Blog scacchi Regina Cattolica

Scacchi, partite commentate, lezioni e problemi di scacchi, arte e storia degli scacchi

  • Meta

  • ottobre: 2017
    L M M G V S D
    « Apr    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  
  • Commenti recenti

    boedus su Nuovo indirizzo Circolo Scacch…
    Stelio Pazzaglia su Nuovo indirizzo Circolo Scacch…
    Marco Puleo su Kramnik – Anand, novità…
  • Articoli precedenti

Posts Tagged ‘triplice ripetizione’

Fide World Chess Championship Anand-Topalov Sofia 2010 partita n° 3

Posted by Arcobaleno su maggio 2, 2010

Topalov Anand Sofia 2010

Terza partita Campionato del Mondo di scacchi Sofia 2010

Topalov Vs. Anand

1.d4 d5 Anand rimette nel cassetto la difesa Grunfeld demolita da Topalov nella prima partita 2.c4 c6 3.Cf3 Cf6 4.Cc3 dxc4 5.a4 evitando la variante più violenta, che si sarebbe avuto con 5. e5 b5, un vero sacrificio di pedone, in linea con le prime due partite di questo incandescente match di Sofia.
5… Af5 6.Ce5 e6 7.f3 c5 si poteva tentare anche la più violenta 7. … Ab4, anche se è stata analizzata molto in profondità, Anand preferisce destabilizzare il cavallo in e5.
8.e4 Ag6 9.Ae3 cxd4 10.Dxd4 Dxd4 11.Axd4 Cfd7 12.Cxd7 l’idea è quella di paralizzare lo sviluppo del lato di re nero, il pedone g7 ha bisogno di protezione Cxd7 
13.Axc4 a6 14.Tc1 Il match del Campionato del Mondo di scacchi disputato da Topalov contro Kramnik era proseguito con 14.Re2 Tg8 15.Thd1 Tc8 16.b3 Ac5 17.a5 Re7 18.Ca4 Ab4 che risolse in una veloce patta.
14… Tg8 liberando l’alfiere in f8
15.h4 h6 16.Re2 Topalov sceglie di portare il re in battaglia, anche se non siamo ancora giunti in finale.
16… Ad6 con l’idea di giocare Re7 e contrastare l’azione centrale del re bianco, in queste due partite le schermaglie psicologiche tra i due GM sono state evidenti, sembra un duello del 1800 giocato sulla scacchiera.
17.h5 Ah7 18.a5 il lato di donna è stato fissato, Topalov dovrà fare attenzione a che il suo pedone non diventi un bersaglio!
18… Re7 19.Ca4 f6  Anand ha giocato quelle che all’apparenza sembrano tante mosse inutili, prima di formare quello che fin dall’inizio sembrava il corretto setup difensivo, in realtà aveva evitato di dare punti di riferimento a Topalov cercando di non fissare la catena pedonale, massimizzando la libertà di movimento dei propri pezzi 20.b4 catturare il pedone è pericolosissimo, 20. … Axb4 21. Tb1 Axa5 22. Cc5 b5 23. Axe6 Cxc5 24. Axg8 Axg8 è solo una delle varianti in cui Topalov si troverebbe a sguazzare 
20… Tgc8 21.Ac5 Axc5 22.bxc5 Rc7 la posizione del bianco ha perso tutto il suo veleno, non è possibile salvare il pedone c5 evitando la ripetizione di mosse 23.Thd1 Cxc5 24. Aa2 Tac8 25. Cb6 e dopo Ca4 ci si proietta alla ripetizione di mosse.
23.Cb6  Td8 24.Cxd7 Tdxd7  25.Ad3 Ag8 26.c6 dopo 26. … Txc6 27. Txc6 bxc6 28. Tb1! il bianco occuperà l’unica colonna aperta proiettandosi a giocare attivamente con Tb6.
26… Td6 dando supporto al pedone in a6
27.cxb7 Txb7 28.Tc3 Af7 29.Re3 Ae8 il bianco vorrebbe irrompere nella settima e nell’ottava traversa, con l’idea di conquistare il pedone in a6 e farsi un pedone passato, il nero al contrario vuole portare in gioco l’alfiere che al momento è fuori dal gioco.
30.g4 e5 31.Thc1 Ad7 32.Tc5 Ab5
33.Axb5 axb5 questo cambio evidenzia la verità del proverbio:- I finali di torri sono tutti patti! 34.Tb1 b4 35.Tb3 Ta6 36.Rd3 Tba7 37.Txb4 Txa5 38.Txa5 Txa5 39.Tb7 Rf8 40.Re2 Ta2+ 41.Re3 Ta3+ (1) 42.Rf2 Ta2+  43.Re3 Ta3+ (2) 44.Rf2 Ta2+ 45.Re3 Ta3+ (3) 46.Rf2  qui la posizione è stata dichiarata patta per ripetizione di mosse, come si può notare dai numeri tra parentesi, la posizione era stata ripetuta già in occasione dell’esecuzione della 45ª mossa da parte di Anand. 


Annunci

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Rombaldoni Denis – Godena Michele : GM a confronto

Posted by Arcobaleno su dicembre 6, 2009

 

Michele Godena

Michele Godena

 

La partita che ho l’onore di analizzare oggi è stata giocata in occasione del ultimo turno, ai recenti Campionati Italiani di scacchi disputati a Sarre (Val D’Aosta).

Bianco: Rombaldoni Denis.

Nero: Godena Michele.

Non mi è possibile entrare nella testa di questi due Grandi Maestri, Godena aveva bisogno di centrare la vittoria per diventare Campione Italiano di scacchi 2009, mentre Denis ha dimostrato grande solidità in tutte le partite disputate in questo torneo, il risultato finale era quindi tutt’altro che scontato!

1.e4 e5 2.Cf3 Cc6 3.d4 exd4 4.Cxd4 Ab4+ siamo in una rara variante della Partita Scozzese 5.c3 Ae7 in genere l’alfiere viene sviluppato in c5 alla quarta mossa e poi il bianco replica con c3, l’aver concesso gratis la spinta di pedone lascia intendere che il nero abbia altre idee su dove sviluppare l’alfiere di casa nera! 6.Cf5 incomincia la caccia all’alfiere! Af6 7.Ce3 g6 8.Cd5 Ag7 9.Ca3 una mossa astuta che minaccia Cb5, con doppio imparabile in c7 a6 10.Cc4 Rombaldoni non vuole noie, volendo complicare il gioco era interessante giocare subito Ag5 d6 11.Ag5 f6 12.Ah4 non è semplice valutare questa posizione, non riscontro punti deboli in ambo gli schieramenti, il bianco sembra avere un leggero vantaggio poiché i pezzi del nero sono tutto fuorché attivi e quando si sposteranno lasceranno indifese case dietro di loro Ch6 13.Ae2 0–0 14.0–0 Ae6 questa è una posizione base, a me piace l’idea basata su a4-a5 per bloccare il pedone b7 con l’idea di attaccarlo per mezzo di Db3 e spostare la torre in d1, ma il nero potrebbe replicare con Ce7 cercando di cambiare quanti più pezzi possibili, che in posizione ristretta è una buona idea! Quindi priorità del bianco dovrebbe essere quella di riposizionare i propri pezzi nelle case migliori e sembra buona l’idea 15. Cce3 Ce7 16. Ac4 con l’idea di poter riprendere in d5 con un pezzo e tenere sotto controllo la casa f5 15.Dd2 g5 16.Ag3 f5 17.exf5 questa è la via più semplice per mantenere l’equilibrio, con strutture di pedoni analoghe in genere il bianco predilige opporsi alla spinta in f5 del nero con la propria spinta di pedone in f4, ciò avrebbe aperto il gioco e verosimilmente scatenato un po’ di bagarre Cxf5 18.Tae1  una via accademica per continuare a tenere la posizione in equilibrio, la torre meno attiva si posiziona su colonna aperta, era interessante provare a complicare il gioco per mezzo di Ag4, inchiodando il cavallo in f5, al tempo stesso l’alfiere in g4 sarebbe stato un pezzo sospeso e tale mossa non soddisfa i principi di solidità cari al più grande dei fratelli Rombaldoni
Ccd4 una delle classiche mosse di Godena capace di mettere un po’ di pepe in posizioni all’apparenza piatte 19.Cde3 la prima linea che mi è venuta in mente è stata 19.Cxc7 Dxc7 20.cxd4 Axc4 21.Tc1 b5 22.b3 Cxg3 23.hxg3 d5 24.Af3 anche in questo caso la posizione si sarebbe aperta e probabilmente il vantaggio del bianco non sarebbe sufficiente per vincere 19…Cxe2+ 20.Txe2 Cxg3 21.hxg3 Dd7 22.Cd5 applicando i più classici principi ipermoderni cari a Nimzowitsch , Rombaldoni controlla il centro con i pezzi bloccando le spinte di reazione del nero Df7 Godena al contrario cerca di aumentare il dinamismo dei pezzi pesanti per valorizzare la coppia degli alfieri 23.Txe6! Per diventare GM occorre riuscire a calcolare gli sviluppi di mosse come questa Dxe6 24.Te1 Dg4 in pratica ciò che segue è tutto verosimilmente forzato per cercare la ripetizione di mosse 25.Te7 Dxc4 26.Dxg5 Tf7 27.b3 Dd3 28.Cf6+ Rf8 29.Cd7+ Rg8 30.Cf6+ Rf8 31.Cd7+ Rg8 32.Cf6+ ½–½

Un risultato che va bene a Rombaldoni per guadagnare punti ELO, che non consente a Godena di laurearsi Campione Italiano, ma non si può pretendere di vincere una partita di nero rimanendo indietro con lo sviluppo, se a gestire i pezzi bianchi vi è un giocatore di grande talento che sceglie di non sbilanciarsi.

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

6° turno Campionato Provinciale di Rimini 2009

Posted by Arcobaleno su febbraio 2, 2009

Fragni, Forlivesi, Andruccioli

Fragni, Forlivesi, Andruccioli

Con una rapida patta in prima scacchiera Ferri e Andruccioli conquistano rispettivamente, la medaglia in oro e quella in bronzo!

Busetto fa sua una complicata partita con l’indomito Casola aggiudicandosi l’ambito argento. Il pareggio per ripetizione di mosse, tra Catalano e Da Forno, permette a Giuseppe di vincere una medaglia di legno!

Bo

Bianco

Nero

1

Andruccioli Daniele

Ferri Massimiliano

1/2-1/2

2

Busetto Giorgio

Casola Giuseppe

1-0

3

Catalano Luigi

Da Forno Roberto

1/2-1/2

4

Agostini Marco

Lombardi Davide

0-1

5

Ghinelli Alberto

Cesetti Egidio

0-1

6

Fragni Enrico

Gugnali Gianni

1-0

7

Nardi Maurizio

Tucci Flavio

0-1

8

Ambrosi Lucio

Lucchi Sauro

0-1

9

Tomasetti Massimo

bye

1-0

Posted in notizie | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »