Blog scacchi Regina Cattolica

Scacchi, partite commentate, lezioni e problemi di scacchi, arte e storia degli scacchi

  • Meta

  • agosto: 2017
    L M M G V S D
    « Apr    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
  • Commenti recenti

    boedus su Nuovo indirizzo Circolo Scacch…
    Stelio Pazzaglia su Nuovo indirizzo Circolo Scacch…
    Marco Puleo su Kramnik – Anand, novità…
  • Articoli precedenti

Posts Tagged ‘scacco perpetuo’

Sofia 2010 | sesta partita Anand – Topalov

Posted by Arcobaleno su maggio 7, 2010

Sofia 2010

1.d4 Cf6 2.c4 e6 3.Cf3 d5 4.g3 Un altra difesa catalana, Anand vuol menare dove duole il dente di Topalov dxc4 5.Ag2 a6 adottando il seguito della seconda partita mentre lo scacco 5. … Ab4 era stato tentato nella quarta partita 6.Ce5 c5 
7.Ca3 cxd4 8.Caxc4 Ac5
  9.O-O O-O 10.Ag5 la prima deviazione in precedenza Anand aveva optato per 10.Ad2
10… h6 11.Axf6 Dxf6 12.Cd3 il nero è in ritardo di sviluppo come spesso accade quando si possiede il vantaggio della coppia degli alfieri in apertura
 12… Aa7 molti giocatori che hanno giocato questa posizione o similari, si proiettano a questo punto alla cattura del pedone b7 per mezzo di Ca5 o Cd6, ma questo non è coerente con la scelta di sacrificare il pedone in d4, che si basa sulla volontà di conquistare l’iniziativa pressando il lato di donna del nero.
13.Da4 Cc6 come sempre accade, il nero cerca di ostruire la diagonale all’alfiere in g2.
14.Tac1 e5 15.Axc6 b5 TOOOOOPALOVE!!! Lo stile inconfondibile del GM bulgaro che sceglie di restituire il pedone sacrificandone uno a sua volta per strappare l’iniziativa dalle mani del Campione del Mondo di Scacchi 16.Axb5 axb5 17.Dxb5 e4 con un gioco complicatissimo!
16.Dc2 Dxc6 17.Ccxe5 L’indiano che ha uno stile tagliente stilisticamente diverso, ma incisivamente simile a quello di Topalov ha rifiutato il controsacrificio optando per entrare in finale di partita. La debolezza del pedone in e2 è compensata dalla passività dell’alfiere in a7.
17… De4 18.Dc6 Ab7 19.Dxe4 Axe4 20.Tc2 Tfe8 21.Tfc1 f6 22.Cd7 Af5 23.C7c5 Ab6 se Topalov non avanza un pedone vuol dire che la mossa è propria sbagliata! Deve essergli bastata la legnata nei denti presa contro Kramnik in occasione del match di Elista, quando durante la prima partita partorì un 21. … g5!? mossa di per se interessante, ma l’indebolimento del lato di re fu una delle cause di sconfitta.
24.Cb7 minacciando Cd6 e Tc6. Al momento la debolezza del pedone e2 non è molto rilevante, se si cambiassero le torri e un paio di pezzi leggeri il nero rimarrebbe con un alfiere cattivo.
24… Ad7 Una buona mossa che chiude i varchi lungo la colonna C.
25.Cf4 Tab8 26.Cd6 Te5 27.Cc8 Aa5 28.Cd3 Te8 29.Ca7 Ab6 30.Cc6 Tb7 31.Ccb4 Anand ha manovrato per indurre Topalov in errore
31… a5 si muovono i pedoni 32.Cd5 a4 33.Cxb6 Txb6 34.Cc5 Af5 35.Td2 attaccando il pedone d4, la posizione sembra favorevole al bianco
 35… Tc6  36.b4 axb3 37.axb3 la pressione sul pedone e2 era un fattore dinamico, perché il pedone di per se non era debole, mentre il pedone d4 era una debolezza permanente, il cambio dei pedoni non può che favorire il nero
37… b4 38.Txd4 Txe2 39.Txb4 Ah3 40.Tbc4 Il bianco ha un pedone di vantaggio, ma la debolezza della prima traversa bianca è un compenso più che sufficiente per il nero
40… Td6 41.Te4 Anand possiede una grande tecnica dei finali, sicché il sacrificio di Topalov non è teso a pareggiare il finale, ma nello costringere il bianco a restare sulla difensiva per difendere il proprio re.
 41… Tb2 42.Tee1 Tdd2 43.Ce4 Td3 
43.Ce4 Td4 44.Cc5 Tdd2 45.Ce4 Td3 la via più incisiva per mantenere l’iniziativa 46.Tb1 Tdxb3 il pedone è stato recuperato, ma le chance di vittoria non sono elevate
47.Cd2 Tb4 48.f3 g5 Topalov’s move! 49.Txb2 Txb2 50.Td1 Rf7 51.Rf2 h5 52.Re3 Tc2 53.Ta1 Rg6 54.Ta6 Af5 55.Td6 Tc3+ la posizione è completamente pari, un campione del Mondo non può cappellare in tale posizione
56.Rf2 Tc2 57.Re3 Tc3+ 58.Rf2 Tc2 Un altra ripetizione di mosse ½-½ Il punteggio del match è aggiornato in 3,5 a 2,5 per Anand.

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Sottopromozione

Posted by Arcobaleno su dicembre 7, 2009

muove il bianco

Questo è uno di quei problemi che mi è entrato nel cuore a prima vista, dal quale ho imparato che nel gioco degli scacchi non vi è nulla di scontato.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in notizie, Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rombaldoni Denis – Godena Michele : GM a confronto

Posted by Arcobaleno su dicembre 6, 2009

 

Michele Godena

Michele Godena

 

La partita che ho l’onore di analizzare oggi è stata giocata in occasione del ultimo turno, ai recenti Campionati Italiani di scacchi disputati a Sarre (Val D’Aosta).

Bianco: Rombaldoni Denis.

Nero: Godena Michele.

Non mi è possibile entrare nella testa di questi due Grandi Maestri, Godena aveva bisogno di centrare la vittoria per diventare Campione Italiano di scacchi 2009, mentre Denis ha dimostrato grande solidità in tutte le partite disputate in questo torneo, il risultato finale era quindi tutt’altro che scontato!

1.e4 e5 2.Cf3 Cc6 3.d4 exd4 4.Cxd4 Ab4+ siamo in una rara variante della Partita Scozzese 5.c3 Ae7 in genere l’alfiere viene sviluppato in c5 alla quarta mossa e poi il bianco replica con c3, l’aver concesso gratis la spinta di pedone lascia intendere che il nero abbia altre idee su dove sviluppare l’alfiere di casa nera! 6.Cf5 incomincia la caccia all’alfiere! Af6 7.Ce3 g6 8.Cd5 Ag7 9.Ca3 una mossa astuta che minaccia Cb5, con doppio imparabile in c7 a6 10.Cc4 Rombaldoni non vuole noie, volendo complicare il gioco era interessante giocare subito Ag5 d6 11.Ag5 f6 12.Ah4 non è semplice valutare questa posizione, non riscontro punti deboli in ambo gli schieramenti, il bianco sembra avere un leggero vantaggio poiché i pezzi del nero sono tutto fuorché attivi e quando si sposteranno lasceranno indifese case dietro di loro Ch6 13.Ae2 0–0 14.0–0 Ae6 questa è una posizione base, a me piace l’idea basata su a4-a5 per bloccare il pedone b7 con l’idea di attaccarlo per mezzo di Db3 e spostare la torre in d1, ma il nero potrebbe replicare con Ce7 cercando di cambiare quanti più pezzi possibili, che in posizione ristretta è una buona idea! Quindi priorità del bianco dovrebbe essere quella di riposizionare i propri pezzi nelle case migliori e sembra buona l’idea 15. Cce3 Ce7 16. Ac4 con l’idea di poter riprendere in d5 con un pezzo e tenere sotto controllo la casa f5 15.Dd2 g5 16.Ag3 f5 17.exf5 questa è la via più semplice per mantenere l’equilibrio, con strutture di pedoni analoghe in genere il bianco predilige opporsi alla spinta in f5 del nero con la propria spinta di pedone in f4, ciò avrebbe aperto il gioco e verosimilmente scatenato un po’ di bagarre Cxf5 18.Tae1  una via accademica per continuare a tenere la posizione in equilibrio, la torre meno attiva si posiziona su colonna aperta, era interessante provare a complicare il gioco per mezzo di Ag4, inchiodando il cavallo in f5, al tempo stesso l’alfiere in g4 sarebbe stato un pezzo sospeso e tale mossa non soddisfa i principi di solidità cari al più grande dei fratelli Rombaldoni
Ccd4 una delle classiche mosse di Godena capace di mettere un po’ di pepe in posizioni all’apparenza piatte 19.Cde3 la prima linea che mi è venuta in mente è stata 19.Cxc7 Dxc7 20.cxd4 Axc4 21.Tc1 b5 22.b3 Cxg3 23.hxg3 d5 24.Af3 anche in questo caso la posizione si sarebbe aperta e probabilmente il vantaggio del bianco non sarebbe sufficiente per vincere 19…Cxe2+ 20.Txe2 Cxg3 21.hxg3 Dd7 22.Cd5 applicando i più classici principi ipermoderni cari a Nimzowitsch , Rombaldoni controlla il centro con i pezzi bloccando le spinte di reazione del nero Df7 Godena al contrario cerca di aumentare il dinamismo dei pezzi pesanti per valorizzare la coppia degli alfieri 23.Txe6! Per diventare GM occorre riuscire a calcolare gli sviluppi di mosse come questa Dxe6 24.Te1 Dg4 in pratica ciò che segue è tutto verosimilmente forzato per cercare la ripetizione di mosse 25.Te7 Dxc4 26.Dxg5 Tf7 27.b3 Dd3 28.Cf6+ Rf8 29.Cd7+ Rg8 30.Cf6+ Rf8 31.Cd7+ Rg8 32.Cf6+ ½–½

Un risultato che va bene a Rombaldoni per guadagnare punti ELO, che non consente a Godena di laurearsi Campione Italiano, ma non si può pretendere di vincere una partita di nero rimanendo indietro con lo sviluppo, se a gestire i pezzi bianchi vi è un giocatore di grande talento che sceglie di non sbilanciarsi.

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Il bianco muove e patta!?!?

Posted by Arcobaleno su ottobre 6, 2009

 

il bianco muove e patta

il bianco muove e patta

Oggi vi presento un problema di scacchi creato da V.Jakimtsjik nel 1960, la soluzione sembra a prima vista molto complessa, in realtà l’unico a poter vincere è il bianco, ma il nero a gioco corretto patta!

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Prima partita del match di Sofia, Topalov Veselin Vs. Kamsky Gata

Posted by Arcobaleno su febbraio 17, 2009

Eroi di Sofia

Eroi di Sofia

Topalov,V (2796) – Kamsky,G (2725) [D86]
Campionato del Mondo di Scacchi, Sofia (1), 17.02.2009

1.d4 Cf6 2.c4 g6 3.Cc3 d5 Curiosamente la difesa Grunfeld torna a fare la sua apparizione in un match per il titolo mondiale, ma visto che Sutovsky è attualmente il secondo di Kamsky e che ne è l’esponente mondiale di riferimento, la scelta di giocarla al posto della sua favorita difesa Slava, non dovrebbre aver stupito Topalov 4.cxd5 Cxd5 5.e4 Cxc3 6.bxc3 Ag7 7.Ac4 c5 8.Ce2 Cc6 9.Ae3 0-0 10.0-0 questa è la linea principale, con la quale il bulgaro ha già ottenuto strabiglianti vittorie Ca5 Ag4 è una linea più complicata, ma nessuno ha più il coraggio di sperimentarla contro Topalov 11.Ad3 b6 12.Dd2 e5 la linea più comune era data dallo sviluppo dell’alfiere in b7, ma dopo 13. Ah6 e conseguente liquidazione dei pedoni al centro, il bianco mantiene l’iniziativa mentre il nero rimane vulnerabile sulla diagonale nera, le prossime mosse sono quindi una logica conseguenza dei piani di gioco fin qui adottati 13.Ah6 Ho notato che nel campionato russo del 2008 Van Vely giocò d5 contro Kamsky, ma non riuscì a salvare neanche mezzo punto! cxd4 14.Axg7 Rxg7 15.cxd4 exd4 16.f4 f6 17.e5 Questa è la vera novità di apertura escogitata da Topalov fino ad ora il bianco adottava il piano Cg3 e Tc1 con l’idea di far correre il pedone (h) Ad7 con l’idea di mettere in comunicazione le torri e minacciare la cattura del pedone in e5 18.exf6+ Dxf6 19.Cg3 Rh8 Kamsky ha adottato un buon setup difensivo, la spinta in f5 è stata neutralizzata e per Veselin non è semplice escogitare un piano che gli consenta di mantenere l’iniziativa 20.f5 gxf5 se il re fosse rimasto in g7 tale mossa sarebbe andata incontro a Ch5+ 21.Axf5 se Cxf5 dopo Tae8 22. Tac1 Cc6 il nero sarebbe riuscito comunque a coordinare i propri pezzi Axf5 22.Txf5 Dd6 23.Taf1 Cc6 siamo giunti in una posizione in cui è possibile fare una prima analisi della partita, dopo 16 mosse di teoria Topalov ha proposto una novità in apertura ed il buon piano difensivo scoperto da Kamsky lo ha costretto a sacrificare un pedone per poter mantenere l’iniziativa, ogni imprecisione da parte dei duellanti li può condurre in una posizione senza speranza 24.Ce4 De7 25.Dh6 Txf5 26.Txf5 la risposta di Kamsky è forzata, il gioco di Topalov è martellante Ce5 27.h3 Cg5 sarebbe incorsa in Cg4 mentre a Cf6 sarebbe seguita la replica della partita, probabilmente sarebbe ora di pensare ad una spartizione del punto mantenendo la posizione in equilibrio con 27.Dd2 d3 28.Dc3 Te8 29.Dd4 Dg7 30.Dd6, ma il bulgaro è famoso per riuscire ad infuocare anche l’Acqua Santa Cg6 difendendosi con sangue freddo senza restituire il pedone di vantaggio 28.Th5 Tg8 probabilmente a colori invertiti Topalov avrebbe provato Rg8, che offriva al nero l’opzione di giocare per il punto intero, ora ci si avvia verso il pareggio 29.Cf6 Tg7 30.Cxh7 Txh7 31.Dxg6 De3+ 32.Rf1 Dc1+ 33.Rf2 Dd2+ 34.Rg3 De3+ 35.Rh2 Df4+ 36.Rg1 Dc1+ ½-½

Per Kamsky che avrebbe dovuto essere travolto dal n°1 del ranking mondiale, può considerarsi un ottimo inizio di match!

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | 1 Comment »

La caccia al re!

Posted by Arcobaleno su ottobre 20, 2008

Corona Reale

Corona Reale

Ai miei alunni sono solito ripetere:

– Chi da scacco senza scopo, se ne pente prima o dopo!

In questo esempio lo scacco al re non viene dato a caso, già fin dalle prime mosse di apertura il nero si lancia in una caccia al re senza esclusione di colpi!

1.e4 e5 2.Cc3 Una romantica partita viennese Ac5 uno sviluppo alla brasiliana, che prevede un precoce attacco al punto più debole della scacchiera 3.Ca4 muovere due volte lo stesso pezzo in apertura per di più portandolo su una casa laterale non aiuta lo sviluppo Axf2+ un assalto alla baionetta giustificato dalla brutta posizione del cavallo bianco 4.Rxf2 praticamente obbligata Dh4+ il classico scacco di donna che dopo g3 prevede la cattura in e4 con cattura della torre o del cavallo in a4 5.Re3 Steinitz sosteneva che il re era capace di difendersi da solo Df4+ era da prendere in considerazione anche Cf6 6.Rd3 ora che il re ha comprato la bicicletta deve pedalare! d5 sfruttando l’inchiodatura del pedone sul cavallo 7.Rc3 Cc3 avrebbe permesso dxe4 e non si può giocare 8. Cxe4 per via di Af5, dove 9.De2 o 9.Df3 falliscono per via di Axe4+ e successiva cattura dell’alfiere indifeso in f1 Dxe4 2 pedoni per il pezzo ed i pezzi orrendamente piazzati del bianco sono un compenso sufficiente 8.Rb3 alcuni esordienti tendono a muovere il re troppo spesso, qui era interessante provare a svilupparsi con la spinta del pedone in d4 Ca6 minacciando matto in b4 e… 9.a3 dopo questa debole mossa di pedone Dxa4+ un dono greco che non si può rifiutare 10.Rxa4 le mosse del bianco sono per la maggior parte obbligate Cc5+ il nero è in vantaggio di sviluppo, ma il vantaggio materiale del bianco è considerevole, bisogna restituire un pò di materiale 11.Rb4?! era interessante Rb5! 11…Ce7 12.c4 d4 13.Rxc5 a5 14.Da4+ Rd8 15.Dxa5 Txa5+ 16.Rb4 Cc6+ 17.Rb3 ed il re svicola anche se il ritardo di sviluppo è ancora sensibile! a5+ il re viene bersagliato da ogni lato della scacchiera 12.Rxc5 se 12.Rc3 d4+ 13.Rc4 b6 14.Df3 Ae6+ 15.Dd5 Axd5+ 16.Rxd5 Cf6+ ed il re bianco viene assalito dalla cavalleria Ce7 finalmente una mossa tranquilla! Ma il destino del bianco è oramai segnato, può imboccare solamente due strade! 13.Ab5+ scegliendo quella giusta, tutte le altre mosse conducevano alla sconfitta! Rd8 bisogna difendere il pedone c7! 14.Ac6 unica! b6+ una facile ma fondamentale mossa intermedia 15.Rb5 obbligata Cxc6 bisogna evitare Cd4+ ma c3 prende matto dopo Ad7! 16.Rxc6 alcuni esordienti mi dicono: un pedone in apertura… cosa vuoi che sia… ho ancora tanti pezzi! Ab7+ partite come questa forniscono loro un eccessivo ottimismo! 17.Rb5 dopo Rxb7 il nero mattava con Rd7! 18. Dg4+ Rd6 e gli scacchi utili sono finiti! dopo 19. De6+ fxe6 segue il matto con Tfb8! Aa6+ non si scappa! 18.Rc6 obbligata! Ra4 perde dopo Ac4 e b5# Ab7+ condannando il bianco allo scacco perpetuo!

Posted in curiosità, partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »