Blog scacchi Regina Cattolica

Scacchi, partite commentate, lezioni e problemi di scacchi, arte e storia degli scacchi

  • Meta

  • agosto: 2017
    L M M G V S D
    « Apr    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
  • Commenti recenti

    boedus su Nuovo indirizzo Circolo Scacch…
    Stelio Pazzaglia su Nuovo indirizzo Circolo Scacch…
    Marco Puleo su Kramnik – Anand, novità…
  • Articoli precedenti

Posts Tagged ‘lezione di scacchi’

Sofia 2010 | sesta partita Anand – Topalov

Posted by Arcobaleno su maggio 7, 2010

Sofia 2010

1.d4 Cf6 2.c4 e6 3.Cf3 d5 4.g3 Un altra difesa catalana, Anand vuol menare dove duole il dente di Topalov dxc4 5.Ag2 a6 adottando il seguito della seconda partita mentre lo scacco 5. … Ab4 era stato tentato nella quarta partita 6.Ce5 c5 
7.Ca3 cxd4 8.Caxc4 Ac5
  9.O-O O-O 10.Ag5 la prima deviazione in precedenza Anand aveva optato per 10.Ad2
10… h6 11.Axf6 Dxf6 12.Cd3 il nero è in ritardo di sviluppo come spesso accade quando si possiede il vantaggio della coppia degli alfieri in apertura
 12… Aa7 molti giocatori che hanno giocato questa posizione o similari, si proiettano a questo punto alla cattura del pedone b7 per mezzo di Ca5 o Cd6, ma questo non è coerente con la scelta di sacrificare il pedone in d4, che si basa sulla volontà di conquistare l’iniziativa pressando il lato di donna del nero.
13.Da4 Cc6 come sempre accade, il nero cerca di ostruire la diagonale all’alfiere in g2.
14.Tac1 e5 15.Axc6 b5 TOOOOOPALOVE!!! Lo stile inconfondibile del GM bulgaro che sceglie di restituire il pedone sacrificandone uno a sua volta per strappare l’iniziativa dalle mani del Campione del Mondo di Scacchi 16.Axb5 axb5 17.Dxb5 e4 con un gioco complicatissimo!
16.Dc2 Dxc6 17.Ccxe5 L’indiano che ha uno stile tagliente stilisticamente diverso, ma incisivamente simile a quello di Topalov ha rifiutato il controsacrificio optando per entrare in finale di partita. La debolezza del pedone in e2 è compensata dalla passività dell’alfiere in a7.
17… De4 18.Dc6 Ab7 19.Dxe4 Axe4 20.Tc2 Tfe8 21.Tfc1 f6 22.Cd7 Af5 23.C7c5 Ab6 se Topalov non avanza un pedone vuol dire che la mossa è propria sbagliata! Deve essergli bastata la legnata nei denti presa contro Kramnik in occasione del match di Elista, quando durante la prima partita partorì un 21. … g5!? mossa di per se interessante, ma l’indebolimento del lato di re fu una delle cause di sconfitta.
24.Cb7 minacciando Cd6 e Tc6. Al momento la debolezza del pedone e2 non è molto rilevante, se si cambiassero le torri e un paio di pezzi leggeri il nero rimarrebbe con un alfiere cattivo.
24… Ad7 Una buona mossa che chiude i varchi lungo la colonna C.
25.Cf4 Tab8 26.Cd6 Te5 27.Cc8 Aa5 28.Cd3 Te8 29.Ca7 Ab6 30.Cc6 Tb7 31.Ccb4 Anand ha manovrato per indurre Topalov in errore
31… a5 si muovono i pedoni 32.Cd5 a4 33.Cxb6 Txb6 34.Cc5 Af5 35.Td2 attaccando il pedone d4, la posizione sembra favorevole al bianco
 35… Tc6  36.b4 axb3 37.axb3 la pressione sul pedone e2 era un fattore dinamico, perché il pedone di per se non era debole, mentre il pedone d4 era una debolezza permanente, il cambio dei pedoni non può che favorire il nero
37… b4 38.Txd4 Txe2 39.Txb4 Ah3 40.Tbc4 Il bianco ha un pedone di vantaggio, ma la debolezza della prima traversa bianca è un compenso più che sufficiente per il nero
40… Td6 41.Te4 Anand possiede una grande tecnica dei finali, sicché il sacrificio di Topalov non è teso a pareggiare il finale, ma nello costringere il bianco a restare sulla difensiva per difendere il proprio re.
 41… Tb2 42.Tee1 Tdd2 43.Ce4 Td3 
43.Ce4 Td4 44.Cc5 Tdd2 45.Ce4 Td3 la via più incisiva per mantenere l’iniziativa 46.Tb1 Tdxb3 il pedone è stato recuperato, ma le chance di vittoria non sono elevate
47.Cd2 Tb4 48.f3 g5 Topalov’s move! 49.Txb2 Txb2 50.Td1 Rf7 51.Rf2 h5 52.Re3 Tc2 53.Ta1 Rg6 54.Ta6 Af5 55.Td6 Tc3+ la posizione è completamente pari, un campione del Mondo non può cappellare in tale posizione
56.Rf2 Tc2 57.Re3 Tc3+ 58.Rf2 Tc2 Un altra ripetizione di mosse ½-½ Il punteggio del match è aggiornato in 3,5 a 2,5 per Anand.

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Campionato del Mondo di scacchi – WCC 2010 – Difesa slava

Posted by Arcobaleno su maggio 5, 2010

Campionato del Mondo di scacchi – WCC 2010

Veselin Topalov – Vishy Anand

1.d4 d5 2.c4 c6 3.Cf3 Cf6 4.Cc3 dxc4 Ancora una difesa slava, ogni Campionato del Mondo di scacchi ha il proprio match tematico.
5.a4 Af5 6.Ce5 e6 7.f3 c5 8.e4 Ag6 9.Ae3 cxd4 10.Dxd4 Dxd4 11.Axd4 Cfd7 12.Cxd7 Cxd7 13.Axc4 a6  14.Tc1 Rg8 15.h4 Fino a qui tutto già visto come nella partita n° 3
15… h5 La prima deviazione! In questo modo si impedisce al pedone bianco di avanzare ancora, 
16.Ce2 Ad6
17.Ae3 Ce5 ora che l’alfiere in g6 non rischia di essere scacchiato dalla sua posizione, è meglio usare la casa e5 per smistare i pezzi piuttosto che piazzarci un pedone che cederebbe la casa d5.
18.Cf4 ovviamente se il nero non prende provvedimenti per controllare la diagonale b8-h2 il cavallo in f4 gode di un avamposto ideale per tenere sotto scacco l’alfiere in g6 ed il pedone in h5.
18… Tc8 19.Ab3 Txc1+ 20.Axc1 Re7 21.Re2 Rc8 l’idea è quella di portarsi in c6 e poi in b6 per attaccare il pedone b2
22.Ad2 Topalov si appresta a difendere il pedone, il vantaggio del bianco non sembra sufficiente per vincere
22… f6 con la solita idea di attivare l’alfiere
23.Cxg6+ Cxg6 24.g3 Ce5 25.f4 Cc6 26.Ac3 Ab4 27.Axb4+ Cxb4 28.Td1 a causa delle case deboli b4 e d4 il bianco deve lottare per mantenere la parità
28… Cc6 29.Td2 g5 un idea interessante che mira ad aprire la colonna G
30.Rf2 30.Kf2!? un idea molto profonda tesa ad aprire la diagonale d1-h5
30… g4 31.Tc2 Td8 32.Re3 Td6  33. Rc5 Cb4 una difesa indiretta della minaccia Txh5 al quale seguirebbe lo scacco in d3 con conseguente cattura dell’alfiere indifeso 34. Rc7+ Rd8 35. Tc3 Re7 36. e5 Td7  37.exf6+ Rxf6 38.Re2 Cc6 39.Re1 Cd4 40.Ad1 a5 controllo del tempo raggiunto per entrambi i giocatori.
41.Rc5 Nf5 Catturare il pedone in a5 è troppo pericolo 42.Rc3 Cd4 43.Tc5 Cf5 44.Tc3  dopo una lunga schermaglia psicologica e strategica i due campioni del mondo si sono accordati per il pareggio 1/2-1/2

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Anand – Topalov | Sofia 2010 | quarta partita

Posted by Arcobaleno su maggio 3, 2010

Campionato del Mondo di scacchi 2010

Anand – Topalov

1.d4 Cf6 2.c4 e6 3.Cf3 d5 4.g3 dxc4 5.Ag2 Ab4+ 6.Ad2 a5 Topalov ripropone la variante catalana adottata nel match contro Kramnik. 
7.Dc2 Axd2+ 8.Dxd2 c6 l’idea è ostacolare l’azione dell’alfiere in g2 e preparare b5.
9.a4 b5 10.Ca3 l’idea dietro questa mossa non convenzionale è fare pressione sul pedone b5
 10… Ad7 11.Ce5 Cd5 12.e4 come spesso accade il cavallo d5 si rivela fondamentale per oscurare la visione dell’alfiere in g2, il pedone in e4 scaccia il cavallo nemico ma accorcia la linea di azione del proprio alfiere. 
12… Nb4 13.0-0 0-0 14.Tfd1 una continuazione tranquilla che prepara la spinta di sfondamento in d5
14… Be8 riprende il controllo della casa d5, ma al tempo stesso ostacola lo sviluppo della torre f8 ed il coordinamento dell’ottava traversa.
15.d5 su 15…f6 si può sacrificare un pezzo con 16.dxc6 Dxd2 17.Txd2 fxe5 18.axb5 il sacrificio sembra molto promettente, il nero non è obbligato ad accettarlo, ma in ogni caso il proprio lato di donna sarebbe disintegrato.
15… Dd6 16.Cg4 Dc5 17.Ce3 C8a6 completando il proprio sviluppo, anche se il lato di donna è assediato
18.dxc6 bxa4 19.Caxc4 Axc6 20.Rac1 il nero ha mantenuto il pedone di vantaggio, però è doppiato ed il bianco ha mantenuto l’attività dei pezzi, anche in questa quarta partita del Campionato del Mondo di scacchi il difensore è chiamato a dimostrare il valore del vantaggio materiale rispetto al vantaggio di sviluppo
20… h6 21.Cd6 per creare un avamposto sostenuto da un pedone in e5 e dall’altro cavallo in c4 Da7 
22.Cg4 ora che la regina nera è finita fuori gioco si creano i presupposti per sacrificare materiale sull’arrocco indebolito
22… Tad8 23. Cxh6+ gxh6 24.Dxh6  f6 25.e5 ridando luce all’alfiere
 25… Axg2 26.exf6 ottimo questa è la via più veloce per finire la partita Rxd6 27.Rxd6 Ae4 28.Txe6 Cd3 29.Tc2 Dh7 30.f7+ Dxf7 31.Rxe4 scegliendo la via che conduce alla via vittoria senza correre rischi
31… Df5 un errore che conduce forzatamente alla sconfitta 32. Re7 Qf7 33. Qg5+ Kh8 34. Rxf7 Rxf7 35. Qh6+ Kg8 36. Rc8+ Rf8 37. Rxf8
32.Te7 1-0 sarebbe potuto seguire Df7 33. Dg5+ Rh8 34. Txf7 Txf7 35. Dh6+ Rg8 36. Tc8+ Tf8 37. Txf8#

Dopo questa vittoria Anand è balzato al comando del match che conduce 2,5 ad 1,5 Topalov dispone di 8 partite per riequilibrare il punteggio.

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Fide World Chess Championship Anand-Topalov Sofia 2010 partita n° 3

Posted by Arcobaleno su maggio 2, 2010

Topalov Anand Sofia 2010

Terza partita Campionato del Mondo di scacchi Sofia 2010

Topalov Vs. Anand

1.d4 d5 Anand rimette nel cassetto la difesa Grunfeld demolita da Topalov nella prima partita 2.c4 c6 3.Cf3 Cf6 4.Cc3 dxc4 5.a4 evitando la variante più violenta, che si sarebbe avuto con 5. e5 b5, un vero sacrificio di pedone, in linea con le prime due partite di questo incandescente match di Sofia.
5… Af5 6.Ce5 e6 7.f3 c5 si poteva tentare anche la più violenta 7. … Ab4, anche se è stata analizzata molto in profondità, Anand preferisce destabilizzare il cavallo in e5.
8.e4 Ag6 9.Ae3 cxd4 10.Dxd4 Dxd4 11.Axd4 Cfd7 12.Cxd7 l’idea è quella di paralizzare lo sviluppo del lato di re nero, il pedone g7 ha bisogno di protezione Cxd7 
13.Axc4 a6 14.Tc1 Il match del Campionato del Mondo di scacchi disputato da Topalov contro Kramnik era proseguito con 14.Re2 Tg8 15.Thd1 Tc8 16.b3 Ac5 17.a5 Re7 18.Ca4 Ab4 che risolse in una veloce patta.
14… Tg8 liberando l’alfiere in f8
15.h4 h6 16.Re2 Topalov sceglie di portare il re in battaglia, anche se non siamo ancora giunti in finale.
16… Ad6 con l’idea di giocare Re7 e contrastare l’azione centrale del re bianco, in queste due partite le schermaglie psicologiche tra i due GM sono state evidenti, sembra un duello del 1800 giocato sulla scacchiera.
17.h5 Ah7 18.a5 il lato di donna è stato fissato, Topalov dovrà fare attenzione a che il suo pedone non diventi un bersaglio!
18… Re7 19.Ca4 f6  Anand ha giocato quelle che all’apparenza sembrano tante mosse inutili, prima di formare quello che fin dall’inizio sembrava il corretto setup difensivo, in realtà aveva evitato di dare punti di riferimento a Topalov cercando di non fissare la catena pedonale, massimizzando la libertà di movimento dei propri pezzi 20.b4 catturare il pedone è pericolosissimo, 20. … Axb4 21. Tb1 Axa5 22. Cc5 b5 23. Axe6 Cxc5 24. Axg8 Axg8 è solo una delle varianti in cui Topalov si troverebbe a sguazzare 
20… Tgc8 21.Ac5 Axc5 22.bxc5 Rc7 la posizione del bianco ha perso tutto il suo veleno, non è possibile salvare il pedone c5 evitando la ripetizione di mosse 23.Thd1 Cxc5 24. Aa2 Tac8 25. Cb6 e dopo Ca4 ci si proietta alla ripetizione di mosse.
23.Cb6  Td8 24.Cxd7 Tdxd7  25.Ad3 Ag8 26.c6 dopo 26. … Txc6 27. Txc6 bxc6 28. Tb1! il bianco occuperà l’unica colonna aperta proiettandosi a giocare attivamente con Tb6.
26… Td6 dando supporto al pedone in a6
27.cxb7 Txb7 28.Tc3 Af7 29.Re3 Ae8 il bianco vorrebbe irrompere nella settima e nell’ottava traversa, con l’idea di conquistare il pedone in a6 e farsi un pedone passato, il nero al contrario vuole portare in gioco l’alfiere che al momento è fuori dal gioco.
30.g4 e5 31.Thc1 Ad7 32.Tc5 Ab5
33.Axb5 axb5 questo cambio evidenzia la verità del proverbio:- I finali di torri sono tutti patti! 34.Tb1 b4 35.Tb3 Ta6 36.Rd3 Tba7 37.Txb4 Txa5 38.Txa5 Txa5 39.Tb7 Rf8 40.Re2 Ta2+ 41.Re3 Ta3+ (1) 42.Rf2 Ta2+  43.Re3 Ta3+ (2) 44.Rf2 Ta2+ 45.Re3 Ta3+ (3) 46.Rf2  qui la posizione è stata dichiarata patta per ripetizione di mosse, come si può notare dai numeri tra parentesi, la posizione era stata ripetuta già in occasione dell’esecuzione della 45ª mossa da parte di Anand. 


Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Attacco doppio e inchiodature

Posted by Arcobaleno su aprile 29, 2010

problema di scacchi

muove il bianco

Il nero ha appena spostato il cavallo da c6 ad e7, pensando di poter assestare impunemente un attacco doppio ai pezzi pesanti del bianco, il quale in compenso ha coordinato le proprie forze per attaccare il re nero.

Nel diagramma sono presenti inchiodature lungo la diagonale c4-f7 e lungo la colonna D, sfruttando questi temi il bianco effettua una mossa spettacolare.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Anand – Topalov | Campionato del Mondo di scacchi 2010

Posted by Arcobaleno su aprile 27, 2010

Anand Viswanathan – Topalov Veselin

2ª partita Campionato del Mondo di scacchi 2010

1.d4 Cf6 2.c4 e6 3.Cf3 d5 4.g3 dxc4 5.Ag2 a6 Anand adotta una difesa catalana, arma che usa anche Topalov, dopo la prima partita i due GM danno prova di sfidarsi su terreni a noti ad entrambi, dopo le dichiarazioni di Danailov sembra che Anand e Topalov abbiano deciso di verificare su chi dei due conosce la variante di teoria più lunga.
6.Ce5 c5 7.Ca3 cxd4 8.Caxc4 Ac5 sembra che l’indiano voglia vendicarsi per non aver dimostrato di sapere conservare il vantaggio materiale nella prima partita. Il compenso è dato dalla maggiore attività sul lato di donna, il campione del mondo cercherà di frenare lo sviluppo dello sfidante, grazie alla pressione che l’alfiere g2 esercita sul pedone b7.
9.0-0 0-0 10.Ad2 Cd5 in questo modo si mura l’alfiere in g2 e si frena la spinta del pedone in b4. 
11.Tc1 Cd7 la scelta più comune che cerca di cambiare materiale per diminuire l’iniziativa del bianco 12.Cd3 una scelta interessante che frustra il piano del nero Aa7 13.Aa5 questa mossa tende a provocare la spinta in b6, che accecherebbe l’alfiere di casa nera e aprirebbe la diagonale per l’alfiere in g2
13… De7 non cadendo nelle provocazioni
14.Db3 una mossa come 14.Axd5 avrebbe permesso al nero di sciogliere la posizione dell’alfiere in c8 e della torre in a8, che avrebbero trovato nuove case di sviluppo.
14… Tb8 togliendo la torre dalla diagonale e come suggerito dall’ipermoderno Nimzowitsch
15.Da3 L‘offerta del cambio di donne è strabiliante, il bianco ha già un pedone in meno ed ora accetta di subire un impedonatura
15… Dxa3 sembra tutto ok per il nero, in realtà questa mossa che permette l’apertura della colonna b, accresce il vantaggio posizionale del bianco
16.bxa3 C7f6  17. Cce5 il cambio delle regine ha provocato un indebolimento della casa d6, ma questa mossa continua a mettere pressione al nero e ne ritarda lo sviluppo
17… Te8 18. Tc2 è corretto raddoppiare le torri sulla colonna aperta b6 19.Ad2 Ab7 20.Tfc1 Tbd8 liberando la casa all’alfiere di casa scura
21.f4 un altra mossa ipermoderna basata sulla superprotezione dell’avamposto
21… Ab8 22.a4 a5 23.Cc6 ora che tutto è pronto il campione del mondo invade la casa debole
23… Axc6 24.Txc6 h5 l’idea è creare debolezze attorno all’arrocco bianco
25.T1c4 Ce3 26.Axe3 dxe3 27.Af3 il lato di donna nero è un colabrodo, ora che il bianco ha evitato le minaccie di matto la posizione del nero pare priva di un reale controgioco, forse si può tentare 27. … Cd7 e 28. … e5
27… g6 stabilizzando la struttura pedonale sul lato di re
28.Txb6 Aa7  29.Tb3 Td4 30. Tc7 Ab8 31.Tc5 Anand ha saggiamente evitato il cambio delle torri che avrebbe alleggerito la pressione
31… Ad6 32.Txa5 da un pedone in più per Topalov si è passati ad un pedone in più per Anand
32… Tc8 33.Rg2 Tc2 34.a3 Topalov è in grande difficoltà, ha 11 minuti per eseguire ancora 7 mosse
34… Ta2 35.Cb4 Axb4 36.axb4 Cd5 portando pressione sul lato di donna del bianco! 37.b5 Taxa4 38.Txa4 Txa4 39.Axd5 exd5 40.b6 Ta8 41.b7 Tb8 42.Kf3 d4 al termine delle semplificazioni il bianco si ritrova con un finale vinto.
43.Re4 1-0 terminato lo zeinot Topalov si accorge che protrarre resistenza sarebbe inutile, il bianco vince facilmente portando il re a sostegno del pedone B, costringendo il re avversario a portarsi su tale lato, per poi andare a catturare i pedoni lasciati indifesi sul lato di re! Anche se il nero riuscisse a semplificare la posizione mangiando il pedone B e cambiando le torri, il bianco dopo avere eliminato i pedoni D ed E avversari, farà avanzare il proprio pedone E, conquistando il vantaggio di avere un pedone passato!

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

Zugzwang nei finali di torre

Posted by Arcobaleno su aprile 25, 2010

 

muove il nero

Finalmente un problema in cui la mossa spetta al nero, ho trovato la soluzione molto agevolmente poiché questo tipo di finale l’ho giocato svariate volte.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Alfiere contro cavallo nei finali di scacchi

Posted by Arcobaleno su aprile 22, 2010

 

muove il bianco

1. Ae5 Cd8

(Se 1. … Cg5 Af6+ Rxf6 c7 ed il bianco promuove)

(Se 1. … Cf8 2. Ad6+ Re8 Axf8 ed il bianco vince)

(Se 1. … Rf7 2. Rd6 Cd8 3. c7 Cb7+ 4. Rd5 vincendo facilmente)

2. Af6+ !

(Attenzione a 2. c7 segue Rd7 con patta)

2. … Rxf6

3. c7 e con la comparsa della regina in c8 o d8 il bianco non avrà problemi nel dare scaccomatto al re avversario.

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Sacrificio di sgombero

Posted by Arcobaleno su aprile 20, 2010

spinta di pedone

muove il bianco

La posizione del bianco non è complicata come sembra a prima vista, anche se non dovesse riuscire a catturare il pedone nero di torre, potrebbe promuovere a sua volta il proprio pedone di alfiere, ma una soluzione tattica permette al primo giocatore di incamerare il punto intero. Soluzioni di questo genere sono rare nella pratica di torneo, ma meno infrequenti di quel che si pensa!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | 2 Comments »

Attenzione allo stallo

Posted by Arcobaleno su aprile 18, 2010

finale di torre

muove il bianco

Il problema odierno è simpatico ed istruttivo. Il bianco deve fare attenzione alla torre ed al pedone h7 che sono attaccati.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Studio di Edward Lasker

Posted by Arcobaleno su aprile 16, 2010

 

muove il bianco

Lo studio rappresentato nel diagramma è una composizione di Edward Lasker, lontano cugino del Campione del Mondo di scacchi Emanule Lasker.

Il nero ha un pedone passato ed una migliore struttura pedonale, persino la posizione dei re avvantaggia teoricamente il secondo giocatore, in quanto il re nero sostiene il proprio pedone ed è pronto a catturare i pedoni avversari attaccandoli alle spalle, mentre il re bianco sembra essere relegato in c1 a difesa della casa di promozione, eppure:

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Arrocco indebolito

Posted by Arcobaleno su aprile 14, 2010

 

problema di scacchi

muove il nero

La posizione del diagramma si è verificata nella partita giocata da L. Soulages ed F. Pérez a Cannes nel 2000. 

Sulla scacchiera vi è la parità materiale, ma:

1. Il bianco possiede la coppia degli alfieri in posizione chiusa e questo è uno svantaggio, al contrario di quello che accade nelle posizioni aperte.

2. Il nero ha un pedone doppiato, ma la colonna aperta è controllata dalla propria torre che per giunta è diretta contro l’arrocco indebolito del bianco.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Pedone lontano nei finali di scacchi

Posted by Arcobaleno su aprile 10, 2010

finale di scacchi

muove il bianco

La mossa spetta al bianco, ma il re nero è molto più attivo del collega bianco! Chi è in vantaggio in questo finale di scacchi?

Si dice che il pedone lontano sia quello più pericoloso, riesce il bianco a promuovere il pedone di torre prima che il re nero riesca a controllare la casa di promozione h8?!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Ercole Del Rio e gli scacchi

Posted by Arcobaleno su aprile 9, 2010

Ercole Del Rio

Ercole Del Rio è stato un teorico di scacchi nato a Guiglia nel 1723 e morto a Modena il 23 Maggio 1802.

Ercole Del Rio

muove il bianco

Al pari di Paul Morphy scelse l’avvocatura quale professione, ma se dell’americano rimane solo il fulgido ricordo tramandatoci dalle sue immortali partite in cui il concetto di rapido sviluppo era la massima espressione del concetto romantico ottocentesco, del modenese rimane il suo rarissimo volume “Sopra il gioco degli scacchi. Osservazioni pratiche d’Anonimo autore modenese”.

Nello studio del diagramma Del Rio ci mostra come coordinare cavallo e regina nell’attacco all’arrocco.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in curiosità, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Simpatico problema di scacchi

Posted by Arcobaleno su aprile 7, 2010

muove il bianco

Questo problemino di scacchi è molto simpatico ed istruttivo, l’ho risolto sorseggiando un succo ai frutti di bosco mentre sgranocchiavo patatine cotte al forno.

Risulta evidente che un immediata promozione 1. c8=D g1=D non conduce il bianco alla vittoria.

Mentre ammiravo i quattro gol con cui Lionel Messi ha steso l’Arsenal, guidando il Barcellona alla semifinale da giocare contro l’Inter, ho visualizzato la soluzione corretta!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Alfieri di colore contrario in finale

Posted by Arcobaleno su aprile 5, 2010

 

patta teorica

muove il nero

Il nero può pattare facilmente cambiando le torri entrando in un finale con gli alfieri di colore contrario; in questo tipo di finale, più i pedoni della parte in vantaggio, sono vicini fra loro, più aumentano le possibilità di patta.

Il re e l’alfiere del difensore possono collaborare a formare un blocco efficace, dal momento che l’alfiere della parte forte non può contrastare il controllo delle case esercitato dall’Alfiere avversario.

Il nero è intenzionato a cambiare le torri, mentre la parte forte vorrà mantenere in gioco quanti più pezzi possibile per sfruttare la forza d’attacco del suo alfiere.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Sovraccarico

Posted by Arcobaleno su aprile 3, 2010

muove il bianco

Il nero ha un pedone ed una qualità di vantaggio, eppure la sua posizione fa tanta puzza! Se avesse il tempo di avanzare i pedoni liberi allora si che avrebbe un vantaggio decisivo, ma deve prestare attenzione all’azione dei pezzi bianchi lungo la diagonale d8-h4. Ad un occhiata veloce sembrerebbe tutto sotto controllo, ma:

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | 1 Comment »

Adescamento

Posted by Arcobaleno su aprile 2, 2010

 

scacco di scoperta

muove il nero

Il problema odierno è molto semplice, si tratta di adescare il re in una posizione meno sicura dell’attuale.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sacrificio di deviazione negli scacchi

Posted by Arcobaleno su marzo 29, 2010

 

sacrificio regina

muove il nero

La posizione è stata raggiunta dal maestro Kostrovitsky opposto ad un giocatore di origine sconosciuta nel torneo di San Pietroburgo del 1893.

Tiene banco la debolezza dell’ultima traversa, sembra che tutto sia difeso, addirittura sembra che sia il bianco ad attaccare che per giunta ha pure il vantaggio di due pezzi, seppure abbia quattro pedoni in meno il rapporto materiale segna un +2 per il bianco, ma la mossa spetta al nero!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

La debolezza della ottava traversa

Posted by Arcobaleno su marzo 28, 2010

 

debolezza ultima traversa

muove il bianco

 

Due torri collegate valgono quanto una regina, ed il nero qui è pure in vantaggio di un pedone, ma il tema strategico della posizione è la debolezza dell’ottava traversa; il re nero è ingabbiato, bisogna sferrare il colpo decisivo.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Posizione di blocco nei finali di donna

Posted by Arcobaleno su marzo 25, 2010

 

Donna contro Alfiere e Cavallo

Posizione di blocco

Nei finali di Donna contro Alfiere e Cavallo il partito di minoranza ha praticamente sempre la peggio, ma vi è una posizione di blokko che la regina ed il re nemico non possono aggirare.

Nella posizione del diagramma, al re nero sarà sufficiente spostarsi nelle case h7 – g8 od h8 per ottenere il pareggio, poiché al re bianco sono precluse le case f8 – f7 – f6 – g6 – h6 controllate dal cavallo e dall’alfiere, il primo difese da quest’ultimo, difeso a sua volta dal re, quindi, è impossibile costruire una rete di matto.

Posted in scacchi | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sacrifici nel ritardo di sviluppo

Posted by Arcobaleno su marzo 24, 2010

 

ritardo di sviluppo

muove il bianco

Il nero ha appena giocato la spinta del pedone b6, sottovalutando la claustrofobica posizione in cui si trova il re in e8.

Si imponeva Cb6 dalla cui casa il cavallo oltre a difendere il pedone in e6, mirava pure alla casa f4 passando per d5.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Controllo della settima traversa

Posted by Arcobaleno su marzo 21, 2010

 

settima traversa

muove il nero

Il controllo della settima traversa è la strategia che permette di apportare motivi tattici contro il re avversario.

Nella posizione del diagramma la regina nera è attaccata, la soluzione richiede un atto di coraggio e applicazione tecnica, condita con un briciolo di fantasia, il mix esplosivo permetterà al nero di forzare la vittoria.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Problema di scacchi – Repost?!

Posted by Arcobaleno su marzo 19, 2010

 

matto di torre

muove il bianco

Mi sembra di ricordare che questo problema di scacchi sia già stato pubblicato qualche mese fa, tuttavia, ritengo che sia utile per imparare temi strategici quali la deviazione ed il sacrificio di materiale.

Quando non riusciamo a risolvere un problema, è utile lasciare trascorrere del tempo, affinché l’esperianza maturata nel frattempo sia proficua per sperimentare nuove soluzioni.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Sacrifici nei problemi di scacchi

Posted by Arcobaleno su marzo 17, 2010

 

sacrificio di scacchi

muove il bianco

Il problema proposto oggi è di soluzione relativamente semplice.

Il nero non è riuscito ad arroccare e si ritrova con il re relativamente indifeso, al momento i pezzi neri stanno controllando le case chiave attaccate dai pezzi bianchi.

Per rompere le difese sono necessari dei sacrifici di deviazione.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Finali di alfiere dello stesso colore

Posted by Arcobaleno su marzo 15, 2010

 

finale alfieri stesso colore

muove il bianco

Considero i finali di alfiere dello stesso colore tra i più difficili da giocare, perché se ogni altro finale può essere schematizzato, seguendo delle strategie generali, nei finali di alfiere dello stesso colore, genio e fantasia sono i fattori che spostano gli equilibri in campi.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Difesa Berlinese la trappola di Mortimer

Posted by Arcobaleno su marzo 13, 2010

1.e4 e5 2.Cf3 Cc6 3.Ab5 Cf6 4.d3 4.O-O è giocata più frequentemente
4… Ce7?! Questa è la variante Mortimer della difesa Berlinese, non costituisce una buona mossa, ma è un astata trappola da giocare quando si incontrano giocatori golosi di catturare pedoni in apertura
4… d6 5.c3 è la continuazione classica 
5.Cxe5?
cadendo in pieno nella trappola, è corretto giocare 5.O-O Cg6 6.d4 c6 7.dxe5 Cxe4 con gioco preferibile per il bianco
5… c6! 6.Cc4
6… d6! 7.Aa4 b5 grazie a questa forchetta il nero guadagna un pezzo conquistando un vantaggio decisivo.
Altre varianti favorevoli al nero sono:
6.Aa4 Da5+ 7.Cc3 Dxe5 
6.Cxc6 dxc6 7.Ac4 Cg6 
6.Cxf7 probabilmente la migliore risorsa a disposizione del bianco 6…Rxf7 7.Aa4 
6.Ac4 Da5+ 7.Cc3 Dxe5 

Posted in scacchi, Teoria delle aperture | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scacchi alla cieca | A. Alekhine-F. Sämisch | La partita dei maestri

Posted by Arcobaleno su marzo 9, 2010

Alekhine è unanimemente riconosciuto come il giocatore di scacchi alla cieca più forte di ogni epoca, Sämisch Friedrich (1896-1975), lo considerava”tecnicamente perfetto, veloce e sicuro”. Molti storici etichettarono Sämisch come il miglior giocatore tedesco di scacchi alla cieca, anche se il proprio record di partite giocate e vinte contemporaneamente era di solo 10 partite. 

La partita seguente è una gemma giocata da questi due campioni la cui passione per il gioco era evidente!
A. Alekhine-F. Sämisch B30
Berlino,1923

Non posso sottrarmi dal commentarla alla cieca.

1.e4 c5 2.Cf3 Cc6 3.Ae2 una delle mosse preferite da Karpov nella difesa siciliana e6 4.0–0 d6 5.d4 cxd4 6.Cxd4 Nf6 seppure con altro ordine di mosse la posizione è una delle linee principali della moderna teoria delle aperture 7.Af3 ai giorni nostri si preferisce difendere il pedone centrale sviluppando il cavallo in c3, Alekhine voleva giocare un astuto tranello Ce5 8.c4 il pedone è intoccabile, poiché alla sua cattura seguirebbe 8.Da4+ ed il cavallo in c4 farebbe una brutta fine 8. … Cxf3+ 9.Dxf3 Ae7 10.Cc3 0–0 11.b3 Cd7 l’inizio di un piano dubbio 12.Ab2 Af6 la scelta di contrastare la lunga diagonale non è delle più felici, sarebbe stato più interessante cercando un controgioco basato sulle spinte in b5 e in d5 13.Tad1 a6 14.Dg3 Dc7 15.Rh1 sottraendosi dallo scacco intermedio Dc5+ 15. … Td8 16.f4 b6 con la coppia degli alfieri bisogna aprire la posizione, ma il nero è in ritardo di sviluppo, al nero manca il cavallo in f6 che difende l’arrocco, la torre in a8 e l’alfiere in c8 sono inoperosi 17.f5 Ae5 un errore praticamente decisivo 18.fxe6!! Un geniale sacrificio di regina Axg3 19.exf7+ Rh8 20.Cd5! 1–0

La minaccia è 20. … Da7 21. Cxe6 con minaccia di matto in g7 e cattura della torre in d8 alla quale seguirebbe la promozione del pedone in f8.

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Variante Tarrash della difesa Francese

Posted by Arcobaleno su marzo 5, 2010

5 Settembre 2009 | Christian Gasperini – Niccoli Paolo | 5° Festival Internazionale di Scacchi “Città di Cattolica”

1.e4 e6 2.d4 d5 3.Cd2 c5 4.c3 siamo nella variante tarrash della difesa Francese Cc6 5.Cgf3 Cf6 6.e5 Cd7 7.Ad3 siamo giunti a questa posizione per mezzo di un insolito ordine di mosse, personalmente preferisco il set-up in cui il bianco sviluppa il Cg in e2 portando in f3 il cavallo di donna f6 nella linea principale il nero sviluppa l’alfiere in e7 o la regina in b6 8.exf6  questa è una valida soluzione, ma il bianco può anche scegliere di complicare per mezzo di Cg5!? un sacrificio che scatena un violento attacco contro il re, ove a tavolino non è facile trovare la difesa corretta Cxf6 9.0–0 Ad6 10.Te1 una novità rispetto alla collaudata 10. dxc5 che conduce ad un gioco incerto 0–0 11.dxc5 Axc5 12.Cb3 in una posizione simile si è giocata la spinta in b4, per aggredire il lato di donna del nero, ritengo che il bianco debba giocare attivamente sulle fasce per contrastare i pedoni neri in e6 e d5. Ad6 13.Ag5 è interessante contrastare l’alfiere in d6 per mezzo della manovra Ag5-Ah4-Ag3 Dc7 14.h3 un indebolimento non necessario era meglio proseguire con il piano teso a cambiare l’alfiere delle case scure h6 questa mossa ha una valenza diversa dalla spinta del bianco, poiché crea le premesse per una espansione sul lato di re, sostenuta dai pezzi pesanti 15.Ad2 non è la casa migliore e5 chiaramente la massa pedonale si mette in moto, i pezzi bianchi finiscono con l’intralciarsi tra di loro 16.Ac2 Ad7 17.Dc1 Ae8 il riciclo di questo alfiere lungo la diagonale e8-h5 è uno dei piani strategici del nero per liberarsi dell’alfiere cattivo, nella fattispecie era interessante avanzare il pedone in e4 per l’imitare l’azione del collega bianco 18.Af5 a5 offrendo la chance di complicare spingendo il pedone in c4, era interessante Ch5 con l’idea Cf4 e attacco al fragile arrocco del bianco 19.Dc2 strategicamente perdente a4 obbligando il bianco a rompere la comunicazione delle torri 20.Cc1 i pezzi si intralciano e non si vede un piano attivo e4 21.Ch4 g5 22.Ae6+ Rh7 23.Cf5 Ag6 24.Ce3 Tad8 era interessante anche Ac5 difendendo indirettamente il pedone d5, poiché se 25. Cxd5 Cxd5 26. Axd5 segue Axf2+ guadagnando la qualità 25.Dxa4 De7 era corretto aprire la posizione con la spinta in d4, considerato che dopo cxd4 Cxd4 l’equino è tabù per via dello scacco di scoperta in h2 26.Af5 De5 27.Axg6+ Rxg6 28.Cf1 g4 29.Cg3?? l’errore decisivo, dopo Ce2 il bianco si sarebbe difeso dalle spinte di rottura e sarebbe stato pienamente in partita gxh3 30.gxh3 Ch5 0-1

Nella posizione finale si poteva continuare a giocare opponendo una fantasiosa quanto sterile resistenza per mezzo di 31. Cd3, a gioco corretto il nero guadagna materiale, ma come dice il proverbio, “Non si vince la partita abbandonando”.

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Difesa Scandinava amata perché sconosciuta

Posted by Arcobaleno su febbraio 26, 2010

amata scandinava

 

La difesa scandinava suscita l’interesse di coloro che hanno poco tempo di studiare le aperture, poiché nelle prime mosse il nero può adottare un sistema di sviluppo universale senza dover studiare una gran quantità di sottovarianti.

Il discorso può valere anche per il bianco, ma spesso i giocatori pigri non si preparano abbastanza poiché considerano questa sconosciuta apertura non troppo incisiva per il nero, sottovalutando quanto sia importante la conoscenza teorica dei punti forti e deboli dell’avversario.

Nelle ultime settimane, negli incontri pomeridiani al circolo di scacchi, mi sono trovato di frequente a dover fronteggiare questo sistema di apertura.

1. e4 d5 2. exd5 Dxd5 3. Cc3 Da5 4. d4 Cf6 5. Cf3 Af5

Da un punto di vista strategico, questa mossa ha tre meriti:

  1. incrementa il controllo tematica sulla casa e4;
  2. sviluppa l’alfiere in posizione meno esposta di g4, difeso dalla donna in a5;
  3. permette che la spinta in e6 venga effettuata senza occludere l’alfiere.

Il nero tenderà a raggiungere la configurazione di sviluppo: e6 – Cbd7 – Ae7/b4 – 0-0 – c6, estremamente solida anche se non molto intraprendente, uno sviluppo più aggressivo è dato dall’arrocco lungo, con l’idea di fare pressione sul pedone d4, cercando di effettuare la classica spinta di liberazione in e5.

A me piace proseguire con 6. Ac4, apre la strada all’arrocco corto o si prepara a difendere un eventuale arrocco lungo grazie ad Ab3 e punta alla casa f7.

Al nero conviene aprire un varco per la fuga della donna nera 6. … c6! è la continuazione più giocata, 7. Ad2 e6! puntellando la casa d5 e preparandosi allo sviluppo dell’alfiere in f8.

A questo punto entrambi i giocatori devono essere a conoscenza della trappola 8. De2, il pedone in c2 è avvelenato, il bianco ha sviluppato tutti i pezzi mentre il nero è molto indietro con lo sviluppo, quindi se 8. … Axc2, l’apertura del centro non può che essere favorevole al primo giocatore. 9. d5! Un piccolo esempio è dato da 9. … cxd5 10. Ab5+ Cc6 11. Cxd5 Dd8 12. Cxf6 Dxf6 13. Axc6+ bxc6 14. Dc4! con doppio attacco su c2 e c6 e vantaggio decisivo del bianco.

Al nero conviene sviluppare i propri pezzi come preventivato 8. … Ab4 ove a me piace proseguire con l’aggressiva 9. 0-0-0 in passato il nero ha sperimentato le semplificazioni derivanti da 9. … Cd5, con scarso profitto dopo 10. Cxd5 Axd2+ 11. Cxd2 cxd5 12. Cb3 con vantaggio del bianco, a questo punto la mossa corretta è 12. … Db8 ed il bianco è in vantaggio di sviluppo con iniziativa, mentre 12. … Dxa2 è inferiore per via di 13. Axd5 Cc6 14. g4 Ag6 15. Axc6 bxc6 16. f4 ed oltre al ritardo di sviluppo e alla peggiore configurazione pedonale il nero si trova a dover fronteggiare anche la perdita di un pezzo. Per chi ama le complicazioni ed il gioco a doppio taglio, consiglio di prepare la trappola 16. … a5! il nero sacrifica l’alfiere in g6 in cambio di gioco attivo contro il re bianco.

In alternativa è meglio restare aggiornati con lo sviluppo teorico optando per 9. … Cbd7 il bianco ha a disposizione 10. a3 o 10. Ce5! che sembrano più aggressive delle altre, ma in blitz una continuazione poco appariscente come 10. Rb1!? può giocare a favore di colui che ha preparato le migliori analisi casalinghe!

Posted in scacchi, Teoria delle aperture | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Topalov batte la difesa russa di Gelfand ed è campione a Linares 2010

Posted by Arcobaleno su febbraio 25, 2010

Ultimo turno del supertorneo di Linares 2010, Topalov cerca la vittoria contro Gelfand, per garantirsi il primo posto assoluto nel torneo.
1. e4 e5 2. Cf3 Cf6 3. Cxe5 d6 la difesa Petroff è l’arma preferita di Gelfand contro 1.e4, un apertura solida come il granitico israeliano.
4. Cf3 Cxe4 5. Cc3 Cxc3 6. dxc3 Ae7 7. Ae3 questa è la linea più popolare della difesa russa, 7.Af4 è molto più teorizzata, nella linea della partita sovente il bianco dispone della coppia degli alfieri contro Alfiere e cavallo, ciò gli permette di esercitare un pressione a lungo termine senza correre alcun rischio.
7. … 0-0 8. Dd2 Cd7 9. 0-0-0 con questo raddoppio dei pezzi pesanti sulla colonna ‘d’ si evita Ce5 o Cc5, ma il nero può sviluppare il cavallo in b6, con l’idea Ae6 e Cc4.
9. … Te8 Gelfand preferisce porre una torre sulla colonna aperta 10. h4 Topalov risponde nel modo più aggressivo, manifestando chiare intenzioni di giocare per vincere 10. … c6 11. h5! h6 la posizione è più o meno pari, il bianco ha un attacco sul lato di re, ma il nero ha il suo controgioco al centro e sul lato di donna.
12. Rb1 Cf6 13. Ad3 Topalov fa la mossa più logica, completando lo sviluppo.
13. … Ah8 consolidando la posizione, sarebbe stata interessante anche 13. … Ag4
14. Rdg1 Topalov sta preparando minuziosamente la spinta in g4, Gelfand è chiamato a svolgere un attento lavoro difensivo, ma la spinta in d5 e lo sviluppo del Cavallo in e4 sembrano rimedi semplici e naturali per fronteggiare l’attacco sull’ala.
14 … Cg4 15. Af4 Df6 16. Ch2 Gelfand ha giocato per impedire g4, ma Topalov non ha alcuna intenzione di rinunciarvi anche se ciò porta a semplificare la posizione, che in genere è favorevole a chi dispone di meno spazio.
16. … Cxh2 17. Txh2 Af5 18. Axf5 Dxf5 Il bianco sembra preferibile, il piano del nero è stato quello di scambiare i pezzi e di preparare un controgioco lungo la colonna aperta.
19. g4 De4 20. g5 hxg5 21. Axg5 La posizione di Topalov è superiore, Gelfand avrebbe fatto meglio ad evitare il cambio dei cavalli alla sedicesima mossa, trasferendo il cavallo in e5 avrebbe mantenuto una posizione attiva, anche se la sua scelta aveva seguito i dettami della logica. 21. … De2 confidando di pareggiare il finale, ma il bianco non rischia praticamente niente, mentre il nero è costretto a restare sulla difensiva.
22. Dxe2 Txe2 23. Ae3 ingabbiando la torre 23. … Txe3 prima o poi il nero era costretto a cedere la qualità 24. fxe3 Te8 25. Th3 Te6 26.c4 Ae7 Gelfand sta lottando con i denti, vorrebbe portare l’alfiere in e5 dominando le caselle centrali 27. Tf3 per penetrare in territorio nemico lungo la colonna ‘f’
27 … Te5 28.Tgf1 Txh5 29.Txf7 Te5 30.T7f3 Af6 31.c3 Te4 oltre ad una qualità in meno Gelfand si ritrova anche in zeinot
32. Txf6, una decisione drastica, forse Topalov temeva che Gelfand costruisse una fortezza lungo la sesta traversa per mezzo di Te6 e Rf7, o sta semplicemente speculando sulle ristrettezze di tempo del nero.
32. … gxf6 33. Txf6 Txe3 34. Txd6 Rf7 il finale di soli pedoni è degno di studio.
35. Rc2 Te2 36.Rb3 Re7 37.Td4 manca poco al controllo del tempo 37… c5 e se prima di cedere la qualità Topalov aveva una posizione vincente ora non è tutto così chiaro
38.Td3 b6 39.Ra3 Tc2 40.Td5 a5 41.Td3 Th2 42.b3 Topalov sta preparando Ra4, ma senza errori di Gelfand la partita terminerebbe in parità
42… Rc2 43.Ra4 Txa2 44.Rb5 Tb2 45.Rxb6 a4 46. Rxc5 Txb3 47. Td6 a3 48. c5 Re8 49.Th3 a2 50.Th8+ Re7 51.Ta8 Tb2 52.Rc7 Tc2 la posizione di Gelfand si è fatta difficile
53.c6 Tb2 54.c4 Tc2 55.Ta6 Tb2 56.c5 non ci sono più speranze di salvare il finale
57.Ta5 Tc2 58.Rb7 Tb2+ 59.Rc8 Re7 60.c7 Re8 61.Txa2 Txa2 62.Rb7 Grazie a questa combinazione finale, Topalov si è aggiudicato il match ed il torneo di Linares 2010 1-0

Posted in notizie, partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

La spallata negli scacchi

Posted by Arcobaleno su febbraio 1, 2010

 

muove il bianco

Molto spesso il Re deve scegliere un percorso che gli permetta di dare una ‘spallata’ al Re avversario, per impedirgli di raggiungere in tempo un settore importante della scacchiera.

Nella posizione del diagramma è inevitabile che il bianco guadagni il pedone a7. Il nero può salvarsi solo se riesce a rinchiudere il re bianco nell’angolo posizionandosi in c7 con il suo Re.

Nel 1921 la partita giocata a Berlino tra Slage e Ahues terminò patta dopo 1. Re6 Rc3 2. Rd6? Rd4 3. Rc6 Re5 4. Rb7 Rd6 Rxa7 Rc7.

Maizelis invece dimostrò che il bianco poteva vincere giocando 2. Rd5! Il re bianco avvicinandosi al pedone a7, dà contemporaneamente una spallata al re avversario, impedendogli di avvicinarsi alla casa c7.

Posted in scacchi | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Appuntamento al circolo scacchi di Cattolica

Posted by Arcobaleno su gennaio 19, 2010

Ci riuniamo mercoledì 20 e venerdì 22 Gennaio dalle ore 17 alle ore 19, in via Cavour n° 16, presso la sede dell’Associazione culturale Arcobaleno.

E’ prevista una sessione di gioco libero, ed una lezione gratuita di scacchi sulla Difesa Francese, con possibilità di consultare i libri presenti nella biblioteca.

Posted in notizie, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Partita di scacchi commentata: viaggio a Berlino

Posted by Arcobaleno su gennaio 18, 2010

Questa partita è stata giocata da due giocatori dei quali uno detiene la categoria terza nazionale e l’altro la seconda categoria nazionale. Il nero ha commesso delle evidenti sviste, ma ho esaudito alla loro richiesta di un commento.

A Berlino il muro è caduto. Sulla scacchiera appena il nero ha perso il proprio consigliere la partita è diventata molto difficile, quando ha perso la regina è divenuta senza speranza.

1.e4 e5 2.Ac4 Cf6 3.d3 {meglio 3. Cf3 se Cxe4 il bianco ha un grande attacco dopo 4. Cc3 perché se Cxc3 la posizione nera è già vicina al collasso dopo 5.dxc3}

3. … Ab4+? {Meglio Ac5 o Cc6, dopo c3 il nero deve di nuovo muovere l’alfiere}

4.c3 Aa5 {percorrendo la diagonale sbagliata Ae7 è la via migliore per cercare il pareggio, anche se il bianco ha già un piccolo vantaggio}

5.Cf3 d6 6.Ag5 O-O 7.O-O Cc6 8.Cbd2 h6 9.Ah4 b6? {NO…} 10.a4?! {Non necessaria, l’alfiere non può scappare quindi b4 vince un pezzo} Ag4 11.b4 Axb4 12.cxb4 Cxb4 13.Db3 Cc6 {c5! il cavallo disponeva di un avamposto era meglio stabilizzarne la posizione} 14.h3 Axf3{chi possiede meno pezzi deve cambiare pedoni, quindi la mossa è concettualmente sbagliata} 15.Cxf3 De7? {Ca5 è migliore!} 16.Ad5 Cxd5? 17.Axe7 {Praticamente la partita finisce qui, il resto è solo una questione di tecnica} Cdxe7 18.Tac1 a6 19.Ch4 b5 20.axb5 Tab8 21.Da3 axb5 22.Tb1 Ta8 23.Db2 b4 24.f4 d5 25.fxe5 d4 26.Cf5 Cxf5 27.Txf5 Tae8 28.Tc1 Te6 29.g4 Tb8 30.Tc5 g6 31.Tf6 Txf6 32.exf6 Cd8 33.Txc7 b3 34.Td7 Ce6 35.h4 Cf4 36.Txd4 Ce6 37.Td7 Cc5 38.Td4 Tb6 39.Td8+ Rh7 40.Tf8 Cxd3 41.Dd4 1-0

Causa della sconfitta del nero a parte gli errori tattici, è stato il non sapere che l’alfiere nero in questa passiva apertura va sviluppato in e7.

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Training scacchistico

Posted by Arcobaleno su gennaio 17, 2010

 

muove il nero

A partire da questa posizione la partita è proseguita con 10. … e4 11. Cd2 b6 12. b4 Ab7 13. a4 c5 14. bxc5 dxc5 15. d5 Ce8 con posizione promettente per il nero anche se il fritz assegna un vantaggio al bianco. Il fatto che al termine della partita abbia vinto il nero non è troppo rilevante, poiché a condurre i pezzi bianchi era il Maestro argentino Jorge Szmetan mentre a guidare i pezzi neri sedeva il GM americano Hikaru Nakamura.

E’ possibile migliorare il gioco dei due colori?

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Difesa Coccodrillo: quando spingere in d5!?

Posted by Arcobaleno su gennaio 13, 2010

Oggi al circolo di scacchi eravamo in tre, a farmi compagnia vi erano Massimo Tomasetti e Vittorio Brunaccioni.

Prima di concederci qualche partita di gioco rapido, ho mostrato loro la posizione verificatesi lunedì sera nella partita tra Daniele Andruccioli e Paolo Ruggiero:

1. e4 d6

2. d4 Cf6

3. Ad3!? al posto della classica Cc3 il bianco opta per questa difesa di alfiere, in modo da non bloccare il pedone C; qualora il bianco giocasse 3. Cc3 dopo c6 4. Cf3 Ag4 5. Ae2 e6 6. 0-0 d5 il nero avrebbe occasione di entrare in un centro di tipo francese, dove ha sviluppato l’alfiere fuori dalla catena dei pedoni ed il bianco farebbe fatica ad opporsi alla spinta di reazione c5 sostenendo il centro con il pedone c3.

3. … c6 siamo nella difesa Coccodrillo cara ad Alessio De Santis

4. c4 a me piace occupare il centro con il terzo pedone, riservandomi di sviluppare il cavallo in e2 piuttosto che in f3

4. …  e5 questa spinta di reazione centrale è tipica nelle posizioni in cui il nero sviluppa il pedone in c6

5. Cf3  Ag4 ora qui il bianco si trova nel dubbio se difendere il pedone in d4 per mezzo di Ae3 o spingerlo in profondità comprimendo il centro nero.

6. Ae3 Daniele ha scelto la flessibilità d5 e Paolo ha azzardato questa mossa! E’ corretto spingere in d5 permettendo al bianco di aprire il centro al fine di sfruttare il suo vantaggio di sviluppo?! 

7. cxd5 catturare in d5 con il pedone E andrebbe incontro alla forchetta in e4

7. … cxd5 8. Ab5+ il bianco ha mosso due volte l’alfiere, ma il nero è costretto a mettersi sulla difensiva

8. … Cc6 9. Da4 Ad7 10. Cxe5 Cxe4 liquidando la situazione al centro, ma in questa posizione di gioco aperto, il bianco può conquistare il vantaggio della coppia degli alfieri

11. Cxd7 Dxd7 12. 0-0 è sufficiente il vantaggio del bianco per vincere la partita?!

Personalmente ritengo che dopo aver raddoppiato le torri sulla colonna C il bianco goda delle migliori prospettive ed il nero sia relegato ad una lunga, tecnica, estenuante difesa. Suggerisco pertanto 7. … Cbd7, con l’idea di non perdere il controllo della casa e5!

Posted in scacchi, Teoria delle aperture | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

Alfiere contro cavallo

Posted by Arcobaleno su gennaio 3, 2010

 

 

Alfiere e Cavallo

muove il bianco

 

Nei finali di alfiere contro cavallo le catene pedonali bloccate favoriscono generalmente il cavallo qualora l’alfiere non abbia la possibilità di attaccare i pedoni avversari, si parla in questo caso di alfiere cattivo, poiché l’alfiere si trova su casa del colore dei propri pedoni!

In mediogioco quando l’alfiere è oltre la propria catena di pedoni il discorso cambia leggermente poiché l’alfiere è libero di spaziare in territorio nemico. 

Nella posizione del diagramma l’alfiere ha guadagnato un importante casa centrale, il pedone bianco in h2 è debole ed il re nero sembra più attivo, non si vede come il bianco possa trarre vantaggio del pedone arretrato c7!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Vocaturo Daniele Vs. Kamsky Gata – commenta Piscopo Pierluigi

Posted by Arcobaleno su dicembre 29, 2009

 

Gata Kamsky

 

[Event “52^ Torneo Scacchistico Internazionale di Capodanno di Reggio Emilia”]
[Site “Reggio Emilia”]
[Date “2009-12-28”]
[Round “1.5”]
[White “Vocaturo, Daniele GM”]
[Black “Kamsky, Gata GM”]
[Result “0-1”]
[BlackElo “2695”]
[WhiteElo “2500”]
[board_id “4610”]

1.e4 c5 2.Cf3 e6 3.d4 cxd4 4.Cxd4 a6 5.Ad3 Ce7 6.O-O Cg6 7.Rh1 Ac5 8.Cb3 Aa7 9.f4 Cc6 10.De2 {Una tipica partita alla Kamsky. Il Nero accetta una posizione apparentemente passiva ma piena di vitalità nascosta. Com’è nel suo stile invece Daniele tenta di puntare a un attacco sul re e quindi sviluppa rapidamente i pezzi. Con il cavallo di re in g6, il punto h7 è un po’ il tallone d’achille della posizione del Nero. Direi che nel futuro è facile pronosticare un attacco di pezzi pesanti sulla colonna ‘h’.}
O-O 11.Ae3 d6 12.C1d2 Te8 13.a4 Dc7 14.c3 Ad7 15.Axa7 Cxa7 16.g3 Tad8 17.h4 {Una mossa sfortunata, probabilmente inaugurata a livello di piano già alla mossa precedente. Il gioco del Bianco non appare coerente: tagliando fuori i pezzi dal lato di re di fatto si preclude ogni attività contro il re avversario. In compenso, indebolisce il proprio monarca, ora pericolosamente esposto ai raggi X dei pezzi obliqui.}
Cf8 18.Rh2 Cc8 19.a5 Te7 20.Cf3 e5 {Con un solo passo di pedone, il Nero domina entrambi i cavalli avversari e introduce la minaccia …Ag4. Dopo f4-f5 viene fissata la debolezza del pedone e4 ma forse il Bianco ottiene qualche speranza di complicare il gioco sacrificando in f6.}
21.f5 d5 {La tipica reazione del Nero nella Siciliana: appena ne ha la possibilità, spinge in d5. La giustificazione tattica è nella variante 22.exd5 e4 23.Axe4 Axf5 seguita da …Cd6 e la posizione del Bianco crolla. La prossima mossa del Bianco serve a disinnescare il dispositivo difensivo del Nero.}
22.Cfd2 dxe4 23.Cxe4 f6 {Sicuramente una concessione, ma la spinta in f6 avrebbe concesso molto gioco al Bianco. Kamsky, con spirito pratico, disinnesca la principale risorsa del neo-GM italiano. Ora però i pezzi del Bianco acquistano una nuova stabilità; ad esempio, è evidente che potrebbero conquistare la casa c5 tramite occupazione fisica di cavallo e puntellamento di pedone. E’ probabile che Kamsky abbia valutato che dopo opportuni cambi di alcune copie di pezzi leggeri il suo re diventerà inattaccabile, potendo poi passare a sfruttare i vantaggi strutturali della sua posizione (pedone e5 passato).}
24.g4 Ac6 25.g5 Cd7 26.Tad1 Rh8 27.Td2 Tee8 28.Tfd1 Ce7 {Vocaturo ha fatto un cambio importante: ha ceduto gran parte del proprio tempo di riflessione per una posizione molto interessante. Di fatto il Nero ha irrigidito la propria posizione e il bianco ha acquistato nuove prospettivo di attacco sul lato di re, stavolta non più con i pezzi ma con i pedoni avanzati e il sostegno dei pezzi pesanti (che nel frattempo hanno opportunamente presidiato il centro). Tuttavia resta in bilico la posizione del re e il Nero ha diverse case deboli da sfruttare anche al centro. La posizione resta altamente in bilico, anche considerate le proverbiali capacità difensive dello statunitense. Fuochi d’artificio in vista!}
29.Dg4 {E infatti Kamsky sfodera subito una mossa sensazionale: minaccia il doppio in e3, libera la settima traversa proteggendo il punto g7, impedisce Dh5 grazie alla minaccia …Cf4 e sostiene il punto f6. Si può chiedere di più a una mossa sola di difesa?} 
Cd5 30.Tg1 Tf8 31.Tg3 Cf4 32.Ac2 Axe4 33.Axe4 fxg5 34.hxg5 Cc5 35.Txd8 Txd8 36.Cxc5 Dxc5 37.Df3 Dxa5 38.Tg1 Db6 39.b4 Td2+ 40.Rh1 Dd8 {Ovviamente il nero ha un pedone di vantaggio e una posizione preferibile, tuttavia egli deve ancora coordinare i pezzi per l’attacco decisivo (Tb2 e Dd2) e a quel punto anche il bianco potrebbe creare contro minacce ad esempio con f6.}
41.Ab1 {L’astuto Vocaturo continua complicare la posizione. Ritira l’alfiere in posizione sicura ma continua a puntare il re avversario. Nel frattempo attacca il pedone b7 minacciando di portare la donna in posizione aggressiva (con la donna b7 la minaccia …f6 è esiziale).} Ce2 42.f6 Cxg1 43.fxg7+ Rxg7 44.Df5 {Incontenibile Vocaturo. Posto di fronte all’idea di sacrificare materiale si comporta come Roger Rabbit davanti a “Ammazza la vecchia” e non resiste alla tentazione. Kamsky ringrazia, prende tutto e poi pensa. Ognuno dei due sguazza nel suo elemento… Nel frattempo, Jobava e Cebalo non arrivano a conclusioni certe, anche se il suggerimento umano propende per …Cf3.}
Cf3 45.Dxh7+ Rf8 46.Dh8+ Re7 47.Df6+ Rd7 48.Dxf3 Rc7 49.Ae4 Dxg5 50.Axb7 Dh4+ {E alla fine Jobava e Kamsky hanno la meglio. …Cf3 tiene il pedone e5 e si aggiudica la partita.}
0-1

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

L’esperienza è un piccolo vantaggio per il giocatore di scacchi!

Posted by Arcobaleno su dicembre 26, 2009

Nella lontana Khanty-Mansiysk, l’esperienza del quarantunenne Boris Gelfand ha trionfato sulla freschezza del ventiseienne Ruslan Ponomariov in occasione della recente Coppa del Mondo di scacchi.

Gelfand era il giocatore più vecchio del torneo e nella finale si è trovato di fronte il giocatore che nel 2002 si è laureato quale più giovane Campione del Mondo di scacchi, a soli 19 anni!
Non erano in molti ad aspettarsi l’affermazione del israeliano, specialmente dopo gli estenuanti 6 turni che hanno preceduto la finale, inoltre ci si aspettava che nel gioco rapido il giovane ucraino potesse esprimere un gioco superiore!

Nella partita che vado ad analizzare Ponomoriov conduce i pezzi bianchi, alla ricerca forzata della vittoria, poiché si tratta dell’ultima partita blitz e Gelfand è in vantaggio di un punto!

1.d4 d5 2.c4 c6 3.Cf3 Cf6 4.Db3 la classica mossa da partita blitz, in genere si preferisce giocare la più classica Cc3 dxc4 5.Dxc4 Af5 6.g3 e6 7.Ag2 Cbd7 8.0–0 Ae7 9.Cc3 0–0 10.Te1 una scelta aggressiva, dettata dall’esigenza di giocare per il punto intero [10.e3 Ce4 11.De2 era un idea più conservativa] 10…h6 [10…Ce4 11.e3 Db6 12.De2 Tad8 13.Cd2 Cxd2 14.Dxd2 avrebbe rappresentato una solida linea difensiva per il nero] 11.e4 Ah7 12.a3 non mi piace la scelta del bianco, difficile dare consigli ad un Campione del Mondo, ma io avrei optato per Af4, con l’idea di giocare per lo sfondamento centrale dopo Tad1 Tc8 13.b4 a5 14.Af4 Ch5 15.Ad2 Chf6 può darsi che Ponomariov avesse scartato l’idea con Af4 poiché non può accettare la ripetizione di mosse! 16.Db3 axb4 17.axb4 Db6 18.b5 c5 Gelfand non accetta di farsi indebolire il pedone b7, ma ora il bianco ottiene il gioco complicato a cui ambiva! 19.e5 c4 20.Da4 perdendo la prima occasione di riequilibrare il match [dopo 20.Db2 Cd5 21.Cxd5 exd5 22.Ah3 il bianco sarebbe passato in vantaggio infatti se 22. … Ae4 segue 23. Axd7 e se Td8 24 Aa5!] 20…Cd5 21.Cxd5 exd5 22.Ah3 Dc7 un imprecisione che offre a Ponomariov una seconda chance! [corretta era 22…c3 23.Axd7 cxd2 24.Cxd2 Tc2 e la torre è difesa dall’alfiere in b7!] 23.b6 perdendo l’occasione della vita, si imponeva Aa5! Cxb6 24.Db5 Dc6 25.Ta5 c3 26.Af4 Cc4 27.Dxc6 Txc6 28.Txd5 c2 il numero dei pedoni è di nuovo in equilibrio, ma la qualità degli stessi è completamente diversa 29.Tb5 Tb6 30.Txb6 Cxb6 31.Ac1 l’ultimo errore, Ta1 avrebbe permesso di continuare a lottare, ma oramai il match era andato! Ab4 32.Ad2 Cd5 33.e6 Te8 quanto la tattica viene a sostegno della strategia… 34.exf7+ Rxf7 35.Tc1 Axd2 36.Cxd2 Cb4 37.Af1 cercando il colpo di coda Tc8 se Ca2 sarebbe seguito Ac4+ con cattura del incauto cavallo! 38.Cb3 Ca2 39.Ta1 c1D 40.Cxc1 Txc1 41.Txa2 Ad3 42.Tb2 Txf1+ 43.Rg2 Aa6 44.d5 Td1 0-1 Il bianco abbandona disponendo di 3 secondi sull’orologio, mentre al nero ne erano rimasti 10.

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

L’arte del calcolo scacchistico!

Posted by Arcobaleno su dicembre 23, 2009

 

  

Arte della combinazione scacchistica

muove il bianco

 

La posizione del diagramma si è verificata in occasione della partita giocata dai Grandi Maestri Illescas Cordoba Miguel e Mohr Georg, giocata a Yereven nel 1996.

1. d4 Cf6 2. Cf3 g6 3. c4 Ag7 4. Cc3 O-O 5. e4 d6 6. Ae2 e5 7. O-O exd4 8. Cxd4 Cc6 9. Ae3 Te8 10. f3 Cd7 11. Dd2 Cde5 12. Tad1 Cxd4 13. Axd4 Ae6 14. f4 Cxc4 15. Axc4 Axc4 16. Axg7 Axf1 17. Ah6 Aa6 18. Dd4 f6 19. Dd5+ Rh8 20. Df7 Tg8 21. Cd5 Ac4 eccoci giunti alla posizione del diagramma.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

risolviamo insieme un problema di scacchi

Posted by Arcobaleno su dicembre 21, 2009

lezione sui finali di scacchi

muove il bianco

 

Si avvicina il Natale e siamo (tutti) più buoni, quindi ho deciso di guidarvi alla soluzione di questo problema passo, passo, spiegandovi le idee di questo finale di scacchi.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’immortale peruviana

Posted by Arcobaleno su dicembre 19, 2009

Muove il bianco

L’Immortale peruviana è il nome dato a una spettacolare partita di scacchi giocata dal maestro peruviano Esteban Canal, contro uno sconosciuto dilettante in occasione di una simultanea disputata a Budapest nel 1934. In appena 14 mosse, Canal ha sacrificato sia ambo le torri che la sua regina, concludendo la partita con il Matto di Boden.

1.e4 d5
2.exd5 Dxd5 la difesa scandinava ai giorni nostri è ritenuta giocabile, mentre agli albori fu ritenuta un’apertura ipermoderna di gioco aperto, il controllo del centro da parte del nero avviene per mezzo dei pezzi piuttosto che con i pedoni, ma l’uscita prematura della regina la rende un apertura che richiede un ottima conoscenza teorica per non cadere in tranelli come quello che segue.
3.Cc3 Da5 sono giocabili anche Dd8 e Dd6, di cui il Maestro Fide Brancaleoni Maurizio è un esperto.
4.d4 c6 per dare una via di fuga alla regina.
5.Cf3 Ag4 l’alfiere inchioda il cavallo in modo del tutto naturale, ma il bianco può trarre vantaggio da tale mossa per mezzo di h3, se l’alfiere catturasse il cavallo il bianco si ritroverebbe il vantaggio della coppia degli alfieri in posizione aperta, h2 inoltre diventa una casa nella quale potrebbe rifugiarsi l’alfiere di casa nera.
6.Af4 e6 nella difesa scandinava il nero alza sia il pedone C che quello E sulla sua terza traversa, per controllare meglio la casa d5.
7.h3 Axf3 ora il nero dovrebbe concentrarsi per tenere chiusa la posizione.
8.Dxf3 Ab4 giocando in modo accademico, come in precedenza il nero inchioda il cavallo, la mossa in se non è un errore, ma la posizione del nero è inferiore poiché terminate le mosse di sviluppo si ritroverà in posizione passiva; anche se dovesse doppiare il pedone C per mezzo della cattura del cavallo, l’apertura della colonna B sul pedone debole in b7 sarà un altro fattore a vantaggio del bianco.
9.Ae2 Cd7 nella difesa Scandinava non di rado il nero arrocca lungo.
10.a3 O-O-O?? Qui però arroccare lungo è un grave errore, era necessario giocare la semplice Axc3+

[posizione del diagramma]

11. axb4! i pezzi del bianco sono tutti ottimamente piazzati contro l’arrocco del nero.

11. … Dxa1 il nero non si è accorto della combinazione che seguirà, Db6 avrebbe permesso di resistere, ma senza prospettive di vittoria.

12. Rd2 Dxh1

13. Dxc6! La folgorazione!

13. … bxc6 obbligata

14. Aa6#

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Analisi di una partita di scacchi

Posted by Arcobaleno su dicembre 17, 2009

La partita spagnola ha mantenuto il suo fascino intatto da quando è stata giocata per la prima volta. Lo spagnolo Ruy Lopez è stato colui che l’ha teorizzata per bene ed alcune sue analisi sono valide ancora oggi.

1.e4 e5 2.Cf3 Cc6 3.Ab5 Df6 Una variante inferiore della partita spagnola, qui la regina occupa la casa in cui dovrebbe stare il cavallo di re, non è preoccupante l’attacco al cavallo di donna poiché dopo 3) … – a6 4) Axc6 dxc6 con l’idea di aprire la strada ad entrambi gli alfieri se 5) Cxe5 segue Dd4 ed il nero riconquista il pedone pareggiando facilmente il gioco.
4.Cc3 Ac5 5.Cd5 Dd6 Meglio Dd8 perchè se 6) Axc6 – dxc6 7) Cxe5 Qd4 il bianco è nuovamente in difficoltà!

6.c3 Cf6 7.Cxf6+ Dxf6 8.O-O O-O 9.d3 obiettivamente il gioco del bianco non è stato molto aggressivo ed il nero è prossimo alla parità, d6 con l’idea Ag4 poteva condurre ad un gioco equilibrato

9. … h6 Questa mossa indebolisce l’arrocco e perde un tempo, appunto d6 era da preferire

10.De2 d6 11.Ae3 Axe3 12.Dxe3 Ad7 Ce7 con l’idea Cg6-f4 era un buon piano!

13.Cd2 a6 14.Aa4 b5 15.Ac2 Ae6 16.f4 exf4 17.Txf4 Dg5 sfruttando il principio dell’inchiodatura, ma forse era da preferire De7 perchè in g5 la donna è molto esposta

18.d4 f5? una svista 19.d5 Qui la partita è virtualmente finita

19… Ce5 20.dxe6 era necessario provare Cg4!? anche se dopo Dg3 il vantaggio del bianco rimane

20. … g6 21.Cf3 Cc4 22.Dc1 De7 23.exf5 Tf6 al posto di questa mossa si può considerare d5

24.a4 ora dopo l’apertura della colonna il fatto di avere un pezzo in più si farà sentire

Taf8 25.axb5 Ce5 26.bxa6 Cxf3+ 27.Txf3 Rg7 28.a7 Ta8 29.Rh1 c6 30.De1 g5 31.c4 d5 32.cxd5 cxd5 33.De5 Txa7 34.Txa7 Dxa7 35.h3 Da8 36.e7 De8 37.Ta3 Rf7 38.Ab3 Dxe7 39.Axd5+ Rf8 40.Ta8+ De8 41.Dxf6# A mio avviso la migliore linea per il nero è costituita da 3) … – a6 giocando la spagnola classica.
L’alfiere in e6 giocato alla mossa 15 ha dato diversi problemi al nero, quella per lui non è una buona posizione, di solito nella spagnola l’alfiere nero delle case bianche viene posizionato in b7 od in d7 perchè la colonna e deve essere lasciata libera per la torre (f) la spinta in f5 avrebbe avuto più senso se il nero avesse avuto un alfiere in b7. La presa in f4 è a doppio taglio, se il nero non prende spingo in f5 ed a quel punto occorre reagire al centro con d5 il più in fretta possibile altrimenti il nero ha una posizione troppo compressa, anche se il fatto che manca l’alfiere delle case nere rende l’attacco del bianco più lento.

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un finale di scacchi da studio

Posted by Arcobaleno su dicembre 12, 2009

muove il bianco

Nella posizione del diagramma la mossa spetta al bianco.

Il bianco muove e vince, ma la soluzione non è assolutamente scontata.

Un processore elettronico può aiutarvi nell’analisi, ma solo il vostro ingegno può trovare la soluzione corretta!

Questa è la linea analizzata da Rybka:

1. h6 Rh5

2. h7 Ce7

3. Rxe7 Rh6

4. Cf8 Rg7

5. Chg6 fxg6

6. Re6 g5

7. Rf5 g4

8. Rxg4 Rh8

9. Rf5 Rg7 e in questa posizione Rybka continua ad assegnare + 5 al bianco, non accorgendosi che il nero ondeggiando sulle case g7 ed h8 ottiene un comodo pareggio, dato che appena il re bianco si porta in g6 od h6 per sostenere il pedone h7, produrrebbe una posizione di stallo!

Qual’è dunque l’arcana sequenza di mosse che conduce il bianco alla vittoria?!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Rombaldoni Denis – Godena Michele : GM a confronto

Posted by Arcobaleno su dicembre 6, 2009

 

Michele Godena

Michele Godena

 

La partita che ho l’onore di analizzare oggi è stata giocata in occasione del ultimo turno, ai recenti Campionati Italiani di scacchi disputati a Sarre (Val D’Aosta).

Bianco: Rombaldoni Denis.

Nero: Godena Michele.

Non mi è possibile entrare nella testa di questi due Grandi Maestri, Godena aveva bisogno di centrare la vittoria per diventare Campione Italiano di scacchi 2009, mentre Denis ha dimostrato grande solidità in tutte le partite disputate in questo torneo, il risultato finale era quindi tutt’altro che scontato!

1.e4 e5 2.Cf3 Cc6 3.d4 exd4 4.Cxd4 Ab4+ siamo in una rara variante della Partita Scozzese 5.c3 Ae7 in genere l’alfiere viene sviluppato in c5 alla quarta mossa e poi il bianco replica con c3, l’aver concesso gratis la spinta di pedone lascia intendere che il nero abbia altre idee su dove sviluppare l’alfiere di casa nera! 6.Cf5 incomincia la caccia all’alfiere! Af6 7.Ce3 g6 8.Cd5 Ag7 9.Ca3 una mossa astuta che minaccia Cb5, con doppio imparabile in c7 a6 10.Cc4 Rombaldoni non vuole noie, volendo complicare il gioco era interessante giocare subito Ag5 d6 11.Ag5 f6 12.Ah4 non è semplice valutare questa posizione, non riscontro punti deboli in ambo gli schieramenti, il bianco sembra avere un leggero vantaggio poiché i pezzi del nero sono tutto fuorché attivi e quando si sposteranno lasceranno indifese case dietro di loro Ch6 13.Ae2 0–0 14.0–0 Ae6 questa è una posizione base, a me piace l’idea basata su a4-a5 per bloccare il pedone b7 con l’idea di attaccarlo per mezzo di Db3 e spostare la torre in d1, ma il nero potrebbe replicare con Ce7 cercando di cambiare quanti più pezzi possibili, che in posizione ristretta è una buona idea! Quindi priorità del bianco dovrebbe essere quella di riposizionare i propri pezzi nelle case migliori e sembra buona l’idea 15. Cce3 Ce7 16. Ac4 con l’idea di poter riprendere in d5 con un pezzo e tenere sotto controllo la casa f5 15.Dd2 g5 16.Ag3 f5 17.exf5 questa è la via più semplice per mantenere l’equilibrio, con strutture di pedoni analoghe in genere il bianco predilige opporsi alla spinta in f5 del nero con la propria spinta di pedone in f4, ciò avrebbe aperto il gioco e verosimilmente scatenato un po’ di bagarre Cxf5 18.Tae1  una via accademica per continuare a tenere la posizione in equilibrio, la torre meno attiva si posiziona su colonna aperta, era interessante provare a complicare il gioco per mezzo di Ag4, inchiodando il cavallo in f5, al tempo stesso l’alfiere in g4 sarebbe stato un pezzo sospeso e tale mossa non soddisfa i principi di solidità cari al più grande dei fratelli Rombaldoni
Ccd4 una delle classiche mosse di Godena capace di mettere un po’ di pepe in posizioni all’apparenza piatte 19.Cde3 la prima linea che mi è venuta in mente è stata 19.Cxc7 Dxc7 20.cxd4 Axc4 21.Tc1 b5 22.b3 Cxg3 23.hxg3 d5 24.Af3 anche in questo caso la posizione si sarebbe aperta e probabilmente il vantaggio del bianco non sarebbe sufficiente per vincere 19…Cxe2+ 20.Txe2 Cxg3 21.hxg3 Dd7 22.Cd5 applicando i più classici principi ipermoderni cari a Nimzowitsch , Rombaldoni controlla il centro con i pezzi bloccando le spinte di reazione del nero Df7 Godena al contrario cerca di aumentare il dinamismo dei pezzi pesanti per valorizzare la coppia degli alfieri 23.Txe6! Per diventare GM occorre riuscire a calcolare gli sviluppi di mosse come questa Dxe6 24.Te1 Dg4 in pratica ciò che segue è tutto verosimilmente forzato per cercare la ripetizione di mosse 25.Te7 Dxc4 26.Dxg5 Tf7 27.b3 Dd3 28.Cf6+ Rf8 29.Cd7+ Rg8 30.Cf6+ Rf8 31.Cd7+ Rg8 32.Cf6+ ½–½

Un risultato che va bene a Rombaldoni per guadagnare punti ELO, che non consente a Godena di laurearsi Campione Italiano, ma non si può pretendere di vincere una partita di nero rimanendo indietro con lo sviluppo, se a gestire i pezzi bianchi vi è un giocatore di grande talento che sceglie di non sbilanciarsi.

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Il bianco muove e vince

Posted by Arcobaleno su dicembre 5, 2009

 

muove il bianco

 

Il problema del giorno è stato tratto dalla partita Stean – Corden del 1975.

Il bianco ha disposto i pezzi in maniera ottimale:

– L’alfiere mira alla casa f7.

– La torre f1 si trova su colonna aperta.

– La regina si trova in opposizione al re nero, è pronta a sfruttare tutte le inchiodature.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Scaccomatto in 6 mosse per esperti!

Posted by Arcobaleno su novembre 28, 2009

muove il bianco

Il problema di scacchi che posto oggi sembra complicato, ed in effetti lo è, ma è pure perfettamente logico, quindi trovare la soluzione è stata più semplice del previsto!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il problema di scacchi della domenica

Posted by Arcobaleno su novembre 21, 2009

muove il bianco

Benché la posizione sia frutto di fantasia, dato che è improbabile la presenza di due alfieri bianchi su casa nera in partita di torneo, questo problema di scacchi è tra i più piacevoli che abbia risolto, dalla valenza didattica oltreché ludica, poiché vi è inserito il tema dello scaccomatto con alfiere e cavallo.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La tattica di Caruana!

Posted by Arcobaleno su novembre 17, 2009

muove il bianco
La posizione è stata giocata da Caruana e Javier Vallejo Diaz nel 2006.
Dopo 1. Af1 la regina nera si sposta in a4 ed il bianco rimane con un pugno di mosche, ma può sferrare un attacco mortale!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Non entrare in quella casa

Posted by Arcobaleno su novembre 8, 2009

muove il bianco

Questo problema sembra un film dell’orrore, il nero ha un vantaggio materiale considerevole, ma il proprio re è rimasto ingabbiato nella casa di partenza. I pezzi del bianco sembrano scordinati, in realtà sono piazzati in modo eccellente per attaccare il re nero!

Tutto sommato non è poi così semplice trovare la soluzione, per i volenterosi lancio un suggerimento:
– Il nero deve controllare una casa chiave, ma evitare di stazionare in quella casa con un proprio pezzo! Come dire:

Non entrare in quella casa!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »