ed anche se il nero ha compenso preferisco giocare con il pedone in più exd4 5.Cxd4 0–0 6.Ae3 Ab4 7.f3 con il re arroccato il nero è a mio avviso in vantaggio, la settima mossa del bianco gode di troppo ottimismo d6 perché non d5! e la posizione del bianco diventerebbe presto un colabrodo, dopo exd5 Cxd5 9. Ad2 Dh4+ si perde un pezzo! 8.Dd2 Ad7 9.Ac4 Cc6 10.a3 Axc3 11.Dxc3 Ce5 12.Aa2 a6 nelle ultime mosse entrambi i giocatori hanno eseguito minacce dirette contro i pezzi nemici 13.Ag5 Cxe4 ora il bianco cade in questa combinazione che semplifica la posizione 14.Axd8 Cxc3 15.Axc7 Cb5 Cxa2 avrebbe permesso di rifugiarsi in un finale di alfieri contrari 16.Cxb5 Axb5 17.Axd6 Tfe8 18.0–0–0 Cc4 19.Axc4 il pedone di vantaggio del bianco ha veramente poco significato, gli alfieri contrari e la colonna aperta C conferiscono al nero un buon compenso Axc4 20.The1 Ae6 21.Td2 f6 22.Tde2 Rf7 23.b3 Tac8 24.Rb2 Tc6 25.Ab4 b6 26.a4 a5 27.Aa3 Tec8 28.Td2 T8c7 29.c4 abbiamo raggiunto una posizione chiave per capire questo tipo di finale, sia Dule che Diena hanno posizionato i pedoni nelle case di colore opposto a quelle del proprio alfiere, le prospettive di crearsi un pedone passato sono scarse, sul lato di donna il bianco dispone di un alfiere che non controlla la casa a8, per cui anche eliminando tutti i pezzi ed i pedoni e restando solo con alfiere e pedone A contro il re avversario, non avrebbe chance di vittoria h5 30.Td6 Txd6 31.Axd6 Td7 32.Td1 Af5 Axc4 33. bxc4 Re6 sarebbe stata favorevole al nero anche se il finale sembra pari 33.Td2 Re6 34.Af4 Txd2+ 35.Axd2 Ad3 36.Rc3 Af1 37.g3 Ag2 38.f4 Rf5 39.Ae3 Rg4 40.Axb6 Rh3 il finale di alfieri contrari sembra estremamente complicato, in genere è meglio cambiare il minor numero di pedoni per vincere 41.Ag1 in questo caso avrei però optato per b4, che libera due pedoni passati e vincola l’alfiere di casa bianca ad ondeggiare sulle case c6 ed a8 Aa8 42.Rd3 Rg2 43.Ab6 Rxh2 44.Af2 Rg2 45.Re3 f5 46.Ae1 Ae4 47.Rd2 ora il nero potrebbe forzare il pareggio Rf1 48.c5 questa mossa è molto debole g6 non sfruttando una grande occasione per capovolgere la posizione Ad5 avrebbe messo in crisi il bianco! 49.Rd1 Ad5 ora è Diena ad essere troppo ottimista, a mio giudizio il finale è perso per il nero, mentre Af3+ avrebbe costretto Dule alla ripetizione di mosse! 50.Axa5 Axb3+ 51.Rd2 Axa4 52.Ad8 Rf2 53.Ah4 Rf3 54.Rd3 Ac6 55.Rd4 Re2 56.Re5 Rd3 57.Rd6 Ab5 58.c6 Aa6 59.c7  questa fase finale è stata giocata con il pilota automatico… ed il nero abbandona…

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Un difficile problema di scacchi

Posted by Arcobaleno su agosto 2, 2009

 

muove il bianco

muove il bianco

Il bianco ha una posizione vincente, ma non è facile capire quale sia la via più semplice per dare scaccomatto.

Non corrette subito a sbirciare la soluzione, ma impegnatevi ad allenare la vostra fantasia ed il vostro intuito!

Vi do un piccolo aiutino, la via più breve che conduce alla vittoria è quella che costringe il nero a fare le mosse che volete voi…

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un intrigante finale di scacchi

Posted by Arcobaleno su luglio 20, 2009

 

muove il nero

muove il nero

Il nero è in vantaggio di una torre, ma il bianco è pronto per trasformare il pedone (h) in regina.

La domanda di Susan Polgar è semplice:

Stando a lui la mossa, può il nero salvare questa posizione?!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Il problema della notte

Posted by Arcobaleno su giugno 1, 2009

 

muove il nero

muove il nero

 

Mi sono messo a risolvere questo problema nel cuore della notte!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il colpo di testa

Posted by Arcobaleno su maggio 30, 2009

Muove il bianco

Muove il bianco

 

Si scriva colpo di testa, ma si legga colpo di genio, nella giornata odierna ho voluto giocare sul parallelismo calcio-scacchi. Poiché è vero che in corner ci si rifugia, ma è attraverso l’angolo che scaturisce un incornata vincente.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Il paradosso negli scacchi

Posted by Arcobaleno su maggio 27, 2009

 

Muove il bianco

Muove il bianco

Come previsto, a Cattolica nel pomeriggio odierno, è caduta una pioggerellina leggera che ha spazzato via l’afa dei giorni scorsi! 

Ora sono scomparse le nuvole, questa notte stellata testimonia che è tornato il sereno, i grilli frinendo in giardino stimolano il mio abituale buon umore.

In questo contesto primaverile ho pensato di proporre un problema di scacchi, la cui soluzione richiede l’applicazione dei principi cardine su cui si fonda ogni finale di pedone:

– La creazione di un pedone passato!

Nella posizione del diagramma, il nero dispone già di un pedone passato! Il re è centralizzato, si trova entro il quadrato del pedone (a), sembra impossibile che possa trovarsi sull’orlo del baratro, eppure… 

Il re bianco sebbene tagliato fuori dall’avanzata del pedone (e) del nero, si trova vicino alla casa di promozione del proprio pedone (c), che promuoverebbe prima del pedone rivale!

In base a quanto sopra esposto, la prima mossa del bianco risulta chiaramente logica:

1. a6! se il nero cattura bxa6, il bianco può giocare Rd7 accompagnando il pedone (c) a promozione prima del pedone (e) nero. Mentre se 1. … b6 dopo 2. cxb6 axb6 3. a7 il re nero si troverebbe fuori dal quadrato!

Quindi il nero è obbligato a replicare con 1. … Rc6! 

2. b5+! Il bianco incalza il monarca nemico, 2. … Rxb5, il pedone bianco giungerebbe a promozione per mezzo di 3. axb7.

Quindi ancora una volta la mossa è verosimilmente forzata 2. … Rc7!

3. b6+! eccezzionale se 3. … axb7 il bianco vince di nuovo per mezzo della promozione del pedone lontano 4. a7

3. … Rb8! il re nero è riuscito a controllare nuovamente tutte le case di promozione, sembra che il pedone (e) sia pronto a partire da un momento all’altro ma…

4. axb7 minacciando Rd7 e c6 4. … axb6 se 4. … Rxb7 5. Rd7 axb6 6. c6+ e il bianco vince!

5. c6 l’impavido pedone passato finalmente avanza Rc7 quindi… la corsa del pedone è già finita!?

6. b8=D+ sensazionale, il sacrificio che completa il piano strategico del bianco Rxb8 il nero è costretto ad allontanarsi dalla casa chiave d7

7. Rd7 e il bianco vince portando il pedone (c) a promozione!

Posted in Quiz | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Il problem solving degli studi di scacchi sviluppa la capacità logica

Posted by Arcobaleno su maggio 24, 2009

 

Il bianco muove e vince

Il bianco muove e vince

Il problema del diagramma è uno studio scacchistico composto da S. Leow nel 1849; chi si cimenta nel problem solving ed ha una discreta conoscenza dei finali di scacchi, ne avrà già individuata la chiave.

– Il re nero è rimasto intrappolato sulla colonna (a).

– Se nella posizione bianca inseriamo una torre in a1 si avrebbe subito lo scaccomatto.

Da ciò ne deriva che il bianco deve lavorare per portare la torre in tale casa:

1. Th1!

Ora risulta evidente che per sfuggire alla minaccia il nero dispone di una mossa inutile quale:

1. … Af1 poiché dopo 2. Txf1 la minaccia del bianco sarebbe riproposta ed il nero non avrebbe difese.

Ben più logico è spostare il re per poter usufruire della difesa di alfiere quindi:

1. … Ra5! ora dopo:

2. Ta1+ segue 2. … Aa4 il nero si trova in una posizione di stallo, ma la mossa spetta al bianco.

La mossa vincente rappresenterà un tabù per i più, logicamente:

– Se la torre si sposta lungo la prima traversa il nero può cercare di ripetere la posizione riportando l’alfiere in b5.

– Se la torre si porta in a3 si verifica lo stallo.

Ebbene, chi ha notato che dopo:

3. Ta2!! essendo il nero costretto a replicare con 3. … bxa2  può il bianco mattare il re nero per mezzo di 4. b4# !?

Posted in Quiz | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Gli scacchi e la scoperta del Barocco

Posted by Arcobaleno su maggio 22, 2009

muove il bianco

muove il bianco

Ho appena terminato di vedere il film barocco “Gli amori di Astrea e Celadon”. Ho fatto un tuffo del tutto inaspettato nel passato e sono corso a leggermi qualche storiella scacchistica di quel periodo.

Questo finale fu presentato dal Salvio nel 1604, in un epoca in cui si dava una grande importanza alla figura del re, la posizione del diagramma cela le strategie per giocare correttamente i finali di torre. Gli illuminati esulteranno nell’intuire le sottigliezze intrinseche nella spiegazione lasciataci in eredità da colui che è stato considerato il Campione del Mondo di Scacchi fino al 1600:

1. Th7+ Rg3, dopo di che – scrive il Salvio – “il bianco si ponga col roccho all’incontro del roccho del nero (2. Te7) e dovunque fuggirà, il bianco se li ponga all’incontro, e non si può far patta in altro modo”. (Trattato 1604, p. 167)

Il finale ebbe l’onore di essere riportato anche in un testo “non scacchistico” e fu presentato con queste parole: “[Cette combinaison] est tirée d’un exellent Traité Italien sur les échecs, qui est fort rare”.

Posted in Quiz | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Il quiz della settimana di Susan Polgar

Posted by Arcobaleno su maggio 14, 2009

Polgar
Stavo controllando il mio blogroll ed ho trovato un simpatico quiz proposto da Susan Polgar.

Nella posizione del diagramma Susan ci chiede di trovare la miglior continuazione a disposizione del bianco.

Salta subito agli occhi la spinta del pedone (b) sperando che dopo la promozione del nero, il sacrificio della torre bianca sia sufficiente a vincere la partita.

Se avete pensato che tale linea di attacco sia la soluzione corretta, devo darvi un dispiacere, in quando dopo:

1) b5 – e1=D

2) Txe1 – Rxe1

3) b6 – g3

4) b7 – g2

5) b8=D – g1=D

la posizione non si schioda da una patta! 

Se il bianco volesse pattare può semplicemente ripetere la posizione per mezzo di 1) Tf5+ – Rg2 2) Te5 – Rf2, ma perché non provare a vincere!?

Sicché mi è balenata in mente l’idea vincente.

1) Rd3! se il nero non promuove segue la cattura del pedone in e2 con facile vittoria, per cui – e1=D

2) Re3! andando a catturare il pedone nero – g3

3) Rf3 ed il nero non può salvare il pedone dopodiché il bianco vincerà promuovendo a regina.

Posted in Blogroll, Quiz | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il problema di scacchi più facile!

Posted by Arcobaleno su dicembre 17, 2008

il bianco muove e vince

il bianco muove e vince

Lunedì sera ero al Circolo di Scacchi di Cattolica, abbiamo fatto pratica analizzando i finali di scacchi.

Per tutto coloro che pensano di non essere capaci di risolvere correttamente i problemi o per coloro che non riescono a visualizzare le posizioni questo esercizio non dovrebbe rappresentare difficoltà.

Ho comunque provato a fare la prova del 9 con il mio primo maestro di scacchi: Diego Baldacini, che mi ha detto a è facile… allora l’alfiere no! Ma dove lo ha visto l’alfiere?! Comunque sia dopo aver capito quale era il re bianco e quello nero si è domandato:

– Ma cosa ci fa il re bianco lassù in cima?

E’ andato a sostenere l’avanzata del pedone! Quindi la soluzione è?!

Giustamente ha notato che il re bianco non si può muovere perchè non può andare sotto la podesta del terreno altrui! Quindi è chiaro che si vince muovendo un pedino!

Ma qual’è?!

Esatto Diego!!!! Solamente il pedone in d4 si può muovere! Ma se il nero muove il suo pedone in b5?!

Diego dice che avevo detto prima che il bianco muoveva e vinceva quindi la mia domanda è anche fuori contesto e inopportuna, comunque sia, volendo fare uno sforzettino ulteriore… come potrebbe proseguire la partita?!

Ricapitoliamo 1. d4 b5

Bravissimo Diego, c’è poco da dire, si può giocare solo 2. d5 ed ora hai ragione, il nero può andare solo avanti con il pedone 2. … b4 ed il bianco giustamente, mangia di trasverso 3. axb4 giustamente Diego ha notato che dopo questa abbuffata pedonale che ha una parafrasi anche nella vita quotidiana, ma la strada giusta è la via del Signore! Alleluia!” Quindi stringendo… prendiamo un Falqui.. il nero a questo punto va a regina, quindi è meglio non mangiare, ma non vi sono mosse, quindi mangiamo! 3. … a3 a questo punto il bianco perde… perchè se il nero va a regina… ma continuiamo! 4. b5 a2 5. b6 a1=D 6. b7 e adesso muoviamo la rigina… “Ma no Diego guarda bene…” a è scacco al re! A no è scacco matto # Perchè il re tiene d’occhio il pedino!

Evvai…  siiiii…. ho risolto il problema!

Vedete, basta poco per essere felici! E farsi quattro risate!!!!!

Posted in Quiz | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Il Ko psicologico negli scacchi

Posted by Arcobaleno su dicembre 8, 2008

Il bianco muove e vince

Il bianco muove e vince

Questa partita è stata giocata a St- Luis nel 1909 da Joseé Raul Capablanca e George Wolbrecht:
1.e4 e5 2.Cf3 Cf6 3.Cxe5 d6 4.Cf3 Cxe4 5.d4 d5 6.Ad3 Ad6 7.0–0 Ag4 8.Te1 f5 9.c4 c6 10.Cc3 0–0 11.cxd5 Axh2+ 12.Rxh2 Cxf2 13.De2 Cxd3 14.Dxd3 Axf3 15.Ag5 Dxg5 16.Dxf3 Dh4+ 17.Dh3 Dxd4 18.Tad1 Df4+ 19.Rg1 Dd6 20.Te6 Dc5+ 21.Rh1 cxd5 22.Txd5 Df2 23.Te7 Df1+ 24.Rh2 Df4+ 25.Dg3 Dh6+ 26.Rg1 Cc6 27.Txb7 fino a questo punto il campione americano aveva giocato con energia, dopo Tad8 la posizione sarebbe stata tutt’altro che semplice per il campione cubano, ma è ecco l’errore che fa pendere la posizione a favore del futuro Campione del Mondo Tae8? 28. Tdd7 g6 29. Dg5! a Wolbrecht è arrivato un treno diretto in pieno volto e ha preferito deporre le armi anche se Te1+ con l’idea Th1 avrebbe condotto la partita, in quella fase di gioco in cui Capablanca è stato riconosciuto come lo scacchista  migliore di tutti i tempi.

Posted in Quiz | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Mai abbassare la guardia nei finali di scacchi

Posted by Arcobaleno su novembre 7, 2008

Cigorin Vs. Schlechter

Cigorin Vs. Schlechter

Durante il torneo di Ostenda del 1905, si è verificata un finale alquanto curioso tra Cigorin e Schlechter:

Il GM viennese gioca l’ultimo tranello in una posizione priva di speranza 1. … Dc7! 2. Db6?? dopo 2. b6 oppure 2. Rb4 al nero non restava altro da fare che abbandonare 2. … Ra8! Patta! Se il bianco cattura la donna si verifica una posizione di stallo, altrimenti si entra un circolo vizioso: 3. Ra6 Dc8+ 4. Ra5 Dc7!

Posted in Quiz | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I finali di torre sono tutti patti?!

Posted by Arcobaleno su ottobre 1, 2008

Henri Rinck - muove il bianco

Henri Rinck - muove il bianco

Il compositore di scacchi Henri Rinck doveva nutrire qualche dubbio sull’assioma “i finali di scacchi con 2 torri sono tutti patti”!

La soluzione di questo studio non è poi così difficile da visualizzare, ma esteticamente è abbastanza carina e ho scelto di proporvi questo quiz che vi aiuterà a risolvere problemi più complicati.

1.Te7+ Rh8 2.Rh6 Tge8 3.Tdd7 Rg8 4.Tg7+ Rh8 5.Th7+ Rg8 6.Tdg7+ Rf8 7.Th8#

Posted in curiosità, notizie, partite, Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »