Blog scacchi Regina Cattolica

Scacchi, partite commentate, lezioni e problemi di scacchi, arte e storia degli scacchi

  • Meta

  • agosto: 2017
    L M M G V S D
    « Apr    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
  • Commenti recenti

    boedus su Nuovo indirizzo Circolo Scacch…
    Stelio Pazzaglia su Nuovo indirizzo Circolo Scacch…
    Marco Puleo su Kramnik – Anand, novità…
  • Articoli precedenti

Posts Tagged ‘vantaggio di sviluppo’

Sofia 2010 | sesta partita Anand – Topalov

Posted by Arcobaleno su maggio 7, 2010

Sofia 2010

1.d4 Cf6 2.c4 e6 3.Cf3 d5 4.g3 Un altra difesa catalana, Anand vuol menare dove duole il dente di Topalov dxc4 5.Ag2 a6 adottando il seguito della seconda partita mentre lo scacco 5. … Ab4 era stato tentato nella quarta partita 6.Ce5 c5 
7.Ca3 cxd4 8.Caxc4 Ac5
  9.O-O O-O 10.Ag5 la prima deviazione in precedenza Anand aveva optato per 10.Ad2
10… h6 11.Axf6 Dxf6 12.Cd3 il nero è in ritardo di sviluppo come spesso accade quando si possiede il vantaggio della coppia degli alfieri in apertura
 12… Aa7 molti giocatori che hanno giocato questa posizione o similari, si proiettano a questo punto alla cattura del pedone b7 per mezzo di Ca5 o Cd6, ma questo non è coerente con la scelta di sacrificare il pedone in d4, che si basa sulla volontà di conquistare l’iniziativa pressando il lato di donna del nero.
13.Da4 Cc6 come sempre accade, il nero cerca di ostruire la diagonale all’alfiere in g2.
14.Tac1 e5 15.Axc6 b5 TOOOOOPALOVE!!! Lo stile inconfondibile del GM bulgaro che sceglie di restituire il pedone sacrificandone uno a sua volta per strappare l’iniziativa dalle mani del Campione del Mondo di Scacchi 16.Axb5 axb5 17.Dxb5 e4 con un gioco complicatissimo!
16.Dc2 Dxc6 17.Ccxe5 L’indiano che ha uno stile tagliente stilisticamente diverso, ma incisivamente simile a quello di Topalov ha rifiutato il controsacrificio optando per entrare in finale di partita. La debolezza del pedone in e2 è compensata dalla passività dell’alfiere in a7.
17… De4 18.Dc6 Ab7 19.Dxe4 Axe4 20.Tc2 Tfe8 21.Tfc1 f6 22.Cd7 Af5 23.C7c5 Ab6 se Topalov non avanza un pedone vuol dire che la mossa è propria sbagliata! Deve essergli bastata la legnata nei denti presa contro Kramnik in occasione del match di Elista, quando durante la prima partita partorì un 21. … g5!? mossa di per se interessante, ma l’indebolimento del lato di re fu una delle cause di sconfitta.
24.Cb7 minacciando Cd6 e Tc6. Al momento la debolezza del pedone e2 non è molto rilevante, se si cambiassero le torri e un paio di pezzi leggeri il nero rimarrebbe con un alfiere cattivo.
24… Ad7 Una buona mossa che chiude i varchi lungo la colonna C.
25.Cf4 Tab8 26.Cd6 Te5 27.Cc8 Aa5 28.Cd3 Te8 29.Ca7 Ab6 30.Cc6 Tb7 31.Ccb4 Anand ha manovrato per indurre Topalov in errore
31… a5 si muovono i pedoni 32.Cd5 a4 33.Cxb6 Txb6 34.Cc5 Af5 35.Td2 attaccando il pedone d4, la posizione sembra favorevole al bianco
 35… Tc6  36.b4 axb3 37.axb3 la pressione sul pedone e2 era un fattore dinamico, perché il pedone di per se non era debole, mentre il pedone d4 era una debolezza permanente, il cambio dei pedoni non può che favorire il nero
37… b4 38.Txd4 Txe2 39.Txb4 Ah3 40.Tbc4 Il bianco ha un pedone di vantaggio, ma la debolezza della prima traversa bianca è un compenso più che sufficiente per il nero
40… Td6 41.Te4 Anand possiede una grande tecnica dei finali, sicché il sacrificio di Topalov non è teso a pareggiare il finale, ma nello costringere il bianco a restare sulla difensiva per difendere il proprio re.
 41… Tb2 42.Tee1 Tdd2 43.Ce4 Td3 
43.Ce4 Td4 44.Cc5 Tdd2 45.Ce4 Td3 la via più incisiva per mantenere l’iniziativa 46.Tb1 Tdxb3 il pedone è stato recuperato, ma le chance di vittoria non sono elevate
47.Cd2 Tb4 48.f3 g5 Topalov’s move! 49.Txb2 Txb2 50.Td1 Rf7 51.Rf2 h5 52.Re3 Tc2 53.Ta1 Rg6 54.Ta6 Af5 55.Td6 Tc3+ la posizione è completamente pari, un campione del Mondo non può cappellare in tale posizione
56.Rf2 Tc2 57.Re3 Tc3+ 58.Rf2 Tc2 Un altra ripetizione di mosse ½-½ Il punteggio del match è aggiornato in 3,5 a 2,5 per Anand.

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Anand – Topalov | Campionato del Mondo di scacchi 2010

Posted by Arcobaleno su aprile 27, 2010

Anand Viswanathan – Topalov Veselin

2ª partita Campionato del Mondo di scacchi 2010

1.d4 Cf6 2.c4 e6 3.Cf3 d5 4.g3 dxc4 5.Ag2 a6 Anand adotta una difesa catalana, arma che usa anche Topalov, dopo la prima partita i due GM danno prova di sfidarsi su terreni a noti ad entrambi, dopo le dichiarazioni di Danailov sembra che Anand e Topalov abbiano deciso di verificare su chi dei due conosce la variante di teoria più lunga.
6.Ce5 c5 7.Ca3 cxd4 8.Caxc4 Ac5 sembra che l’indiano voglia vendicarsi per non aver dimostrato di sapere conservare il vantaggio materiale nella prima partita. Il compenso è dato dalla maggiore attività sul lato di donna, il campione del mondo cercherà di frenare lo sviluppo dello sfidante, grazie alla pressione che l’alfiere g2 esercita sul pedone b7.
9.0-0 0-0 10.Ad2 Cd5 in questo modo si mura l’alfiere in g2 e si frena la spinta del pedone in b4. 
11.Tc1 Cd7 la scelta più comune che cerca di cambiare materiale per diminuire l’iniziativa del bianco 12.Cd3 una scelta interessante che frustra il piano del nero Aa7 13.Aa5 questa mossa tende a provocare la spinta in b6, che accecherebbe l’alfiere di casa nera e aprirebbe la diagonale per l’alfiere in g2
13… De7 non cadendo nelle provocazioni
14.Db3 una mossa come 14.Axd5 avrebbe permesso al nero di sciogliere la posizione dell’alfiere in c8 e della torre in a8, che avrebbero trovato nuove case di sviluppo.
14… Tb8 togliendo la torre dalla diagonale e come suggerito dall’ipermoderno Nimzowitsch
15.Da3 L‘offerta del cambio di donne è strabiliante, il bianco ha già un pedone in meno ed ora accetta di subire un impedonatura
15… Dxa3 sembra tutto ok per il nero, in realtà questa mossa che permette l’apertura della colonna b, accresce il vantaggio posizionale del bianco
16.bxa3 C7f6  17. Cce5 il cambio delle regine ha provocato un indebolimento della casa d6, ma questa mossa continua a mettere pressione al nero e ne ritarda lo sviluppo
17… Te8 18. Tc2 è corretto raddoppiare le torri sulla colonna aperta b6 19.Ad2 Ab7 20.Tfc1 Tbd8 liberando la casa all’alfiere di casa scura
21.f4 un altra mossa ipermoderna basata sulla superprotezione dell’avamposto
21… Ab8 22.a4 a5 23.Cc6 ora che tutto è pronto il campione del mondo invade la casa debole
23… Axc6 24.Txc6 h5 l’idea è creare debolezze attorno all’arrocco bianco
25.T1c4 Ce3 26.Axe3 dxe3 27.Af3 il lato di donna nero è un colabrodo, ora che il bianco ha evitato le minaccie di matto la posizione del nero pare priva di un reale controgioco, forse si può tentare 27. … Cd7 e 28. … e5
27… g6 stabilizzando la struttura pedonale sul lato di re
28.Txb6 Aa7  29.Tb3 Td4 30. Tc7 Ab8 31.Tc5 Anand ha saggiamente evitato il cambio delle torri che avrebbe alleggerito la pressione
31… Ad6 32.Txa5 da un pedone in più per Topalov si è passati ad un pedone in più per Anand
32… Tc8 33.Rg2 Tc2 34.a3 Topalov è in grande difficoltà, ha 11 minuti per eseguire ancora 7 mosse
34… Ta2 35.Cb4 Axb4 36.axb4 Cd5 portando pressione sul lato di donna del bianco! 37.b5 Taxa4 38.Txa4 Txa4 39.Axd5 exd5 40.b6 Ta8 41.b7 Tb8 42.Kf3 d4 al termine delle semplificazioni il bianco si ritrova con un finale vinto.
43.Re4 1-0 terminato lo zeinot Topalov si accorge che protrarre resistenza sarebbe inutile, il bianco vince facilmente portando il re a sostegno del pedone B, costringendo il re avversario a portarsi su tale lato, per poi andare a catturare i pedoni lasciati indifesi sul lato di re! Anche se il nero riuscisse a semplificare la posizione mangiando il pedone B e cambiando le torri, il bianco dopo avere eliminato i pedoni D ed E avversari, farà avanzare il proprio pedone E, conquistando il vantaggio di avere un pedone passato!

Posted in partite, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

Vantaggio di sviluppo

Posted by Arcobaleno su marzo 23, 2010

 

muove il nero

Il bianco è in vantaggio di un pezzo, ha appena catturato il cavallo in d4, che si era portato in avanti per liberare l’azione dell’alfiere in b. Il nero è in vantaggio di sviluppo, nonostante il pezzo in meno ha 3 pezzi sviluppati contro i 2 del bianco, urge quindi un azione immediata per non concedere respiro all’avversario.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assalto al castello

Posted by Arcobaleno su settembre 30, 2009

 

muove il nero

muove il nero

Mi piace considerare una partita di scacchi, come la trasposizione di una battaglia medioevale.

Nella posizione del diagramma il bianco è in grande svantaggio di sviluppo, la regina si è incuneata nella retroguardia nemica, arrivata innanzi al ponte levatoio è pronta a conquistare le rocca, mentre tutti i compagni del reame sono alla loro casa di partenza, vi è stata scarsissima democrazia in questa casata.

Al contrario i pezzi neri stanno collaborando all’assalto del castello, dirimpetto al monarca bianco è puntato un cannone pronto ad esplodere un colpo che devasti le fragili mura nemiche, i due alfieri dominano il campo di battaglia la loro lingua taglia più delle scimitarre sarecene.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Quiz, scacchi | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Attacco al re da far girare la testa

Posted by Arcobaleno su marzo 15, 2009

 

muove il bianco

muove il bianco

Nella posizione del diagramma, giocata a Londra nel 1911 tra Lasker e Thomas e raggiunta dopo le seguenti mosse:
1. d4 f5
2. Cf3 e6
3. Cc3 Cf6
4. Ag5 Ae7
5. Axf6 Axf6
6. e4 fxe4
7. Cxe4 b6
8. Ad3 Ab7
9. Ce5 0-0
10. Dh5 De7

i pezzi del bianco sono tutti posizionati in maniera ottimale per attaccare l’arrocco del nero, che al contrario è in ritardo di sviluppo, il suo arrocco è indebolito dalla mancanza di un pedone in f7 e senza la naturale difesa di un cavallo in f6.

Lasker trova una serie di mosse incisive e forzanti che avranno fatto girare la testa sia a Thomas che al suo re:
1. Dxh7+ Rxh7 2.Cxf6+ Rh6 3.Ceg4+ Rg5 4.h4+ Rf4 5.g3+ Rf3 6.Ae2+ Rg2 7.Th2+ Rg1 8. Rd2#

Posted in Quiz | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Il centro chiuso nella partita a scacchi

Posted by Arcobaleno su dicembre 29, 2008

qual'è la migliore mossa per il nero?

qual'è la migliore mossa per il nero?

Nel gioco degli scacchi sviluppare velocemente i propri pezzi è una buona idea, solo se possono essere piazzati in case dalle quali collaborando con gli altri pezzi perseguono un obiettivo comune. Per trovare la loro casa ideale, bisogna talvolta uscire dagli schemi classici che abbiamo imparato.
La posizione del diagramma è stata raggiunta dopo le mosse. 1. d4 Cf6 2. c4 c5 3. d5 e5 4. Cc3 d6 5. e4 Ae7 6. Ad3 0-0 7. Cge2 le mosse 7. … Ag4 o 7. … Cbd7 sviluppano un pezzo senza considerare la struttura pedonale e non perseguono buoni piani strategici. Buttare un cavallo in a6 è una mossa più sensibile, visto che dopo 8. … Cc7 9. … a6 e 10. … Tb8 la premessa per una spinta di pedone in b5 diventa azione concreta, che poi sia anche un buon piano è relativo dalle scelte operate dal bianco. La spinta di pedone 7. … g6 perde di concretezza dopo 8. Ah6 che costringe la torre a spostarsi in e8, casa dalla quale non potrà sostenere la spinta in f5. Ancora peggiore è 7. … h6, dato che il bianco non sta minacciando Ag5 e non serve a sviluppare niente. La mossa più forte è 7. … Ce8, come ho avuto modo di capire nella mia lunga esperienza con la difesa Est-Indiana. Questa inaspettata ritirata non solo ignora lo sviluppo, ma soverchia altri due concetti classici:
– Mai portare un cavallo nella prima traversa.
– Mai muovere due volte lo stesso pezzo in apertura.
Qual’è la ragione di una tale pazzia?
In una posizione con il centro chiuso il gioco deve svilupparsi per forza, per mezzo di una azione sulle ali, in questo caso la reazione più proficua è data dalla spinta in f5. Gli obiettivi perseguiti da una tale reazione sono:
– Guadagno di spazio
– Apertura di una linea per azionare le torri.
7. … Ce8 prepara il cambio dell’alfiere cattivo per mezzo di Ag5, inoltre rende possibile la spinta g6, dato che a Ah6 si può replicare con Cg7 che difende la torre in f8, sostenendo per giunta anche la spinta in f5!

Posted in Quiz | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | 1 Comment »

Come sfruttare il vantaggio di sviluppo

Posted by Arcobaleno su dicembre 10, 2008

sacrificio di pedone

sacrificio di pedone

Nella seguente partita osserveremo due giocatori con un range da 2000 a 2100 punti elo, ad un giocatore esordiente la sua comprensione dovrebbbe essere più semplice rispetto ad una normale partita di GM.

Dopo 1.e4 d5 2.exd5 Cf6 3.c4 il nero può sacrificare efficacemente un pedone per mezzo di c6 4.dxc6 Cxc6 il bianco è in vantaggio di un pedone, ma soffre di ritardo di sviluppo, una malattia che se non presa in tempo conduce ad una lenta agonia 5.Cf3 e5 6.d3 e4 7.De2 Ag4 proseguendo a sviluppare i propri pezzi senza temere la perdita di un altro pedone poiché la sua cattura costerebbe al bianco un altro tempo 8.dxe4 Cd4 9.Dd3 Cxf3+ 10.gxf3 Dxd3 11.Axd3 Axf3 12.0–0 0–0–0 guadagnando un altro tempo. Il pedone in e4 sta per essere riconquistato 13.Ac2 Cxe4 14.Axe4 Axe4 i vantaggi del nero sono evidenti:

– Migliore struttura pedonale.

– Una maggiore sicurezza del re.

– Coppia degli alfieri.

15.Cc3 Af3 dopo Ad3 il nero guadagna un pedone gratis 16.Ae3 Td6 17.Tfc1 Tg6+ 18.Rf1 Tg2 19.Axa7 Txh2 20.Re1 Ab4 21.a3? Td8 ed il bianco si ritrova in una rete di matto L’attacco del nero ha avuto successo perché un insieme di elementi hanno giocato a suo favore:
– Iniziativa derivante dal vantaggio di sviluppo, controllo del centro e maggior attività dei pezzi nella zona della scacchiera dove è infervorata la battaglia.

Posted in partite | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »